none
Contesto: applicazione Windows Dettagli: Il journal delle modifiche al volume non è attivo. (HRESULT : 0x8007049b) RRS feed

  • Discussione generale

  • Il mio disco GPT da 1 Tera  ha cinque partizioni primarie delle quali: 1) Efi; 4) OEM; (C:) volume di sistema; (D:) DATI; (E:) Backup. Il disco C: sembra non avere problemi, ma su D:) e E:) con il check di CHKDSK, in prima istanza, si interrompe con un errore sconosciuto dopo la Fase 1 e ritorna al propmt. Ripetendo il comando CHKDSK i due volumi sembrano essere tornati al loro normale funzionamento.Il guaio è che l'errore si ripete ad ogni riaccensione del mio notebook.Il Visualizzatore eventi dà a sua volta una descrizione meno ermetica dell'errore, identica per le due partizioni:

    - System
    - Provider
    [ Name] Microsoft-Windows-Search
    [ Guid] {CA4E628D-8567-4896-AB6B-835B221F373F}
    [ EventSourceName] Windows Search Service
    - EventID 3079
    [ Qualifiers] 49152
    Version 0
    Level 2
    Task 3
    Opcode 0
    Keywords 0x80000000000000
    - TimeCreated
    [ SystemTime] 2019-07-17T02:56:57.506965600Z
    EventRecordID 15442
    Correlation
    - Execution
    [ ProcessID] 0
    [ ThreadID] 0
    Channel Application
    Computer LAPTOP-S68UGFTN
    Security
    - EventData
    ExtraInfo Contesto: applicazione Windows Dettagli: Il journal delle modifiche al volume non è attivo. (HRESULT : 0x8007049b) (0x8007049b)
    VolumeName

    E:\

    dove il GUID corrisponde a %SystemRoot%\system32\tquery.dll

    mercoledì 17 luglio 2019 03:16

Tutte le risposte

  • Installa un crystaldiskinfo e vedi il risultato.

    senza comunque stare tanto a perderci tempo se io disco non passa il check lo butti a favore di uno nuovo.

    Un disco insicuro è una sicura perdita di dati.

    ciao.

    A.

    mercoledì 17 luglio 2019 18:08
  • Purtroppo o per fortuna ha passato il check (anche per crystaldiskinfo e per Intel Rapid Storage) non è un problema hardware. Purtroppo è un problema software, ma anche per foruna perchè Il mio notebook non si può aprire.

    OT: Non ha uno sportello per l'hard disk. ho tentato di aprirlo, avevo anche le (d)istruzioni ufficiali del produttore per il suo smontaggio completo, ma ho dovuto rinunciare per non distruggere il case o peggio. C'era, secondo le stesse istruzioni, un modello identico in tutto, ma con l'aggiunta di uno sportellino inferiore, praticamente mai entrato in produzione. Questo per quanto i produttori vogliano rendere la vita difficile ai loro clienti, una volta scaduta la garanzia e in presenza di un guasto meccanico, oppure anche per impedir loro di procedere ad un upgrade dell'hardware. Un modo per costrigerli a cambiar notebook, con le cosiddette agevolazioni se dai dentro il vecchio. Questa è una risposta che contiene molto OT, ma non rinuncerò mai a dire peste e corna dei produttori di hardware e di software, con le loro politiche sempre più esose e vessatorie contro i loro stessi clienti.

    Fine OT: resto in attesa di qualche anima buona con una soluzione per il mio problema

    giovedì 18 luglio 2019 11:17
  • Un notebook che non si apre non esiste. Esistono unibody complessi da aprire che richiedono skill particolari e capisco se non vuoi avventurarti.

    Ora, analizziamo il tuo problema:

    L'errore negli eventi all'apertura cosa ti comporta? malfunzionamenti? comportamenti strani?

    Se la risposta è no te lo tieni così.

    Se la risposta è si lo cambi.

    Vuoi fare una prova? backup e rasi via tutto e rimetti su da zero e vedi cosa succede.

    Scusa se sono troppo diretto. Ma oltre ad essere una società di recupero dati dal 2013, "gravito" nel campo da troppo per investire tempo su un disco che segnala errori random sui check anche se la macchina costa 3.000€ ed ha un anno e mezzo.

    Su un utente consumer potresti investire tutto il tempo del mondo a cercare una soluzione che tra l'altro non esiste, perchè se il disco traballa va cambiato e basta. Questo però è un forum per professionisti IT.

    Nel nostro mondo il "forse" non esiste, men che meno quando si parla di dati. Un disco così ti deve far suonare un campanello d'allarme grande come una casa.

    Quindi torniamo a di cui sopra. A o B. Dubito che qualcuno ti trovi un'alternativa alle 2 a meno che non si sia inventato un modo per riparare dischi a distanza e dare una sicurezza al prossimo, in quel caso lo vorrei assumere. ;-) Mi spiace. Ma il disco è la cosa più critica, non ci sono vie di mezzo.

    PS salva tutto...sicuramente l'hai già fatto...ma si sa mai!

    Ciao!

    A.

    giovedì 18 luglio 2019 14:14
  • Vuoi fare una prova? backup e rasi via tutto e rimetti su da zero e vedi cosa succede.

    Penso che sarà sia l'ultima sia la prima cosa che farò: le ho già provate tutte, dunque mi resta solo quest'ultima soluzione. By the way: non sono un utente consumer, ma nei forum di Microsoft non Technet ho già trovato domande per l'identico problema. Evito solitamente di qualificarmi come sistemista, poiché non ho mai sostenuto gli esami di Microsoft, tuttavia era il ruolo che esercitavo nell'azienda che si avvaleva della mia collaborazione. Ora sono in pensione, ma mi tengo aggiornato, per quanto mi permettono gli impegni familiari.

    L'alternativa (impossibile o meglio attualmente inesistente, visto che nessuno l'ha ad oggi pubblicata, oppure non sono stato capace di trovarla) sta nella configurazione delle sicurezze, così a naso. Il fatto accade quando l'utente si disconnette via software a mezzo delle scelte dello Start: Esci, Arresta il sistema, Riavvia il sitema. Ho configurato il pulsante dell'alimentazione per lo spegnimento del notebook (a scanso di equivoci: una breve pressione, non una pressione continua): alla riaccensione tali errori non compaiono. Ovviamente lo spegnimento avviene in modo ibrido, vi è un hiberfil.sys.

    Ringrazio comunque Alessandro Vannini, anche per la sua assertività, oltre che per la tempestività delle sue risposte.

    venerdì 19 luglio 2019 14:20
  • Guarda, i pezzi di carta son solo pezzi di carta :-) non fanno di nessuno un sysadmin.

    Se hai fatto il sysadmin anche solo per un po sai che esiste un'altalena dove da una parte c'è il problema, dall'altra il tempo di risoluzione e deve restare in equilibrio.

    Naturalmente essendo in pensione il problema "tempo" non c'è. Questo però è un forum gestito da indipendent non di Microsoft su problemi di solito legati a macchine in produzione, quindi oltre ad avere tutti noi poco tempo il problema solitamente è un incendio da spengere.

    Visto in quest'ottica il tuo problema diventa gestibile solo in pochi modi che non spostino l'altalena "tempo" irrimediabilmente verso il basso.

    Ti dico quindi, se non ti crea problemi puoi tenerlo così. In caso negativo prova un'installazione pulita...ma quel disco non mi convince per niente.

    Detto questo sei il benvenuto, se hai altri problemi postali pure, ci proviamo, se vuoi anche cambiare il nome a noi piace sapere con chi parliamo, ma vedi tu..è che "utente disperato" era troppo consumer.

    unica cosa le soluzioni spesso sono on\off..difficilmente i post durano molto..a parte dove litighiamo (ogni tanto capita) e dove c'è davvero qualcosa di invincibile. 

    Ciao!

    A.

    venerdì 19 luglio 2019 14:42