none
Backup di due server in replica (Hyper-V 2012) RRS feed

  • Domanda

  • Ciao a tutti, scrivo per avere un consiglio per una configurazione.

    Ho a disposizione due server gemelli. Sui server gira Windows Server 2012 con il ruolo Hyper-V abilitato.

    Il primo server ha in esecuzione tre macchine virtuali (due centos ed una windows server 2012), il secondo replica le tre macchine virtuali del primo.

    Il secondo server memorizza gli ultimi 15 punti di ripristino delle tre macchine virtuali.

    Vorrei configurare un backup esterno, su uno share di rete. Ho provato a farlo esportando le macchine virtuali dal server di replica, ma in questo modo la replica si ferma durante l' esportazione.

    Come posso fare un backup di una macchina virtuale senza provocare errori nella replica?

    Ancora una cosa: quando consigliereste una replica e quando un cluster?

    Grazie mille




    • Modificato ciat venerdì 2 agosto 2013 17:11
    venerdì 2 agosto 2013 17:11

Risposte

  • Ciao,

    all'interno dello stesso cluster non puoi replicare (vedi il mio post :http://social.technet.microsoft.com/Forums/it-IT/005ee005-7d0e-4eb3-b899-850c877e09e0/hyperv-replica-broker )

    Puoi invece avere due cluster distinti uno Primario e uno di replica.

    G.

    • Contrassegnato come risposta Anca Popa venerdì 9 agosto 2013 14:41
    martedì 6 agosto 2013 07:13
  • Ciao a tutti, scrivo per avere un consiglio per una configurazione.

    Ho a disposizione due server gemelli. Sui server gira Windows Server 2012 con il ruolo Hyper-V abilitato.

    Il primo server ha in esecuzione tre macchine virtuali (due centos ed una windows server 2012), il secondo replica le tre macchine virtuali del primo.

    Il secondo server memorizza gli ultimi 15 punti di ripristino delle tre macchine virtuali.

    Vorrei configurare un backup esterno, su uno share di rete. Ho provato a farlo esportando le macchine virtuali dal server di replica, ma in questo modo la replica si ferma durante l' esportazione.

    Come posso fare un backup di una macchina virtuale senza provocare errori nella replica?

    Ancora una cosa: quando consigliereste una replica e quando un cluster?

    Grazie mille




    Qui una sana lettura : http://blogs.technet.com/b/dpm/archive/2012/08/27/important-note-on-dpm-2012-and-the-windows-server-2012-hyper-v-replica-role.aspx

    In particolare evidenzio :

    The important thing to note about this is that while the DPM agent can be installed on both servers with no issues and you can backup the Primary DPM server as usual with no problems, on the Hyper-V Replica server you can enumerate the virtual machines and “may” even be able to back them up successfully, however backing up or restoring the Hyper-V replica is not supported.

    G.

    • Contrassegnato come risposta Anca Popa venerdì 9 agosto 2013 14:41
    martedì 6 agosto 2013 07:18
  • parto da fondo: usi il cluster se ti serve high availability ossia le tue vm devono essere sempre disponibili, altrimenti usi la replica dove, per mettere on line la vm replicata, un po' di operazioni le devi fare.

    per quanto riguarda il backup sulla share di rete, ti conviene far eseguire il backup dall'interno della vm usando come disco di destinazione un vhd creato sulla share e visibile dalla vm stessa.

    ciao.


    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Directory Services
    edo[at]mvps[dot]org

    • Proposto come risposta NinoRCTNModerator sabato 3 agosto 2013 15:41
    • Contrassegnato come risposta Anca Popa venerdì 9 agosto 2013 14:37
    sabato 3 agosto 2013 08:37
    Moderatore

Tutte le risposte

  • parto da fondo: usi il cluster se ti serve high availability ossia le tue vm devono essere sempre disponibili, altrimenti usi la replica dove, per mettere on line la vm replicata, un po' di operazioni le devi fare.

    per quanto riguarda il backup sulla share di rete, ti conviene far eseguire il backup dall'interno della vm usando come disco di destinazione un vhd creato sulla share e visibile dalla vm stessa.

    ciao.


    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Directory Services
    edo[at]mvps[dot]org

    • Proposto come risposta NinoRCTNModerator sabato 3 agosto 2013 15:41
    • Contrassegnato come risposta Anca Popa venerdì 9 agosto 2013 14:37
    sabato 3 agosto 2013 08:37
    Moderatore
  • Grazie per la risposta!

    L' unico mio dubbio è dal punto di vista della sicurezza.

    Il sistema host nel mio caso è in esecuzione su una rete privata, mentre espongo alle macchine virtuali una scheda di rete collegata alla rete pubblica.

    Avrei pensato di non mettere lo share di rete su internet, ma di collegarlo semplicemente alla nostra rete privata e di salvare ogni 2-3 ore uno snapshot delle macchine virtuali da ripristinare velocemente in caso di disastri.

    Questo la replica lo fa già (anche se solo una volta all' ora e al massimo 15 ore indietro), sarebbe possibile anche con un cluster?

    sabato 3 agosto 2013 09:14
  • con un cluster di failover avresti due sistemi di virtualizzazione entrambi attivi, sul nodo primario avresti le vm in produzione, sul nodo secondario avresti le vm replicate non in produzione. qualora il nodo primario fallisse, verrebbe sostituito immediatamente dal nodo secondario con le vm che diventerebbero di produzione.

    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Directory Services
    edo[at]mvps[dot]org

    sabato 3 agosto 2013 10:51
    Moderatore
  • Ciao,

    all'interno dello stesso cluster non puoi replicare (vedi il mio post :http://social.technet.microsoft.com/Forums/it-IT/005ee005-7d0e-4eb3-b899-850c877e09e0/hyperv-replica-broker )

    Puoi invece avere due cluster distinti uno Primario e uno di replica.

    G.

    • Contrassegnato come risposta Anca Popa venerdì 9 agosto 2013 14:41
    martedì 6 agosto 2013 07:13
  • Ciao a tutti, scrivo per avere un consiglio per una configurazione.

    Ho a disposizione due server gemelli. Sui server gira Windows Server 2012 con il ruolo Hyper-V abilitato.

    Il primo server ha in esecuzione tre macchine virtuali (due centos ed una windows server 2012), il secondo replica le tre macchine virtuali del primo.

    Il secondo server memorizza gli ultimi 15 punti di ripristino delle tre macchine virtuali.

    Vorrei configurare un backup esterno, su uno share di rete. Ho provato a farlo esportando le macchine virtuali dal server di replica, ma in questo modo la replica si ferma durante l' esportazione.

    Come posso fare un backup di una macchina virtuale senza provocare errori nella replica?

    Ancora una cosa: quando consigliereste una replica e quando un cluster?

    Grazie mille




    Qui una sana lettura : http://blogs.technet.com/b/dpm/archive/2012/08/27/important-note-on-dpm-2012-and-the-windows-server-2012-hyper-v-replica-role.aspx

    In particolare evidenzio :

    The important thing to note about this is that while the DPM agent can be installed on both servers with no issues and you can backup the Primary DPM server as usual with no problems, on the Hyper-V Replica server you can enumerate the virtual machines and “may” even be able to back them up successfully, however backing up or restoring the Hyper-V replica is not supported.

    G.

    • Contrassegnato come risposta Anca Popa venerdì 9 agosto 2013 14:41
    martedì 6 agosto 2013 07:18
  • Ciao,

    Nel frattempo, ho evidenziato i consigli ricevuti (cosi' gli altri membri del forum riescono ad individuare la soluzione piu' velocemente, senza leggere tutta la discussione).

    Grazie a tutti della partecipazione nel Forum di Virtualizzazione :-)


    Anca Popa Follow ForumTechNetIt on Twitter

    Microsoft offre questo servizio gratuitamente, per aiutare gli utenti e aumentare il database dei prodotti e delle tecnologie. Il contenuto viene fornito “così come è” e non comporta alcuna responsabilità da parte dell'azienda.

    venerdì 9 agosto 2013 14:39
  • Approfitto di questa discussione già aperta e ringrazio per le risposte già date.

    Vorrei sapere se posso ritenere sufficiente la replica come backup oppure devo necessariamente aggiungere altro.

    Al momento non ho a disposizione niente di performante ma solo un piccolo NAS oppure un'unità usb.

    Il mio scenario è semplice : 2 host con 2 macchine virtuali ed appunto la replica attiva

    grazie

    domenica 5 gennaio 2014 08:50
  • Ciao, la differenza sostanziale tra replica utilizzata come pseudo backup sta nella storicizzazione del dato. Se hai necessità di avere un dato storicizzato ad una certa data (es. documenti, database, etc.) un backup del dato è certamente la cosa migliore.

    Un altro aspetto da considerare è la sicurezza fisica dei dati. Presumo che i due host sono vicini tra loro ed in caso problemi ambientali la soluzione migliore è un backup decentrato. Magari un RDX che si può portare via.

    A mio avviso una copia in più non fa mai male.

    Saluti
    Nino 


    ...esistono i motori di ricerca, facci un salto e troverai molte delle risposte che ti darò io.

    domenica 5 gennaio 2014 19:54
    Moderatore