locked
Problema con file non in linea RRS feed

  • Domanda

  • Ciao a tutti

    Ho un problema con i file non in linea ( sincronia ) di Windows 7....dunque i miei utenti hanno i laptop Win7 64 bit e sincronizzano la loro home directory del nostro file server ( Win 2008 R2 ). Da qualche giorno SOLO sulla home quando cercano di aprire un qualsiasi file da accesso negato, se disattivo la sincronia tutto ritorna a funzionare come prima. Il problema è che così facendo perdo la funzionalità dei file sempre disponibili. Ho provato a riattivare la sincronia e far cancellare i file non in linea temporanei, il problema persiste. Ho provato anche a cliccare su mostra i file non in linea, mi da una cartella vuota ( anche se ho messo visualizza nascosti e di sistema ). Qualche suggerimento per svuotare completamente la cache e rifare la sincronia come nuova ???

    Grazie

    martedì 10 aprile 2012 07:27

Risposte

  • Ciao, di seguito trovi un link per rimuovere completamente la cache ed anche un fixit. Prima di farlo disabilita i file offline e riavvia la macchina.

    http://support.microsoft.com/kb/230738

    Oltre questo mi permetto di fare una puntualizzazione sui files offline. Nascono con l'idea di avere una replica delle cartelle locali per piccole quantità di files (sotto i 5GB). Spesso vedo installazioni presso clienti di tecnici sprovveduti che coi files offline gestiscono i desktop, e tutte le cartelli utente con gli offline. Risultato ad un certo punto si blocca tutto. L'idea è di avere una portabilità per i propri documenti, non di avere costantemente replicato il profilo utente del client. Questo perchè se uno sul suo profilo ci mette i films scaricati col p2p o ci tiene tutte le foto della sua vita intasa la rete e blocca gli offline files. Vanno usati in quest'ottica. Stessa ottica utilizzata da Livemesh. Consiglio oltre questo di fare delle sync oculate e non semplicemente farle su tutte le folders in una volta, pena tempi di attesa lunghissimi e spesso errori a metà sync.

    Ciao!

    A.

    • Contrassegnato come risposta Raven1970 giovedì 12 aprile 2012 09:29
    martedì 10 aprile 2012 08:10
    Moderatore

Tutte le risposte

  • Ciao, di seguito trovi un link per rimuovere completamente la cache ed anche un fixit. Prima di farlo disabilita i file offline e riavvia la macchina.

    http://support.microsoft.com/kb/230738

    Oltre questo mi permetto di fare una puntualizzazione sui files offline. Nascono con l'idea di avere una replica delle cartelle locali per piccole quantità di files (sotto i 5GB). Spesso vedo installazioni presso clienti di tecnici sprovveduti che coi files offline gestiscono i desktop, e tutte le cartelli utente con gli offline. Risultato ad un certo punto si blocca tutto. L'idea è di avere una portabilità per i propri documenti, non di avere costantemente replicato il profilo utente del client. Questo perchè se uno sul suo profilo ci mette i films scaricati col p2p o ci tiene tutte le foto della sua vita intasa la rete e blocca gli offline files. Vanno usati in quest'ottica. Stessa ottica utilizzata da Livemesh. Consiglio oltre questo di fare delle sync oculate e non semplicemente farle su tutte le folders in una volta, pena tempi di attesa lunghissimi e spesso errori a metà sync.

    Ciao!

    A.

    • Contrassegnato come risposta Raven1970 giovedì 12 aprile 2012 09:29
    martedì 10 aprile 2012 08:10
    Moderatore
  • Ciao

    Ok grazie 1000 !!!

    Si lo so, già detto e stra detto agli utenti di non "esagerare" con i file non in linea, ma sai com'è per loro tutto è indispensabile ...

    giovedì 12 aprile 2012 09:30
  • Aggiungo solo una mia considerazione personale: il reindirizzamento cartelle delle GPO abilita in automatico la sincronizzazione (del desktop, dei documenti, ecc..) proprio per permettere al profilo reindirizzato di essere disponibile offline, quindi a mio parere non è sempre sbagliato utilizzare la sincronizzazione in quel modo. Certo in questi casi bisogna impostare una quota all'intera cartella del profilo sincronizzata (altrimenti se si superano certe quantità il traffico di rete aumenta in maniera considerevole) e gli utenti non devono lavorare con file di grosse dimensioni (ad esempio in una azienda che esegue rendering o lavora con la grafica non lo farei mai), però in alcuni casi è da preferire anche ad un profilo in roaming per i tempi di accesso e disconnessione molto più brevi. Inoltre Windows 7 offre già un sistema più affidabile rispetto ad XP, che esegue sincronizzazioni in maniera intelligente, quindi non vedo perchè non utilizzare il sistema in aziende che lavorano prevalentemente con il browser, word , excel ed outlook.

    Ripeto, questo è unicamente il mio punto di vista non è mia intenzione fare polemica.



    giovedì 12 aprile 2012 09:53
    Moderatore
  • Ma certo nessuna polemica, si sta qui per crescere. Non mi sembri l'ultimo arrivato Fab, il tuo approccio generale mi piace (ti seguo da quando sei arrivato) e mi piace anche il tuo atteggiamento. :-) Finita l'empatia sistemistica ti dico, sono d'accordo con te solo se c'è un'infrastruttura di base molto performante (gigabit su tutte le macchine, switch layer 3, e cablaggio perfetto) in questo caso si. Il problema è che le vedo fare su reti a 100, con switch layer 2 di marca scrausa e cavi come liane. Li se ci sono 10 utenti con questa policy schianta tutto. Fermo restando che lo puoi fare per piccole realtà anche con le quote (sotto i 50-100 secondo me). A me piace anche la soluzione thin client con un citryx od anche un semplice terminal server carrozzato bene dove c'è solo un uso office. Sempre che l'infrastruttura lo permetta e sia fatta ad hoc. Dove poi si può il cloud è la sua morte..ma dalle mie parti neanche a pensarci, va bene se si riesce ad avere una 4Mbit che resta su...

    Alla prox! Ciao a tutti.

    A.

    giovedì 12 aprile 2012 10:13
    Moderatore
  • Si, sono d'accordo con te: sicuramente la rete deve avere anche determinati requisiti per poter reggere un simile carico, alla fine ogni utente è come se lavorasse costantemente su una share di rete, anche se la sincronizzazione dà una mano anche alle performance locali. Da quello che ho visto è una soluzione fattibile anche con una rete a 100 Mbps, ma al massimo per 50-60 computer, fatta bene e con switch buoni (tipo i cisco catalyst) collegati tra loro in fibra. Inoltre anche per 50 computer a mio parere vanno utilizzati almeno due NAS distinti per l'archiviazione in modo da bilanciare il carico. Ovviamente poi bisogna vedere caso per caso in quanto l'implementazione del reindirizzamento cartelle è sempre un'operazione "delicata"....

    giovedì 12 aprile 2012 16:58
    Moderatore