none
WINSERVER 2012 R2 HYPER-V CLUSTER SENZA SAN - 2 HOST - STORAGE SU HDD SAS RRS feed

  • Domanda

  • Salve, avrei bisogno di conoscere la procedura migliore per realizzare un cluster Hyper-v fail over con archiviazione su dischi locali.

    Ho a disposizione due server uguali, con 5 dischi sas ognuno.

    Il dischi dovranno essere suddivisi tra sistema operativo, storage dati ( documenti ), e spazio per le macchine virtuali.

    Debbo installare 4 macchine virtuali sul server-1 ed avere la sicurezza che in caso di caduta del server principale tutto sia disponibile automaticamente sul server-2, chiaramente SENZA UNA SAN O NAS, avendo dischi in abbondanza.

    A grandi linee questo è il progetto, attendo dunque un Vostro celere contatto  !!!

    Grazie 


    • Modificato Ramses147 sabato 6 settembre 2014 06:54
    venerdì 5 settembre 2014 20:39

Risposte

  • Ciao, qui si tratta di spiegarti come mettere in cluster la struttura e fare failover cluster. Su questo sito non facciamo "corsi online" per quello esistono i MOC ufficiali a pagamento che molti di noi frequentano per acquisire competenze. Lo scopo del Technet è di risolvere problematiche insorte nel funzionamento\implementazione dei sistemi microsoft, non di formare i tecnici nel fare il loro lavoro. Tutti noi prestiamo gratuitamente il nostro tempo in questo, quindi anche il "celere contatto" non ha ragione di essere, dipende dalla disponibilità che abbiamo.

    Questo perchè mi sembra che tu abbia leggermente frainteso lo scopo del Forum. 

    Per il resto, Microsoft Virtual Academy offre già una buona infarinatura su hyper-v gratuita, altrimenti un qualsiasi MOC ufficiale su hyper-v o colleghi trainer sapranno trasmetterti le conoscenze che necessiti, ma ci va investito un po di tempo e naturalmente vanno investite risorse monetarie. :-)

    Grazie della comprensione.

    Ciao.

    A.

    sabato 6 settembre 2014 07:58
    Moderatore
  • Si, in Windows server 2012 si possono anche implementare determinati tipi di cluster su storage separato sfruttando l'SMB 3.0, ma non 'ho citata perché sinceramente ancora non la considero una soluzione applicabile in un contesto reale, ma piuttosto per eseguire dei test con i cluster senza disporre di una SAN in laboratorio. Al massimo penso che possa essere utile per abbattere i costi in una piccola azienda in cui le utenze non sono molte, ma rimango dell'idea che uno storage condiviso classico sia maggiormente affidabile.

    domenica 7 settembre 2014 21:04
    Moderatore
  • Ciao, dai una lettura all'articolo Windows Server 2012: Hyper-V High-Availability without a SAN (http://blogs.msdn.com/b/mvpawardprogram/archive/2012/11/05/windows-server-2012-hyper-v-high-availability-without-a-san.aspx).

    Saluti
    Nino


    ...esistono i motori di ricerca, facci un salto e troverai molte delle risposte che ti darò io.

    domenica 7 settembre 2014 22:31
    Moderatore

Tutte le risposte

  • Ciao, qui si tratta di spiegarti come mettere in cluster la struttura e fare failover cluster. Su questo sito non facciamo "corsi online" per quello esistono i MOC ufficiali a pagamento che molti di noi frequentano per acquisire competenze. Lo scopo del Technet è di risolvere problematiche insorte nel funzionamento\implementazione dei sistemi microsoft, non di formare i tecnici nel fare il loro lavoro. Tutti noi prestiamo gratuitamente il nostro tempo in questo, quindi anche il "celere contatto" non ha ragione di essere, dipende dalla disponibilità che abbiamo.

    Questo perchè mi sembra che tu abbia leggermente frainteso lo scopo del Forum. 

    Per il resto, Microsoft Virtual Academy offre già una buona infarinatura su hyper-v gratuita, altrimenti un qualsiasi MOC ufficiale su hyper-v o colleghi trainer sapranno trasmetterti le conoscenze che necessiti, ma ci va investito un po di tempo e naturalmente vanno investite risorse monetarie. :-)

    Grazie della comprensione.

    Ciao.

    A.

    sabato 6 settembre 2014 07:58
    Moderatore
  • Salve Alessandro, non mi serviva una formazione sull'implementazione di un cluster, so già farlo, forse non mi sono spiegato per cui riformulo.

    Il mio unico problema durante la creazione del cluster con questi 2 server fisici uguali è quello di condividere lo storage locale dove sono archiviati dati e virtual machine, al fine di rendere fail over questa struttura.

    Con la san o nas è facile perché c'è un terzo elemento sempre attivo, nel quale viene archiviato il tutto, ma avendo ad esempio su 5 dischi sas di ogni host, ho pensato a 2 dischi in raid-1 hardware gestiti dal controller per il sistema operativo e dunque hyper-v, gli altri 3 dischi nei quali dovrei appoggiare lo storage, possibilmente in raid-5.

    Nella fattispecie dunque la domanda è: sapendo le nuove funzionalità di win 2012 r2 è possibile condividere questo pool di 3 dischi di ogni server, in maniera tale che cadendo un nodo lo storage ( composto da documenti e virtual machine ) sia disponibile grazie al cluster sull'altro nodo ?

    Quindi mi serviva sapere soltanto come impostare i dischi, la fase iniziale del cluster, ho letto che si possono creare pool di dischi, quindi senza utilizzare il raid hardware del controller, e questo sono riuscito a farlo, ma nel momento in cui tiro su il cluster, i volumi creati non vengono identificati o mi dice che non possono essere collegati.

    Vi sarei grato dunque se poteste dare una risposta a questo quesito.

    Ancora grazie.

    sabato 6 settembre 2014 08:11
  • Se la ponevi così capivamo un po meglio ;). Ad ogni modo da quel che ho capito tu vorresti fare un cluster senza storage condiviso esterno ma clusterizzando solamente i dischi sulle macchine come pool. Non credo mica te lo faccia fare in questo modo, mi sembra molto rischioso perchè potrebbe andare in fail solo una parte dei dischi e potresti non accorgertene...comunque.

    di seguito un link che spiega cosa puoi e non puoi fare clusterizzando con 2012 R2

    http://technet.microsoft.com/en-us/library/jj822937.aspx

    Ciao.

    A.

    sabato 6 settembre 2014 08:42
    Moderatore
  • Da quanto mi risulta un un cluster di failover per definizione deve avere uno storage condiviso, ma in ogni caso non adotterei comunque uno storage non condiviso perché in caso di errori su un nodo è probabile avere qualche perdita di dati (i dati non possono ovviamente essere sincronizzati in tempo reale tra i nodi a causa del ritardo, anche minimo, dovuto ai trasferimenti).

    Infatti come soluzione Microsoft con storage non condiviso in pratica ci sarebbe solo la replica Hyper-V, ma va bene giusto per eseguire backup e avere ripristini veloci delle macchine virtuali, ma non per l'alta disponibilità (vedi Concetti chiave nella pagina di Replica Hyper-V). In caso di errori si parlerebbe di un failover non pianificato sulla replica, che non è trasparente come un failover del cluster.

    http://technet.microsoft.com/it-it/library/jj134172.aspx


    sabato 6 settembre 2014 21:43
    Moderatore
  • Questo non è esatto Fabrizio, so che si può fare, è proprio una delle novità della versione R2, attraverso un pool di storage condivisi è possibile realizzarlo, il link che mi ha dato Alessandro parla proprio di questo.

    http://technet.microsoft.com/en-us/library/jj822937.aspx

    Ora però chiedo un'altra cosa per emulare tutto questo sto provando con vmware workstation, ho installato tutto, vedo i dischi fisici per creare il pool, vengono identificati come SAS, creo il pool e creo 2 volumi virtuali uno per il quorum l'altro per lo storage, quando vado a creare il cluster, non riesco a visualizzare il pool o i volumi.

    Che faccia prima l'operazione di creazione dello spazio da dentro la gestone dischi o successivamente una volta creato il cluster nella console appropriata il risultato è uguale ?

    qualche limitazione in vmware ?

    domenica 7 settembre 2014 19:39
  • Si, in Windows server 2012 si possono anche implementare determinati tipi di cluster su storage separato sfruttando l'SMB 3.0, ma non 'ho citata perché sinceramente ancora non la considero una soluzione applicabile in un contesto reale, ma piuttosto per eseguire dei test con i cluster senza disporre di una SAN in laboratorio. Al massimo penso che possa essere utile per abbattere i costi in una piccola azienda in cui le utenze non sono molte, ma rimango dell'idea che uno storage condiviso classico sia maggiormente affidabile.

    domenica 7 settembre 2014 21:04
    Moderatore
  • Ciao, dai una lettura all'articolo Windows Server 2012: Hyper-V High-Availability without a SAN (http://blogs.msdn.com/b/mvpawardprogram/archive/2012/11/05/windows-server-2012-hyper-v-high-availability-without-a-san.aspx).

    Saluti
    Nino


    ...esistono i motori di ricerca, facci un salto e troverai molte delle risposte che ti darò io.

    domenica 7 settembre 2014 22:31
    Moderatore
  • Io ho letto, ho creato le cartelle condivise e spostato su di esse una vm, nessun problema funziona

    MA

    il problema più grande è quello che non riesco ad attivare il cluster, ho attivato la funzione fileserver, volevo mettere lì le vm in maniera tale che andando giù il nodo 1 la vm poteva essere disponibile su nodo 2, ma quando faccio aggiungi condivisione specifico smb applicazioni come tipologia,  poi nel percorso che accetta dischi locali dovrei scrivere c:\clusterstorage o altra posizione d:\vms, ma mi restituisce un messaggio di errore dicendo che il percorso non è valido.

    cosa che non succede se creo fuori dal cluster una condivisione da disk management.

    Potete darmi una mano a capire il motivo ?!


    lunedì 8 settembre 2014 09:25
  • Credo di essermi perso qualche passaggio (stai utilizzando Hyper-V o VMWare?) ma penso che in questo caso sia necessario disporre di due cluster di failover distinti: uno per il file server e uno per la virtualizzazione altrimenti si parlerebbe di una configurazione di loopback. Vedi ad esempio "Considerations when using Hyper-V with SMB":

    http://technet.microsoft.com/en-us/library/jj134187.aspx



    lunedì 8 settembre 2014 10:47
    Moderatore
  • Ciao, sto usando vmware workstation, giusto per fare delle prove in laboratorio, ma chiaramente poi userò due server fisici.

    Ho già letto bene il link che mi hai dato Fabrizio, ma ripeto, il grosso problema è che non riesco a creare una cartella condivisa da cluster manager :-(

    lunedì 8 settembre 2014 10:52