none
Windows Server 2016 configurare 2 server in ridondanza completa RRS feed

  • Domanda

  • Buonasera a tutti,

    Avrei Bisogno di tirare su un dominio con due server fisici ( identici entrambi con volume da 3 TB) configurati in ridondanza modo che se uno dei due avesse un disservizio gli utenti si potranno loggare al dominio in entrambi dovrenno fare da domain controller in modo che se uno dei due avesse un disservizio gli utenti si possano loggare al dominio, fin qui la situazione è semplice perchè posso aggiungere uno dei server come second domain controller e il gioco è fatto...

    I miedi dubbi riguardano le cartelle condivise che gli utenti utilizzano, vorrei fare in modo che il volume su cui sono presenti le cartelle condivise sia ridondato tra i due server, stavo testando la funzionalità di Cluster Failover Volume disponibile su windows , ma a quanto sembra cè bisogno di ulteriore terzo dispositivo che funnzioni da storage,ma non ne sono sciuro.

    Vorrei fare in modo di utilizzare solo i due server visto che di spazio ne ho in abbondanza, qualcuno di voi conosce questa funzionalità o un altra alternativa per ottenere una ridondanza completa tra due server?

    stavo pensando anche di utilizzare la funzionalità DFS distributed file system ma a quanto pare c' è un problema ovvero i file che rimangono aperti non vengono copiati..

    Grazie in anticipo

    domenica 1 settembre 2019 17:10

Tutte le risposte

  • Buonasera a tutti,

    Avrei Bisogno di tirare su un dominio con due server fisici ( identici entrambi con volume da 3 TB) configurati in ridondanza modo che se uno dei due avesse un disservizio gli utenti si potranno loggare al dominio in entrambi dovrenno fare da domain controller in modo che se uno dei due avesse un disservizio gli utenti si possano loggare al dominio, fin qui la situazione è semplice perchè posso aggiungere uno dei server come second domain controller e il gioco è fatto...


    Ciao. Ti stoppo subito. Sei partito troppo convinto. :-) Soprattutto perchè:

    - non si mettono fileserver su un DC, tantomeno si ridonda. Non funziona niente poi. Quindi qui hai già un problema, ti servono 4 sistemi operativi e 4 server. Non due. Perchè tra l'altro se Fileserver su DC sei in una situazione sconsigliata da Microsoft e dopo ti rogna se hai bisogno di supporto..per questo hanno inventato le due istanze virtuali per i sistemi server.

    - secondo, server fisici nel 2019? Ma perchè??

    Vuoi fare una cosa che abbia un senso (ed un funzionamento) corretto? bene. Prendi uno storage condiviso, ci piazzi 2 server con sopra un hypervisor e fai un cluster magari in HA. A quel punto ti serve 1 DC ed 1FS. Non hai bisogno di DFS, non hai bisogno di dubbi sulle cartelle, funziona tutto perfetto e ridondato e 3TB sono una pippata di tabacco come quantità di dati. Muore un nodo? l'altro prende in carico le VM.

    Ti boccio di peso il server fisico..e vedrai che anche i colleghi se intervengono ti diranno lo stesso. Nell'era del virtuale il fisico non ha più ragione di esistere. Non conosci la virtualizzazione? Nessun problema, ti fai dare una mano..ma non dare al cliente una cosa vecchia di 10 anni, perchè il primo sysadmin esterno che lo vede ti flamma :-). Se vuoi idee sull'HA non ci sono problemi a dirti cosa ti serve. Io però uso VMware, non Hyper-v. 

    ciao!

    A.

    lunedì 2 settembre 2019 09:08
    Moderatore
  • Assolutamente d'accordo...da best practices sullo stesso sistema operativo del DC non dovrebbe venire installato alcun ruolo aggiuntivo, senza contare i vantaggi che ci sono nell'implementazione di un DC virtuale il che, attualmente, rende decisamente sconveniente una installazione di tipo fisico.
    lunedì 2 settembre 2019 19:37
    Moderatore
  • Buongiorno,
    inanzitutto grazie dei consigli
    avevo pensato anche io 
    Di installare tutto su due server fisici con sopra un hypervisor proxmox o Wmware da mettere in cluster HA, ma il cliente in questo caso è un cliente particolare.
    Ha instito per fare il tutto con due macchine fisiche che tra l'altro sono gia state acquistate con tanto di doppia licenza, comunque potri ancora farlo...
    Tanto per precisare il volume da condividere contiente meno di 100 GB e contiente sottocartelle con principalmente documenti  su cui lavorano gli  utenti con i vari permessi per ogni gruppo, è una semplice share, il tutto su un vecchio win server 2003
    In più c'è qualche software di contabilità che andrà installato con annessi archivi DB , ora vista la situazione che mi ritrovo pensavo a due soluzioni , 
    Su entrambe le macchine installo ProxMox (il costo della licenza wmware non era prevista) e creo una VM che faccia da DC e che abbia la cartella condivisa sopra e i programmi installati ( senza installare il ruolo file server).
    E creo il cluster in HA
    Come la soluzione 1 però installo 2 VM una DC  e programmi stampanti, l'altra che faccia da File server. E creo il cluster in HA
    Installo su entrambe le macchine Windows server una come DC primario e l' altra DC secondario su entrambe abilito Hyper-V e creo una VM che faccia da Fileserver e programmi installati, e la configuro in cluster HA tra i due Hyper-V (ammesso che si possa fare)
    Conoscendo il cliente credo che propenderá per quest'ultima

    La cosa che mi preoccupa per tutte le configurazioni in questione è la possibilità di split brain..

    Voi che ne pensate calcolando che ho due hardware identici e DEVO utilizzarli , una di queste tre opzioni o possibili alternative?

    Grazie mille


    • Modificato ERKDRVN mercoledì 4 settembre 2019 13:25
    mercoledì 4 settembre 2019 13:23
  • Ciao..non hai capito NON puoi mettere 2 DC identici sulle 2 macchine, non funziona. Quel che puoi fare al massimo è fare un DC ed un DC secondario sulla seconda ma uno solo deterrà i master roles ed in caso di guasto di quello è una rogna comunque. Quindi 1 scartata.

    La 2 va bene, ma ti serve comunque uno storage condiviso in un qualche modo, virtuale o fisico che sia, magari utilizzando storage spaces..ma non ho mai usato questa strada.

    La 3 non è percorribile comunque, il DC no può essere anche una base di virtualizzazione, non va il networking.

    Lo split brain non so cosa intendi, se intendi il discorso DNS non è un problema, hai 1 solo DNS..la struttura è una sola e si "sposta" da un host all'altro.

    Trovo però senza che tu ti offenda che c'è molta confusione in questo progetto, perchè ti sei impuntato a volerlo fare con la struttura che hai e detto chiaramente, non funzionerà. I cluster a 2 macchine fisiche venivano fatti una volta con un cavo di interconnessione diretta ma c'era comunque sempre un testimone. 

    Il discorso del cliente particolare che s'è già comprato l'hardware mi può anche stare bene, ma lo prendo a beneficio d'inventario, perchè se poi qualcosa non va sei tu che ne ripondi. Ed "il cliente è particolare" lo sento tutti i giorni. Guidi tu, non il cliente. A meno che non gli abbia fatto comprare tu i 2 server...allora è diverso.

    Il mio miglior consiglio se non vuoi spendere soldi in una licenza Vmware è usare la hyper-v replica. Non è in tempo reale ma perdi pochi minuti in caso di down. Dai una bella lettura al link che ti metto sotto, questo risolve i tuoi problemi in maniera professionale, attuale e funzionante.

    https://blogs.technet.microsoft.com/canitpro/2013/04/07/step-by-step-virtual-machine-replication-using-hyper-v-replica/

    Ciao!

    A.

    mercoledì 4 settembre 2019 13:50
    Moderatore
  • Ok,mi sto leggendo il link che mi hai inviato, comunque  forse non mi sono spiegato bene la funzione che vorrei utilizzare con proxmox nella soluzione 1 non consiste nel creare due 2 domain controller identici ma sarebbe equivalente all hyper-v replication ovvero la macchina con il domain controller è una sola ma viene replicata tra i due hypervisor proxmox (proxmox ha funzioni simili a vmware soltanto che è opensource).

    Quindi acquistando licenze vmware dici che potrei risolvere, calcolando che con 2 hypervisor proxmox posso fare le stesse cose che potrei fare con due hypervisor vmware Esxi versione completa, che configurazione mi consiglieresti immagginando di avere le licenze ?

    l' opzione che io ho indicato come 3 invece di installare i due domain controller e poi hyperv , posso installare windows base , poi sopra hyper-v una macchina che fà da DC ed una che contiene il file server  e utilizzare hyper-v replication oppure mi consigli di installare direttamente hyper-v bare metal?

    split brain intendo che potrebbe succedere in questi casi che nessuna delle due macchine ha un guasto ma per qualche motivo gli hypervisor non comunicano piu tra di loro,continuano a funzionare entrambi, e ognuno di loro comunica con una parte dei client, gli utenti continuano a lavorare e praticamente si vengono a creare due vm con dati differenti sopra che non si possono più sincronizzare/replicare.

    mercoledì 4 settembre 2019 14:40
  • Se usi Hyper-v replica non ti servono licenze. Proxmox lo lascio dove sta. Roba opensource sui miei clienti non ci va, se poi non funziona non hai supporto e la colpa è solo tua, così non hai nemmeno problemi di "split brain" termine che secondo me non utilizzi correttamente.

    ciao!

    A.

    mercoledì 4 settembre 2019 15:09
    Moderatore
  • Ok grazie, Hyper-V mi consigli di installarlo sulle macchine direttamente " bare metal" oppure installare windows e da li lanciare l'hypervisor?

      Comunque nell' infrastruttura ho a disposizione anche un qnap nuovo con hdd sata che potrebbe fungere da storage per creare un cluster ma essendo sata i dischi mi sembra un peccato visto che quelli sul server sono SAS , quello storage non mi convince ora non ho il modello sottomano ma mi sembra piu adatto per i backup..

    proxmox cè cè possibilità di ottenere supporto a pagamento, però comunque il discorso che fai tú ha senso perché quando ho avuto problemi con quello diciamo  non è stato facile risolvere perché la maggior parte delle impostazioni gli vanno date da bash..

    splitbrain è un termine che usano gli anglofoni per descrivere ciò che ho descritto io, però se pensi che non lo utilizzo "correttamente" io sono sempre pronto sentire altre campane, non si smette mai di imparare ;)

    Grazie mille del supporto 

    • Modificato ERKDRVN mercoledì 4 settembre 2019 21:25
    mercoledì 4 settembre 2019 17:35

  •   Comunque nell' infrastruttura ho a disposizione anche un qnap nuovo con hdd sata che potrebbe fungere da storage per creare un cluster ma essendo sata i dischi mi sembra un peccato visto che quelli sul server sono SAS , quello storage non mi convince ora non ho il modello sottomano ma mi sembra piu adatto per i backup..


    ehhhh?? no. Il Qnap come storage condiviso no :-) in iscsi poi.... Lascia stare. Usa i server. Se metterli in modalità core o desktop experience per poi installare il ruolo vedi tu. Io se devo fargli fare solo hyper-v meno console grafiche ci sono meglio è, annulli le tentazioni ;-). ed è più leggero anche, poi lo gestisci con l'hyper-v manager, ma forse come prima esperienza fai meglio con il sistema full.

    Comunque, prima di fare qualsiasi cosa in questo senso fatti una struttura di test e prova qualsiasi soluzione decidi poi di implementare.

    Good Luck.

    ciao!

    A.

    giovedì 5 settembre 2019 06:55
    Moderatore