none
In Exchange server 2013 come faccio a scaricare la posta dal provider ISP usando il protocollo POP3? RRS feed

Risposte

  • Devi usare un sw di terze parti.

    Ciao,


    Dario Palermo

    • Contrassegnato come risposta Roberto Ballada mercoledì 23 gennaio 2013 09:25
    martedì 22 gennaio 2013 17:13
  • Qui trovi una lista con alcuni connettori POP3 di terze parti compatibili anche con Exchange 2013:

    http://www.msexchange.org/software/POP3-Downloaders/

    • Contrassegnato come risposta Roberto Ballada mercoledì 23 gennaio 2013 09:25
    martedì 22 gennaio 2013 17:26
  • Proprio perchè si tratta di un mail server così importante (e costoso, se vogliamo) credo che non ritengano molto probabile che venga utilizzato ai giorni nostri, considerato il netto calo dei prezzi dei servizi di connettività ad uso aziendale, da organizzazioni che non ne siano provviste.

    Ed in effetti anche sotto il profilo tecnico hanno ragione: un mail server in casa limitato da una connessione ad internet inadatta è un controsenso.

    Il vecchio connettore POP3, tra l'altro, era una schifezza, tant'è vero che sono spuntati come funghi i sw commerciali di terze parti... ;)

    La pubblicazione del server è sicuramente la strada da seguire. Se temi per la sicurezza puoi affidarti a diverse soluzioni, sia in house che in cloud. Normalmente io vado per due livelli di firewall e l'edge server nel mezzo. Dai però anche un'occhiata alla soluzione in cloud di Microsoft (puoi tenerti il server in casa e far filtrare a loro lo spam)...

    Ciao,

     

    Dario Palermo

    • Contrassegnato come risposta Roberto Ballada mercoledì 23 gennaio 2013 16:42
    mercoledì 23 gennaio 2013 10:45

Tutte le risposte

  • Devi usare un sw di terze parti.

    Ciao,


    Dario Palermo

    • Contrassegnato come risposta Roberto Ballada mercoledì 23 gennaio 2013 09:25
    martedì 22 gennaio 2013 17:13
  • Qui trovi una lista con alcuni connettori POP3 di terze parti compatibili anche con Exchange 2013:

    http://www.msexchange.org/software/POP3-Downloaders/

    • Contrassegnato come risposta Roberto Ballada mercoledì 23 gennaio 2013 09:25
    martedì 22 gennaio 2013 17:26
  • Vi ringrazio per le risposte ricevute.

    Mi rimane un dubbio: quale sarà mai la ragione, spero non commerciale, per cui un SW di diversi GByte, che necessita di un HW decisamente impegnativo, che tra l'altro costa migliaia di €, e che dovrebbe servire per inviare e ricevere mail, non ha il connettore POP3?

    Il connettore POP3 lo sto usando sul vecchio SBS 2000, e non mi risulta abbia mai dato grossi problemi.

    Ho cercato di documentarmi e mi pare che anche le versioni successive di exchange avessero il connettore POP3, compreso l'ultimo SBS.

    Tra le altre cose che ho letto nel frattempo c'è anche il suggerimento di pubblicare il server e ricevere direttamente le mail, ma in questo caso quali accorgimenti si devono adottare per garantire la sicurezza?

    Se pubblico il server a quali problemi vado incontro?

    Basta un buon firewall HW ed un SW antispam, oltre ovviamente al backup, per poter stare tranquilli o serve altro? 

    Ringrazio anticipatamente

    Roberto Ballada

    mercoledì 23 gennaio 2013 10:17
  • Proprio perchè si tratta di un mail server così importante (e costoso, se vogliamo) credo che non ritengano molto probabile che venga utilizzato ai giorni nostri, considerato il netto calo dei prezzi dei servizi di connettività ad uso aziendale, da organizzazioni che non ne siano provviste.

    Ed in effetti anche sotto il profilo tecnico hanno ragione: un mail server in casa limitato da una connessione ad internet inadatta è un controsenso.

    Il vecchio connettore POP3, tra l'altro, era una schifezza, tant'è vero che sono spuntati come funghi i sw commerciali di terze parti... ;)

    La pubblicazione del server è sicuramente la strada da seguire. Se temi per la sicurezza puoi affidarti a diverse soluzioni, sia in house che in cloud. Normalmente io vado per due livelli di firewall e l'edge server nel mezzo. Dai però anche un'occhiata alla soluzione in cloud di Microsoft (puoi tenerti il server in casa e far filtrare a loro lo spam)...

    Ciao,

     

    Dario Palermo

    • Contrassegnato come risposta Roberto Ballada mercoledì 23 gennaio 2013 16:42
    mercoledì 23 gennaio 2013 10:45