none
Invio email con account esterno al dominio RRS feed

  • Discussione generale

  • Salve a tutti, ho configurato un server Exchange 2013 con un connettore POP3 (POP3Connex) che funziona alla perfezione

    le mail indirizzate ad esempio a gmail,libero, o altri domini esterni vengono regolarmente depositate nelle varie cassette postali degli utenti AD (user1@miodominio.com, user2@miodominio.com etc..)

    la mia domanda è se posso rispondere (reply) a una mail che mi è stata recapitata da un dominio esterno (p.e. @gmail.com) con lo stesso account di Gmail al posto di @miodominio.com

    questo senza creare altri account in outlook (ovvero mantenedo solo l'account @miodominio.com)

    ho trovato qualcosa che forse potrebbe svolgere questa funzione sul sito di Popcon, si tratta del programma "ChangeSender" ma chiedevo se ci fosse qualcosa di free o in alternativa una configurazione di Exchange/Outlook per ovviare (o anche un add-on)

    grazie


    • Modificato gabrigabra giovedì 11 dicembre 2014 07:59 -
    giovedì 11 dicembre 2014 07:55

Tutte le risposte

  • Ciao, per default puoi ricevere con N indirizzi ma spedire con uno solo. Ti stavo appunto suggerendo changesender del buon Claus, funziona bene anche se personalmente non amo il discorso di usare mail diverse per le risposte. 

    Comunque risolve il tuo problema.

    Ciao.

    A.

    giovedì 11 dicembre 2014 13:22
    Moderatore
  • Grazie per la conferma.

    Soluzioni free? o eventuali workaround, plug-in

    giovedì 11 dicembre 2014 13:36
  • Workaround qui non ne trovi, solo soluzioni supportate. Se proprio aggiungi account in outlook disabilitando la ricezione e cassando il file di dati che crea così butta tutto in Exchange.

    Soluzioni free nemmeno l'ombra. By design i server exchange sono sempre stati sul modello americano: 1 uomo 1 mail (che trovo giustissimo) poi noi Europei abbiamo 10 caselle a testa ma è un discorso solo nostro. ;-)

    Ciao.

    A.

    giovedì 11 dicembre 2014 13:44
    Moderatore
  • Ciao,

    ti chiedo solo se hai già provato a modificare da Outlook l'indirizzo del mittente. lo screenshot sotto è di Outlook in inglese ma rende l'idea:

    Sono anni che non mi occupo di Exchange ma secondo me dovrebbe funzionare. Potrebbe però succedere che il destinatario riceva una mail con mittente Indirizzo1 on behalf of Indirizzo2 . Indirizzo1 sarebbe il default From address del tuo account Exchange. L'unico modo per ovviare a questo inconveniente dovrebbe essere quello di  inoltrare le mail in uscita all'SMTP competente per il dominio (es. gmail.com) senza sfruttare l'SMTP del tuo sistema Exchange. Non so se si può fare con i sistemi Exchange attuali, molti anni fa lo facevo con SBS Server.

    Comunque, se non lo hai fatto prova, costa poco :-) Uso abitualmente questo servizio con Outlook.com per concentrare vari indirizzi e-mail personali e funziona come ti ho detto.

    Ciao

    Alberto

    giovedì 11 dicembre 2014 18:29
  • Si ma attezione Alberto, non confondiamo l'aggiunta di un mittente send on behalf che implica che esista una casella postale associata ad una mail rispetto ad inviare con una mail di gmail, libero o chicchessia al di fuori dell'organizzazione, il send as e send on behalf funziona solo con mail associate a cassette postali, se li ci metti una mail qualsiasi non hai l'autenticazione smtp per spedirla e non andrà mai. Ciao. A.
    giovedì 11 dicembre 2014 21:38
    Moderatore
  • Ciao Alessandro, non ho più le competenze specialistiche su Exchange per ricostruire tutto il giro necessario, per questo ho suggerito una prova. Probabilmente non funzionerà perché l'account Exchange dovrebbe essere associato al relativo alias @gmail.com e la cosa andrebbe gestita in qualche modo. Sono configurazioni che ho gestito molti anni fa su SBS Server quando le piccole aziende iniziavano a creare domini propri. Magari erano partite qualche hanno prima con indirizzi su provider pubblici (es. tin.it) e si volevano gestire entrambi i servizi con il proprio server.

    Quello che posso darti per certo è che Outlook.com anche oggi funziona così, permette di scaricare più mailbox tramite il proprio account Hotmail/Windows Live e rispondere anche per questi domini. Esiste anche la possibilità tecnica di inviare in modo diretto senza send on behalf inoltrando i messaggi in uscita all'SMTP del dominio di competenza. Sicuramente Outlook.com si basa su Exchange ma non escludo che per la gestione degli email account esterni usino un connector specifico.

    Ciao

    Alberto

    venerdì 12 dicembre 2014 00:24
  • Nessun problema Alberto, però l'utilizzo dell'online è un po diverso dall'on premise. Sull'online puoi indirizzare le mail di altri gestori come alias (come succede in google anche) sull'on premise invece la mail deve essere associata ad una mailbox, per questo hanno inventato il changesender, perchè il problema se così lo vogliamo chiamare c'è da un po di tempo. Uno volendo potrebbe anche mettersi la casella gmail associata ad una mailbox interna e poi usare il send as agganciando poi la casella come secondo account ma è un po un accrocchio...

    Ciao.

    A.

    venerdì 12 dicembre 2014 13:26
    Moderatore
  • Ciao,

    quello che vuoi fare tu si chiama "spoofing". Il sistema di posta del destinatario si vedrebbe ricevere una mail da un server di posta che non è autorizzato a spedire per quei domini di posta (gmail, libero, ecc...) e lo rifiuterebbe.

    Se bastasse modificare il campo "FROM" gli spammers ci andrebbero a nozze :-)

    Un conto e fare il download di mail da mailbox esterne, con tool di terze parti, un conto è spedire presentandosi con email address "fasulli".

    Roberto


    IT Consultant | Microsoft MCTS MCITP MCSA MCSE MCT

    lunedì 22 dicembre 2014 11:21
    Moderatore
  • Chiedo scusa ma non volevo sicuramente proporre a nessuno di fare spoofing, mi dispiace per il malinteso. Come ho scritto la mia proposta si basa su esperienze di connector per Exchange visti molto tempo fa sulla piattaforma Small Business Server di MS. Il connector di allora permetteva di impostare i riferimenti POP3 ed SMTP delle mailbox esterne da associare a caselle Exchange del proprio dominio. Ora è probabile che le possibilità siano cambiate ma come dicevo è essenziale che durante l'invio i messaggi del dominio esterno (nel caso si parlava di Gmail) siano inoltrati al server SMTP competente. Non può essere il mio dominio di posta a spedire messaggi per Gmail, questo sicuramente sarebbe spoofing.

    lunedì 22 dicembre 2014 11:58
  • Ok, ora è più chiaro :-)

    Roberto


    IT Consultant | Microsoft MCTS MCITP MCSA MCSE MCT

    lunedì 22 dicembre 2014 13:16
    Moderatore