none
WSUS: Language Pack e Feature On Demand. Come gestire la distribuzione di lingue aggiuntive per i client? RRS feed

  • Domanda

  • Cari tutti,

    sto gestendo diverse decine di client Windows 10 collegati ad un WSUS con la recente patch per la gestione delle nuove feature di Windows 10 (https://support.microsoft.com/en-us/kb/3095113).

    Tutto funziona bene, ma la gestione delle lingue aggiuntive è un po' confusionaria.

    Tutti i client hanno il sistema operativo nativamente in lingua inglese.

    Accedendo alle impostazioni di sistema (Settings > Time & language > Add a language) è possibile aggiungere una lingua.

    Se non si apporta alcuna modifica al WSUS, quando si aggiunge una lingua aggiuntiva, apparentemente la lingua viene aggiunta.

    Visualizzando i dettagli però, Windows ti informa che il Language pack non è disponibile.

    Se il client non fosse collegato al WSUS, Windows scaricherebbe automaticamente il language pack appropriato, abilitando tutte le relativa funzioni di sistema (come ad esempio la sintesi ed il riconoscimento vocali, essenziali per Cortana).

    Leggendo la documentazione online, viene indicato che per poter distribuire i language pack di Windows 10 tramite WSUS, bisogna modificare WSUS aggiungendo tra i prodotti "Windows 10 Feature On Demand" e/o (Windows 10 Language Packs).

    Effettivamente in questo modo, quando si aggiunge una nuova lingua, adesso il language pack viene installato correttamente.

    Ho però alcuni dubbi:

    1. E' necessario abilitare in WSUS "Windows 10 Feature On Demand" e (Windows 10 Language Packs), o è sufficiente solo la prima categoria?
    2. WSUS ha scaricato 8 GB di dati perchè ha completamente ignorato le lingue gestite da WSUS (attualmente ho solo italiano/inglese nella configurazione "update files and languages"). Mi ha scaricato l'intero archivio di language packs. E' normale un comportamento del genere?
    3. Sempre con riferimento al punto 2, le statistiche del WSUS sono falsate. Risulta approvata l'installazione di tutti i language pack di qualsiasi lingua per ogni client gestito dal WSUS, ma lato client (fortunatamente) non c'è alcun aggiornamento disponibile.

    Ho come l'impressione che nonostante la patch per la gestione dei client Windows 10, WSUS non sia completamente adeguato alla gestione delle "Feature On Demand".

    Ho questo sospetto perchè quando installo una lingua aggiuntiva, nel pulsante di aggiunta della lingua compare una scritta di questo tipo "Searching Windows Update...".

    A quel punto, WSUS ha già approvato a prescindere tutti i language pack, per cui si scarica solo quello necessario.

    In questo modo però i report di WSUS indicano che la macchina non è aggiornata (icona del warning) perchè tra gli update necessari c'è tutta la sfilza di language packs.

    C'è qualcuno che può illuminarmi?

    Grazie


    mercoledì 6 aprile 2016 13:30

Tutte le risposte

  • Ciao, credo che il problema sia riferibile a questo avviso contenuto nella KB3095113: "Important If you install a language pack after you install this update, you must reinstall this update. Therefore, we recommend that you install any language packs that you need before you install this update."

    Uso il condizionale perché non ho avuto modo di provare.

    Per la domanda (1) dovresti dover attivare solo la seconda voce. La prima dovrebbe riferirsi alle "feature".

    Saluti
    Nino

    mercoledì 6 aprile 2016 14:13
    Moderatore
  • Ciao, credo che il problema sia riferibile a questo avviso contenuto nella KB3095113: "Important If you install a language pack after you install this update, you must reinstall this update. Therefore, we recommend that you install any language packs that you need before you install this update."

    Ma questa nota fa riferimento al server WSUS?
    Non credo faccia riferimento ai client.

    Anche perchè i client non hanno alcun language pack, motivo per cui devo scaricarli dal WSUS.

    Per la domanda n. 1, questo è l'elenco delle Features on Demand:

    https://msdn.microsoft.com/en-us/library/windows/hardware/mt171094%28v=vs.85%29.aspx

    "Language capabilities"

    mercoledì 6 aprile 2016 14:21
  • Ciao, premesso che anche se scaricasse le features per cortana se hai account locali agganciati ad AD non puoi usare Cortana (deduco dal fatto che stai usando un wsus). Penso che il problema derivi proprio dal tipo di utilizzo che ne stai facendo..se ho ben capito le macchine arrivano nativo inglese come sysop e tu vuoi trasformarlo in italiano? non capisco...non sarebbe meglio fare un'immagine di deployment già con la lingua giusta? comunque per rispondere alle tue domande:

    1- devi mettere anche l'opzione LP 

    2- non mi risulta tu possa dentro wsus scegliere solo le lingue da scaricare (almeno per ora) per w10..wsus scarica tutti gli LP ma poi fa il deployment solo di quelli approvati per l'installazione la sostanza è che l'LP è una feature non una patch.

    Secondo me forse avresti più fortuna scaricando l'LP che ti serve e facendo il depolyment via GPO del pacchetto...anche se..secondo me è meglio un'immagine pronta con entrambe le lingue...

    Ciao.

    A.

    mercoledì 6 aprile 2016 14:28
    Moderatore
  • Giusto, avevo visto il discorso dal punto di vista del client :)

    Per il punto (1) penso che possa bastare la spunta su Language Pack

    mercoledì 6 aprile 2016 14:45
    Moderatore
  • Ciao, premesso che anche se scaricasse le features per cortana se hai account locali agganciati ad AD non puoi usare Cortana (deduco dal fatto che stai usando un wsus).

    Cortana funziona correttmente.

    Penso che il problema derivi proprio dal tipo di utilizzo che ne stai facendo..se ho ben capito le macchine arrivano nativo inglese come sysop e tu vuoi trasformarlo in italiano? non capisco...non sarebbe meglio fare un'immagine di deployment già con la lingua giusta?

    Parliamo di una multinazionale con client nativamente in inglese ed in alcuni casi può sorgere l'esigenza di installare language pack per utenti specifici (il language pack nasce per questo).
    Il client di base deve rimanere in Inglese.

    non mi risulta tu possa dentro wsus scegliere solo le lingue da scaricare

    Select WSUS update languages using the WSUS Administration Console

    wsus scarica tutti gli LP ma poi fa il deployment solo di quelli approvati per l'installazione la sostanza è che l'LP è una feature non una patch

    Il problema sembrerebbe proprio questo.
    Un language pack non può essere considerato un "update", ma una funzionalità aggiuntiva.
    Per questo motivo, se si hanno delle policy di "Automatic Approval" basate sulla classificazione degli update, vengono automaticamente approvati tutti i language pack.
    Questo perchè i language pack rientrano nella classificazione generica "Updates" ed essendo applicabili a qualsiasi client (qualsiasi client può ricevere un language pack), vengono automaticamente approvate tutte le lingue.
    Se i language pack avessero una classificazione dedicata, si potrebbero escludere dalle policy di Automatic Approval, selezionando manualmente le lingue da approvare.

    Secondo me forse avresti più fortuna scaricando l'LP che ti serve e facendo il depolyment via GPO del pacchetto

    Questo è stato il primo test che ho eseguito, ma recuperare il language pack sembra comunque un'impresa.
    Ho trovato questo sito con un elenco dei language pack per la versione 10586 di Windows 10:

    http://winaero.com/blog/download-mui-language-packs-for-windows-10-build-10586/

    Tuttavia, installando manualmente il language pack, non vengono installati le componenti "sintesi e  riconoscimento vocale", quindi non è possibile usare Cortana.
    Sembra che i cab siano più di uno (o il language pack linkato non è corretto).


    mercoledì 6 aprile 2016 15:51
  • Scusa ma come fai ad usare Cortana? Allora non sei sotto AD? Cortana sotto AD non funzia..a questo punto non ho capito nemmeno come fai ad usare Wsus...
    mercoledì 6 aprile 2016 17:20
    Moderatore
  • WSUS da quanto mi risulta non è l'ideale per la gestione dei Language pack, va bene che puoi abilitare il download delle feature on demand ma questo meccanismo non è pensato per una gestione e distribuzione selettiva di Language pack.

    Secondo me è sempre meglio integrare i Language pack direttamente a livello di immagine: https://msdn.microsoft.com/it-it/library/windows/hardware/dn898478%28v=vs.85%29.aspx?f=255&MSPPError=-2147217396

    oppure utilizzare DISM /online (tramite SCCM o altri metodi di esecuzione remota):

    http://happysccm.com/Hey-Cortana-add-speech-packs-osd

    mercoledì 6 aprile 2016 20:08
    Moderatore
  • Scusa ma come fai ad usare Cortana? Allora non sei sotto AD? Cortana sotto AD non funzia..a questo punto non ho capito nemmeno come fai ad usare Wsus...

    Sono in ambiente di dominio con WSUS e Cortana funziona benissimo.
    Solo per comprendere meglio quello che sostieni, è scritto esplicitamente da qualche parte che Cortana non funziona in ambienti di dominio?

    Non so se sono solo fortunato, ma non capirei le motivazioni di una limitazione del genere...

    giovedì 7 aprile 2016 07:47
  • WSUS da quanto mi risulta non è l'ideale per la gestione dei Language pack, va bene che puoi abilitare il download delle feature on demand ma questo meccanismo non è pensato per una gestione e distribuzione selettiva di Language pack.

    Perchè?
    Se hai un ambiente eterogeneo e l'azienda è una multinazionale, è abbastanza sensato avere una base omogenea di O.S. (stessa lingua e stessa architettura) in maniera tale da limitare il download delle patch ad una specifica versione e lingua (es. Eng x64); successivamente, si può offrire la possibilità di scegliere una lingua aggiuntiva per gli utenti che ne dovessero avere l'esigenza.

    Comunque, probabilmente il problema è alla radice.

    Non è corretto pensare ad un language pack come un "update" generico; sarebbe stato meglio creare una categoria dedicata, in maniera tale da non creare problemi a chi ha delle regole di approvazione automatica.

    In questo caso, per evitare di scaricare tutte le lingue del mondo, forse è meglio di volta in volta installare il language pack richiesto tramite il comando "Lpksetup" e fornendo il CAB del language pack scaricato.

    giovedì 7 aprile 2016 07:56
  • Qui chiamo a raccolta anche i colleghi...perchè a meno che non sia cambiato qualcosa da ieri ad oggi Cortana fuziona solo con account Microsoft. Nel momento in cui lo inserisci ti switcha l'utente da locale a utente Microsoft, quindi come è possibile che tu in una struttura AD abbia gli utenti che si loggano con le credenziali del dominio e ci sia Cortana che funziona? Come gestisci il doppio login scusa? Sono molto curioso perchè è uno dei punti per cui ho discusso parecchio in passato..e non sono al corrente di cambiamenti nel comportamento. Magari mi sono perso un pezzo io, ma ho appena fatto una prova con una versione 10 aggiornata agganciata ad AD e si comporta esattamente come da me descritto..

    Ciao.

    A.

    giovedì 7 aprile 2016 09:37
    Moderatore
  • Perchè?
    Se hai un ambiente eterogeneo e l'azienda è una multinazionale, è abbastanza sensato avere una base omogenea di O.S. (stessa lingua e stessa architettura) in maniera tale da limitare il download delle patch ad una specifica versione e lingua (es. Eng x64); successivamente, si può offrire la possibilità di scegliere una lingua aggiuntiva per gli utenti che ne dovessero avere l'esigenza.

    Non ho detto che non è corretto avere una base omogenea, ma che WSUS non è lo strumento ideale per la distribuzione selettiva di language pack (esistono tante altre alternative migliori come lo stesso DISM).

    Inoltre mi sembra difficile che tu abbia una differenziazione a livello di lingue tale da rendere controproducente un deploy a livello di immagine. Non metto in dubbio che ci siano questi casi, ma a quel punto tanto vale caricare un set di lingue sull'immagine base (la maggiore grandezza difficilmente rappresenta un problema) e gestire direttamente il tutto a livello di GPO senza appesantire la rete.




    giovedì 7 aprile 2016 11:36
    Moderatore
  • Qui chiamo a raccolta anche i colleghi...perchè a meno che non sia cambiato qualcosa da ieri ad oggi Cortana fuziona solo con account Microsoft. Nel momento in cui lo inserisci ti switcha l'utente da locale a utente Microsoft, quindi come è possibile che tu in una struttura AD abbia gli utenti che si loggano con le credenziali del dominio e ci sia Cortana che funziona? Come gestisci il doppio login scusa? Sono molto curioso perchè è uno dei punti per cui ho discusso parecchio in passato..e non sono al corrente di cambiamenti nel comportamento. Magari mi sono perso un pezzo io, ma ho appena fatto una prova con una versione 10 aggiornata agganciata ad AD e si comporta esattamente come da me descritto..

    Ciao.

    A.

    Quando usi un account di dominio, hai comunque la possibilità di agganciare degli account Microsoft per le funzioni/app di sistema che ne fanno uso (Cortana, Store, ecc.).
    giovedì 7 aprile 2016 12:40