none
Windows Server 2012 Re Failover cluster senza SAN RRS feed

  • Domanda

  • salve a tutti. Il nostro client dispone di un buon server win2012 r2 già in produzione. Poiché ora dispone di un secondo server identico, mi è stato chiesto di creare un cluster tra i due senza però utilizzare uno storage condiviso tipo SAN, ma semplicemente mediante i dischi fisici presenti nelle macchine.

    Ho letto della possibilità di fare questo con win2012 r2, ovvero di creare un "Cluster su storage separato" sfruttando l'SMB 3.0. Cosa ne pensate? E' affidabile? Non vedo molti articoli in merito su Internet per cui la cosa mi preoccupa.                               GRAZIE IN ANTICIPO
     


    venerdì 20 novembre 2015 16:43

Risposte

  • Ciao Leonardo, aggiungo un mio pensiero...

    Ovviamente è possibile creare una SAN attraverso la funzionalità di Windows ma questo implica avere delle risorse in grado di poter erogare delle performance adeguate. Puoi ben capire che uno storage, progettato e costruito per tale scopo non può essere uguale ad uno storage creato all'interno di un server che contemporaneamente fa tante altre cose. Magari un server pensato a tale scopo...

    Dai una lettura al seguente documento per avere una panoramica https://technet.microsoft.com/en-us/library/dn265972.aspx

    Saluti
    Nino


    ...esistono i motori di ricerca, facci un salto e troverai molte delle risposte che ti darò io.

    venerdì 20 novembre 2015 17:53
    Moderatore
  • intanto leggiti questo:

    https://redmondmag.com/articles/2014/07/14/windows-server-failover-cluster.aspx

    comunque se i due server sono entrambi dc per consentire sempre l'autenticazione ai client di dominio, per i files dati e le folder redirection puoi sfruttare le funzionalità di replica (che usa anche ad).

    qualche problemino potresti averlo con i dataabase sybase che non conosco, per i quali i meccanismi di replica potrebbero non essere adatti ma potrebbero avere un loro sistema di replica oppure potresti fare delle copie schedulate (tenendo presente questo limite).


    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Enterprise Mobility
    edo[at]mvps[dot]org


    lunedì 23 novembre 2015 08:55
    Moderatore
  • parliamo di quello che ti diceva Nino. La funzionalità c'è. Per me Cluster ad oggi rimane la soluzione con lo shared storage. Soprattutto se hai delle macchine fisiche con su tutti i ruoli. Poi vedi tu. Edoardo ti ha già spiegato una parte del discorso. Quindi puoi seguire le loro indicazioni se vuoi. Io resto della mia idea che nel tuo caso non mi avventurerei mai in una cosa così, oltretutto sono implementazioni che vanno provate prima per bene in fase di test, non in produzione.

    vedi tu.

    A.

    lunedì 23 novembre 2015 09:35
    Moderatore

Tutte le risposte

  • Ciao,

    non credo l'avrebbe rilasciato se non fosse affidabile. Dipende anche dall'uso che ne devi fare, quali sono le risorse che devi clusterizzare?

    Per quanto riguarda la documentazione basta cercare smb 3.0 file share cluster

    Vedrai che ci sono guide per vari utilizzi.


    This post is provided AS IS with no warranties or guarantees, and confers no rights.
    ~~~
    Questo post non fornisce garanzie e non conferisce diritti

    venerdì 20 novembre 2015 16:51
  • Su storage separato vuol dire comunque con uno storage in comune. ad oggi fare un cluster senza una SAN od uno storage condiviso che dir si voglia la vedo un po dura...come fanno i nodi a passarsi la palla in caso di guasto o failover se non hanno un posto in cui condividono i vhd? non bastano comunque due server identici per fare un cluster..ti manca lo storage appunto.

    Ciao.

    A.

    venerdì 20 novembre 2015 17:32
    Moderatore
  • Ciao Leonardo, aggiungo un mio pensiero...

    Ovviamente è possibile creare una SAN attraverso la funzionalità di Windows ma questo implica avere delle risorse in grado di poter erogare delle performance adeguate. Puoi ben capire che uno storage, progettato e costruito per tale scopo non può essere uguale ad uno storage creato all'interno di un server che contemporaneamente fa tante altre cose. Magari un server pensato a tale scopo...

    Dai una lettura al seguente documento per avere una panoramica https://technet.microsoft.com/en-us/library/dn265972.aspx

    Saluti
    Nino


    ...esistono i motori di ricerca, facci un salto e troverai molte delle risposte che ti darò io.

    venerdì 20 novembre 2015 17:53
    Moderatore
  • Allora, mi spiego meglio:

    il nostro cliente ha un server HP Proliant ML350 gen8 - 16gb di Ram - 2 hd SAS (il primo da da 250gb dove risiede il s.o. win2012 r2  ed il secondo da 500gb dove sono presenti i dati) in una rete di circa 10 client che svolge i seguenti ruoli:

    - controller di dominio /DNS

    - (db server) 2 gestionali che utilizzano Sybase e Interbase (i db risiedono sul primo disco a causa delle esigenze poco flessibili di tali software)

    - (file server) 2 cartelle condivise pubbliche sul secondo disco

    - (file server) folder redirection dei loro desktop/documenti/preferiti sul secondo disco

    Il cliente soltanto adesso ha un server identico e vorrebbe creare un cluster in modo da avere un clone del primo server e non avere fermi in caso di malfunzionamento di quest'ultimo.

    Allora cosa ne pensate? E' fattibile implementando un Cluster su storage separato sfruttando l'SMB 3.0?

    Grazie a tutti

    P.S.

    Evitatemi per favore il solito discorso sul fatto che è altamente sconsigliato avere tuti i ruoli su un unico server. Lo so ma non avevo scelta

    lunedì 23 novembre 2015 08:12
  • Il tuo server quindi è fisico, una volta esistevano dei cluster che avevano in pratica due server fisici identici con un cavo di collegamento tra loro che ne replicava le caratteristiche..ad oggi i cluster si fanno comunque con degli storage condivisi e dei vhd. Per fare un cluster con un altro server identico anche se fisico HAI COMUNQUE BISOGNO DI UNO STORAGE CONDIVISO, lo scrivo in maiuscolo perchè non mi pare che ti sia chiara la cosa..lo storage deve essere esterno ad entrambi i server (altrimenti se salta uno dei due come fa a far intervenire l'altro?). Quindi, col secondo server per me non ci fai nulla di quel che ci vuoi fare al momento. 

    Ciao.

    A.

    lunedì 23 novembre 2015 08:52
    Moderatore
  • intanto leggiti questo:

    https://redmondmag.com/articles/2014/07/14/windows-server-failover-cluster.aspx

    comunque se i due server sono entrambi dc per consentire sempre l'autenticazione ai client di dominio, per i files dati e le folder redirection puoi sfruttare le funzionalità di replica (che usa anche ad).

    qualche problemino potresti averlo con i dataabase sybase che non conosco, per i quali i meccanismi di replica potrebbero non essere adatti ma potrebbero avere un loro sistema di replica oppure potresti fare delle copie schedulate (tenendo presente questo limite).


    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Enterprise Mobility
    edo[at]mvps[dot]org


    lunedì 23 novembre 2015 08:55
    Moderatore
  • Scusami Alessandro, allora quando si parla di "cluster senza uno storage condiviso" (es. l'articolo How To Create a Windows Server Failover Cluster Without Shared Storage) di cosa stiamo parlando?

    Ciao

    lunedì 23 novembre 2015 09:25
  • cerchiamo di non stare a polemizzare e di arrivare ad una soluzione, se è possibile.

    se poi la soluzione non si chiamerà failover cluster ma pippo/pluto sarà comunque una soluzione. ;-)


    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Enterprise Mobility
    edo[at]mvps[dot]org


    lunedì 23 novembre 2015 09:31
    Moderatore
  • parliamo di quello che ti diceva Nino. La funzionalità c'è. Per me Cluster ad oggi rimane la soluzione con lo shared storage. Soprattutto se hai delle macchine fisiche con su tutti i ruoli. Poi vedi tu. Edoardo ti ha già spiegato una parte del discorso. Quindi puoi seguire le loro indicazioni se vuoi. Io resto della mia idea che nel tuo caso non mi avventurerei mai in una cosa così, oltretutto sono implementazioni che vanno provate prima per bene in fase di test, non in produzione.

    vedi tu.

    A.

    lunedì 23 novembre 2015 09:35
    Moderatore
  • OK allora da questa breve discussione ho tratto le seguenti conclusioni:

    - Il Failover Cluster senza Storage Condiviso esiste come tecnologia ma non mi sembra riscuota grossi successi e comunque non è stato accolto con grande entusiasmo. Infatti da quello che ho capito (anche girando per Internet) sono pochi i sistemisti che lo hanno implementato. Forse i tempi non sono ancora maturi o non lo saranno mai, in quanto cluster sarà sempre sinonimo di shared storage.

    - in uno scenario come il mio, posso ottenere ciò che mi serve configurando il secondo server come controller di dominio, abilitando la replica delle shared folder e creando dei meccanismi si replica o backup schedulati dei db.

    Se ho compreso bene i vostri suggerimenti, datemene conferma e per me la discussione è chiusa  ringraziovi in anticipo per la VS. disponibilià.

    lunedì 23 novembre 2015 10:24
  • da parte mia..hai centrato in pieno quello che volevo trasmettere.

    Ciao.

    A.

    lunedì 23 novembre 2015 10:35
    Moderatore
  • hai compreso benissimo, ciao.

    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Enterprise Mobility
    edo[at]mvps[dot]org


    lunedì 23 novembre 2015 10:36
    Moderatore