none
Archiviazione Mail Condivise RRS feed

  • Discussione generale

  • Buongiorno a tutti

    scrivo per un problema di questo tipo

    in azienda abbiamo office 365 business premium

    nella casella postale di un indirizzo condiviso (commerciale@...) abbiamo salvato tante sottocartelle, una per ogni cliente che abbiamo, e dentro abbiamo salvato tutti i messaggi di questo cliente.

    il numero totale di sottocartelle oggi supera le 500, l'accesso alla casella condivisa commerciale@ ce l'hanno 5 utenti che devono poter salvarci dentro ognuno per i clienti di sua competenza.

    non riusciamo a gestire una situazione di questo tipo. non tutti gli utenti vedono tutte le cartelle, nè tutti i messaggi

    dal centro di servizio microsoft ci hanno detto che è un problema di troppe sottocartelle (stiamo usando la modalità cache di outlook per renderlo più veloce) e ci hanno consigliato di provare la licenza tipo enterprise 3 per poter gestire l'archivio di exchange online anche su outlook (forse ho capito male io)

    io non capisco onestamente in che cosa la enterprise E3 potrebbe essere migliorativa della nostra business premium in questo campo, e chiedo al forum possibili soluzioni.

    l'alternativa potrebbe essere anche la creazione di un qualunque tipo di archivio (consultabile da outlook da da più utenti contemporaneamente, tipo un pst, che però è apribile solo da un utente per volta) dove salvare dentro (con opportuni criteri) le mail in arrivo e in partenza dalla ns azienda.

    Grazie in anticipo

    martedì 2 maggio 2017 12:25

Tutte le risposte

  • Ciao, cambiando piano di office non risolvi nulla. Il limite massimo di Outlook è proprio 500 cartelle che comunque è una quantità in cui già la piattaforma non si muove o passano 1-2 secondi da un click all'altro. E' proprio il metodo di archiviazione delle mail che è errato. Lo dico a malincuore perchè capisco la comodità, ma la posta non è un fileserver, è un programma di posta e sinceramente creare una cartella per ogni cosa non è il modo giusto di gestirla. L'unica soluzione è archiviare ogni tot tempo le mail in pst esterni, copiarli sui vari client e poi togliere le cartelle in eccesso a mano, ma è un palliativo.

    Ho lo stesso problema in azienda da mia moglie dove generano 300GB di mail l'anno. Morale, mi tocca archiviare 2 volte l'anno e mi ritrovo con dei .pst da 30-40GB ogni volta, un delirio e nonostante io sia un MVP Office Server & Services non c'è verso di far cambiare il modus operandi perchè alla fine Outlook funziona sempre, ma non è una soluzione. 

    Ho ovviato con dischi ssd ed outlook in modalità online, ma prima o poi scoppia...solo che nel mio caso sistemo io...nel tuo..è meglio cambiare metodo di archiviazione su outlook.

    ciao.

    A.

    martedì 2 maggio 2017 13:32
    Moderatore