none
Exchange 2007 - Accesso lentissimo mediante protocollo IMAP RRS feed

  • Domanda

  • Buon giorno,

    ho questo problema:

    una azienda per la quale collaboro ha un server sbs2008SP2 premium con exchange 2007 (con tutti gli aggiornamenti distribuiti da Microsoft) configurato e funzionante da un paio di anni. Tutto bene fino al momento in cui non è stato acquistato un software che accede alle caselle email in modalità IMAP. In breve: all'atto della richiesta IMAP il pc si mette in attesa della risposta del server che arriva con una latenza notevolissima, spesso il software va in time-out. La questione sembra dipendere dalla dimensione delle mailbox, alcune oltre i 20k messaggi. L'accesso alle mailbox con outlook in modalità exchange non presenta alcun problema. L'accesso IMAP a caselle più snelle (qualche migliaio di messaggi) non è immediato ma comunque accettabile.

    Cercando online ho visto che la questione potrebbe dipendere dalla conversione di formato che fa exchange quando passa le email ad un client che usa IMAP. La conversione MIME ha le seguenti opzioni:

    • Text
    • HTML
    • HTML and alternative text
    • Enriched text
    • Enriched text and alternative text
    • Best body format (default)

    Domanda 1: quale di queste è la conversione più veloce (immagino text)?

    Domanda 2: questa conversione di formato è necessaria o la si può escludere?

    Nota a conferma del mio convincimento: a seguito della richiesta IMAP sul server si mettono in moto i processi store.exe (10-15%) e Microsoft.Exchange.Imap4.exe (4-6%); se non erro il servizio store.exe è quello che effettua quella conversione. L'esclusione di software di sicurezza non incide significativamente sulla risposta di exchange.

    Domanda 3: ho letto online che il processo store.exe dovrebbe espandersi in memoria in modo da aumentare le proprie prestazioni (come fa ad esempio sql)... sul mio server resta attorno ai 600MB anche se di RAM a disposizione ce ne è in abbondanza. Ho mancato la configurazione di qualche parametro?

    Domanda 4: ci sono altre strade per sveltire l'accesso IMAP a caselle di grandi dimensioni? (oltre ovviamente alla riduzione della dimensione delle mailbox)

     

    Grazie dell'attenzione.

    Ciao!

     


    giovedì 9 giugno 2011 10:11

Risposte

  • Non sono in loco e quella prova purtroppo avrò modo di farla solo fra
    qualche giorno concordandola col mio cliente

    Se riuscirai a farla... beh... fammi/facci sapere, sono veramente
    curioso
    di conoscere i risultati di tale test

    (posso invece liberamente accedere ai server e chiedere a qualche
    utente di fare semplici prove). Comunque ho il fortissimo sospetto,
    direi la quasi certezza, che quel software recuperi effettivamente
    l'intero archivio di posta.

    Se questa è una certezza, direi che "smanettare" con i settings di
    exchange NON sia una soluzione, al massimo potrà essere un
    workaround TEMPORANEO, ma... pensa a quando la mailbox
    crescerà ulteriormente, a quel punto... non credo che il workaround
    riuscirà a sopperire al problema; sinceramente...il mio consiglio è
    quello di attivare il logging, salvare i logs e poi inviare il tutto
    agli
    sviluppatori dell'applicazione spiegandogli che "forse" non hanno
    considerato il fatto che, al di fuori di un ambiente di test, con
    quattro
    emails in croce, l'applicazione presenti dei problemi ;-)

    • Contrassegnato come risposta Anca Popa martedì 14 giugno 2011 11:49
    giovedì 9 giugno 2011 12:43
  • Son qui, vi aggiorno.

    Nei giorni scorsi i tecnici che hanno fornito quel software che accede in IMAP ad exchange hanno simulato sui loro server una configurazione un po' meno che di test... bhè... devono aver riscontrato quanto lamentavamo... non so cosa ci sia stato nel mezzo ma oggi si sono presentati con una patch e, manco a dirlo, ora l'accesso è un razzo. Exchange non è stato modificato.

    Grazie del supporto.

    Ciao!

    • Contrassegnato come risposta Anca Popa martedì 14 giugno 2011 11:48
    martedì 14 giugno 2011 11:08

Tutte le risposte

  • latenza notevolissima, spesso il software va in time-out. La questione
    sembra dipendere dalla dimensione delle mailbox, alcune oltre i 20k
    messaggi. L'accesso alle mailbox con outlook in modalità exchange non
    presenta alcun problema. L'accesso IMAP a caselle più snelle (qualche
    migliaio di messaggi) non è immediato ma comunque accettabile.

    Mi sorge il dubbio che il software in questione richieda al server di
    recuperare tutti i messaggi (cosa che OL non fa) causando un tale
    comportamento; credo che prima di cercare altri workaround potresti
    abilitare il logging per il servizio IMAP seguendo queste indicazioni

    http://www.msexchange.org/articles_tutorials/exchange-server-2007/management-administration/managing-exchange-server-2007-log-files-part2.html

    fatto ciò, avvia OL ed apri una sessione IMAP su quell'account, poi,
    dopo aver chiuso OL, avvia il s/w "problematico" e fai la stessa cosa,
    a questo punto, disabilita il logging IMAP, apri il logfile generato
    e...
    guarda cosa sta combinando il "s/w" di diverso rispetto ad OL :D

    ciao

    • Proposto come risposta Anca Popa martedì 14 giugno 2011 10:27
    • Proposta come risposta annullata Anca Popa martedì 14 giugno 2011 11:49
    giovedì 9 giugno 2011 10:25
  • Non sono in loco e quella prova purtroppo avrò modo di farla solo fra qualche giorno concordandola col mio cliente (posso invece liberamente accedere ai server e chiedere a qualche utente di fare semplici prove). Comunque ho il fortissimo sospetto, direi la quasi certezza, che quel software recuperi effettivamente l'intero archivio di posta.

    Grazie della risposta.

    Ciao!

    giovedì 9 giugno 2011 11:19
  • Non sono in loco e quella prova purtroppo avrò modo di farla solo fra
    qualche giorno concordandola col mio cliente

    Se riuscirai a farla... beh... fammi/facci sapere, sono veramente
    curioso
    di conoscere i risultati di tale test

    (posso invece liberamente accedere ai server e chiedere a qualche
    utente di fare semplici prove). Comunque ho il fortissimo sospetto,
    direi la quasi certezza, che quel software recuperi effettivamente
    l'intero archivio di posta.

    Se questa è una certezza, direi che "smanettare" con i settings di
    exchange NON sia una soluzione, al massimo potrà essere un
    workaround TEMPORANEO, ma... pensa a quando la mailbox
    crescerà ulteriormente, a quel punto... non credo che il workaround
    riuscirà a sopperire al problema; sinceramente...il mio consiglio è
    quello di attivare il logging, salvare i logs e poi inviare il tutto
    agli
    sviluppatori dell'applicazione spiegandogli che "forse" non hanno
    considerato il fatto che, al di fuori di un ambiente di test, con
    quattro
    emails in croce, l'applicazione presenti dei problemi ;-)

    • Contrassegnato come risposta Anca Popa martedì 14 giugno 2011 11:49
    giovedì 9 giugno 2011 12:43
  • Non sono in loco e quella prova purtroppo avrò modo di farla solo fra
    qualche giorno concordandola col mio cliente

    Se riuscirai a farla... beh... fammi/facci sapere, sono veramente
    curioso
    di conoscere i risultati di tale test

    (posso invece liberamente accedere ai server e chiedere a qualche
    utente di fare semplici prove). Comunque ho il fortissimo sospetto,
    direi la quasi certezza, che quel software recuperi effettivamente
    l'intero archivio di posta.

    Se questa è una certezza, direi che "smanettare" con i settings di
    exchange NON sia una soluzione, al massimo potrà essere un
    workaround TEMPORANEO, ma... pensa a quando la mailbox
    crescerà ulteriormente, a quel punto... non credo che il workaround
    riuscirà a sopperire al problema; sinceramente...il mio consiglio è
    quello di attivare il logging, salvare i logs e poi inviare il tutto
    agli
    sviluppatori dell'applicazione spiegandogli che "forse" non hanno
    considerato il fatto che, al di fuori di un ambiente di test, con
    quattro
    emails in croce, l'applicazione presenti dei problemi ;-)

    Mi piace molto il tuo approccio!

    Provo ad organizzarmi col cliente e, se sarà possibile, posterò i risultati di questo test. Per il momento tengo la questione aperta.

    Grazie ancora!

    Ciao!

    giovedì 9 giugno 2011 16:20
  • riuscirà a sopperire al problema; sinceramente...il mio consiglio
    è quello di attivare il logging, salvare i logs e poi inviare il

    tutto

    agli sviluppatori dell'applicazione spiegandogli che "forse" non
    hanno considerato il fatto che, al di fuori di un ambiente di test,
    con quattro emails in croce, l'applicazione presenti dei problemi
    ;-)

    Mi piace molto il tuo approccio!

    Beh... più che un approccio è un'idea di massima e comunque,
    prima di tutto credo ti convenga controllare i logs per verificare
    che, in effetti, il problema sia quello che sospetti(amo) poi, se
    questo fosse il caso, potrai procedere

    Provo ad organizzarmi col cliente e, se sarà possibile, posterò i
    risultati di questo test. Per il momento tengo la questione aperta.

    Fai sapere per favore !

    giovedì 9 giugno 2011 16:29
  • Son qui, vi aggiorno.

    Nei giorni scorsi i tecnici che hanno fornito quel software che accede in IMAP ad exchange hanno simulato sui loro server una configurazione un po' meno che di test... bhè... devono aver riscontrato quanto lamentavamo... non so cosa ci sia stato nel mezzo ma oggi si sono presentati con una patch e, manco a dirlo, ora l'accesso è un razzo. Exchange non è stato modificato.

    Grazie del supporto.

    Ciao!

    • Contrassegnato come risposta Anca Popa martedì 14 giugno 2011 11:48
    martedì 14 giugno 2011 11:08