locked
INSTALLAZIONE AVANZATA RRS feed

  • Domanda

  • In fase di installazione, attraverso il file unattend, XP era in grado di gestire autonomamente e senza errori
    il riposizionamento delle cartelle di sistema. Ora, Windows 7  non permette tale opzione.
    Siccome ritengo sia importante poter scegliere come suddividere le cartelle di sistema (così come per Linux),
    vorrei sapere se c'è qualche scappatoia in tal senso. Ho provato ad utilizzare l'audit mode, ad esportare i
    file hive sosituendo manualmente TUTTE le posizioni delle cartelle sistema, reimpostando tutto col comando reg: alcune funzionalità sono ok, altre tipo esplora risorse ed ie8/9 no. E' importante a mio avviso permettere ai tecnici di accedere ad un menù di installazione complesso per poter configurare al meglio il s.o. scegliendo cartelle sistema, partizionamento
    avanzato, servizi da avviare etc. La stabilità del s.o. utilizzando i sistemi di installazione avanzati, senza perdere tempo a creare
    cd di installazione personalizzati cercando di "manipolare" la source, aumenta in maniera sensibile.
    L'immagine  di Microsoft  Windows è minata giornalmente e costantemente dall'incompetenza degli installatori (me compreso), i quali si limitano a "Premere un tasto per avviare da cd". Ok, va bene la semplicità di installazione, ma se io tecnico devo fornire un
    sistema particolare ad'un azienda (es. simulazione meccanica, editing audio-video o similari), come faccio a star tranquillo
    sapendo che prima o poi verrò chiamato perchè il sistema rallenta o ci sono servizi che si avviano quando non servono.
    Premere un tasto va bene, ma almeno un menù di installazione avanzato per i meticolosi.
    Configurazione che mi servirebbe: C Windows part. primaria, D Program Files-Program Data-Common Files,
    E Users ,F Swap . Risultati da prove varie: cartelle doppie, link errati, esplora risorse non
    correttamente funzionante.
    Grazie per eventuale risposta e presa in considerazione.

    giovedì 15 dicembre 2011 08:31

Risposte

  • Problema risolto: avevo il problema di personalizzare la posizione delle cartelle sistema di default. Dovo varie prove, sono riuscito a "fregare" sia windows 7 che server 2008 R2:

    - ho creato un file unattend per forzare l'audit mode (server r2 non crea utenti a fine installazione);

    - ho effettuato tutti gli aggiornamenti correnti in audit mode;

    - ho corretto il registro lm, sempre in audit mode;

    - ho spostato tutte le cartelle di sistema, lasciando una copia di sicurezza nella posizione originale (cancellate poi), sempre in am;

    - ho finito di installare.

    I link sono corretti, esplora risorse non va in tilt, windef ok, così come il resto. I programmi, i file comuni e quelli libertini, si installano correttamente dove preferisco. Mi basterà ora far deframmentare di tanto in tanto la partizione di sistema da 50 GB. Attenzione però agli aggiornamenti...

    E' una fesseria, ne sono consapevole, ma il sistema così installato (dal mio punto di vista), non ha più bisogno di essere sottoposto agli smanettamenti a cui a volte siamo portati sia noi che i clienti.

    mercoledì 21 dicembre 2011 11:41

Tutte le risposte

  • Ciao, in pratica vuoi fare un'installazione linux-style su un sistema Windows. (Partizione di swap?!?) Windows 7 è fatto apposta per tenersi la sua partizione di system (quella da 100mb iniziale) che ti permette poi un facile ripristino ed una capacità di spostamento\riposizionamento delle partizioni, sistema compresa. Mi sa che quello che vuoi fare non è attuabile su un sistema Windows 7. Se il sistema rallenta successivamente è per via di applicativi e successive installazioni, al massimo possono influire le shadow copies. Vedo che vorresti anche scindere le cartelle utente dal disco principale ma non nella partizione dati. Sinceramente non so che tipo di prestazioni potresti avere avendo 4 partizioni rispetto alla classica 1 sistema\2dati. Capisco il discorso di non avere nulla sulla principale...ma il problema con 7 ce l'hai se salta il disco fisico (e li anche 10 partizioni non cambiano) con il restore che ha mai avuto un problema nemmeno a salvare il sistema compromesso (e grazie...la tecnologia l'hanno comprata dalla SysInternals che faceva ERD...). Quindi ti dico, secondo me non si può fare quello che vuoi tu, magari sbaglio, ma vuoi proiettare un'idea di un sistema su un'altra...e siamo nel 2012, MS i passi avanti li ha fatti e parecchi..capisco che windows xp lo permetteva...ma quando si bloccava il recupero era "leggermente" più brigoso..

    A.

    lunedì 19 dicembre 2011 13:55
    Moderatore
  • Ti posso essere di aiuto solo per la directory user, per le directories di sistema non ho mai approfondito la cosa, inoltre nutro delle perplessità sul cambiare "troppo" le cartelle di sistema, penso che prima o poi possano verificarsi dei "side effects" non prevedibili, temo anche, che il support di microsoft non risponda in caso di modifiche radicali al layout del file system...

    Volevo anche farti presente che linux/unix stesso , con il progetto LSB "linux standard base" ha iniziato a definire uno standard sull'organizzazione del file system "Filesystem Hierarchy Standard" (attualmente siamo FHS 3.0 d1), avere uno standard di riferimento è un valore aggiunto.
    La difformità fra le varie distribuzioni (es. debian/redhat/gentoo...), fra i vari unix (es. System V / bsd), è diventato un problema sia per noi sistemisti sia per chi sviluppa applicazioni...

    Ma torniamo al problema, a breve insieme ad alcuni colleghi valuteremo come passare da una configurazine tipo, 1part sistema / programmi , 2part dati, 3part pagefile con tools ripristino ed eventuale immagine ad una con la User spostata dalla partizione di sistema a quella Dati (2part) e poi analizzeremo vantaggi e svantaggi della soluzione.

    L'idea seguirà due percorsi, uno sfruttando i junction point e l'altro agendo sulle chiavi di registro.

    link x junction
    http://lifehacker.com/5467758/move-the-users-directory-in-windows-7

    link x chiavi di registro
    http://technet.microsoft.com/en-us/library/cc759194(WS.10).aspx
    http://support.microsoft.com/kb/242557
    http://joshmouch.wordpress.com/2007/04/07/change-user-profile-folder-location-in-vista/


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it





    martedì 20 dicembre 2011 00:43
    Moderatore
  • Problema risolto: avevo il problema di personalizzare la posizione delle cartelle sistema di default. Dovo varie prove, sono riuscito a "fregare" sia windows 7 che server 2008 R2:

    - ho creato un file unattend per forzare l'audit mode (server r2 non crea utenti a fine installazione);

    - ho effettuato tutti gli aggiornamenti correnti in audit mode;

    - ho corretto il registro lm, sempre in audit mode;

    - ho spostato tutte le cartelle di sistema, lasciando una copia di sicurezza nella posizione originale (cancellate poi), sempre in am;

    - ho finito di installare.

    I link sono corretti, esplora risorse non va in tilt, windef ok, così come il resto. I programmi, i file comuni e quelli libertini, si installano correttamente dove preferisco. Mi basterà ora far deframmentare di tanto in tanto la partizione di sistema da 50 GB. Attenzione però agli aggiornamenti...

    E' una fesseria, ne sono consapevole, ma il sistema così installato (dal mio punto di vista), non ha più bisogno di essere sottoposto agli smanettamenti a cui a volte siamo portati sia noi che i clienti.

    mercoledì 21 dicembre 2011 11:41
  • Grazie per aver condiviso la soluzione con la community :-)

    Anca Popa Follow ForumTechNetIt on Twitter

    Evento 36888 origine Schannel su Windows Server 2008 R2 con IIS

    Microsoft offre questo servizio gratuitamente, per aiutare gli utenti e aumentare il database dei prodotti e delle tecnologie. Il contenuto viene fornito “così come è” e non comporta alcuna responsabilità da parte dell'azienda. 

    mercoledì 21 dicembre 2011 13:12