none
Misteriosi spegnimenti server Windows 2003 RRS feed

  • Domanda

  • Ho uno strano problema con un server  con Windows server 2003, ogni tanto ad orari diversi si spegne e riaccende da solo. Non a causa di un bsod, ma proprio viene avviato un arresto del sistema dall'utente Administrator o dall'utente Nt Autority\system, come ho desunto dall'event viewer filtrando gli eventi 1074 e 1076. Solo che non è possibile capire la ragione di questi eventi o perché non è specificato (impossibile trovare un titolo l questo evento) o perché indicato un generico problema di protezione, anche il codice causa non aiuta 0x84050013 o 0x80070020. Ho trovato altri utenti con Windows server che hanno lamentato lo stesso problema ma di soluzioni certe nessuna.

    Il server ha un dominio con actve directory, tutti gli aggiornamenti installati (altri non c'è ne sono ovviamente) ed ha antivirus aggiornato e funzionante, la scansione non ha rilevato minacce. Una cosa strana che ho notato è che il Group policy editor non presenta tutte le voci che dovrebbero esserci, ad esempio non si vede la sezione dei modelli amministrativi dove si gestisce l'individuazione evento arresto.

    Se qualcuno avesse qualche suggerimento gli sarei eternamente grato.



    • Modificato 1di9 sabato 24 settembre 2016 15:48 Correzione errori
    venerdì 23 settembre 2016 21:59

Risposte

  • Per prima cosa assicurati che effettivamente non siano presenti operazioni pianificate, script di avvio/accesso anomali o impostazioni di Windows Update che prevedono riavvio, quindi esegui un avvio pulito del server (senza caricare tutti i servizi non Microsoft).

    Se il problema persiste, potrebbe trattarsi di una compromissione della sicurezza (in Windows Server 2003 potrebbe verificarsi soprattutto se si ha il servizio RD pubblicato in internet senza prendere le dovute precauzioni), quindi potrebbe essere utile provare a ripristinare tutte le impostazioni di sicurezza come specificato in questo articolo:

    https://support.microsoft.com/en-us/kb/313222

    Ricorda comunque che Windows Server 2003 è fuori supporto e non riceverà più aggiornamenti per la sicurezza, quindi con l'occasione ti consiglio di valutare un upgrade.

    domenica 25 settembre 2016 17:01
    Moderatore

Tutte le risposte

  • Per prima cosa assicurati che effettivamente non siano presenti operazioni pianificate, script di avvio/accesso anomali o impostazioni di Windows Update che prevedono riavvio, quindi esegui un avvio pulito del server (senza caricare tutti i servizi non Microsoft).

    Se il problema persiste, potrebbe trattarsi di una compromissione della sicurezza (in Windows Server 2003 potrebbe verificarsi soprattutto se si ha il servizio RD pubblicato in internet senza prendere le dovute precauzioni), quindi potrebbe essere utile provare a ripristinare tutte le impostazioni di sicurezza come specificato in questo articolo:

    https://support.microsoft.com/en-us/kb/313222

    Ricorda comunque che Windows Server 2003 è fuori supporto e non riceverà più aggiornamenti per la sicurezza, quindi con l'occasione ti consiglio di valutare un upgrade.

    domenica 25 settembre 2016 17:01
    Moderatore
  • Farò sicuramente l'upgrade, ormai è tutto obsoleto quel server.

    Cosa mi consigliate di fare per una migrazione a Server 2012 se devo anche cambiare il nome del dominio?

    E' sano fare una migrazione Windows 2003 - Windows 2012 con vecchio nome dominio e poi andarlo a cambiare?

    giovedì 29 settembre 2016 15:25
  • Se devi cambiare anche il nome, dovresti creare "in parallelo" un nuovo dominio direttamente con il nuovo nome  utilizzando Windows Server 2012 (così il livello di funzionalità sarà già corretto). Una volta fatto crei un trust tra il vecchio dominio e il nuovo dominio e procedi con la migrazione utilizzando ADMT. Questo modo è il più pulito e sicuro.
    giovedì 29 settembre 2016 17:02
    Moderatore
  • In questo modo non si perdono le impostazioni personalizzate degli account utente sui client? In effetti tramite AD vengono propagati solo un paio di cartelle condivise e per il resto sul server gira un gestionale (Adhoc di Zucchetti) e basta in relazione server/client per ogni macchina. Tutto il resto è personalizzato per ogni singolo client (posta elettronica, impostazioni dei dei programmi, ecc.). E' vero che sono pochissimi i client connessi, però non vorrei trovarmi a diventare matto per rimettere tutto come prima....
    venerdì 30 settembre 2016 07:13
  • Tramite ADMT puoi migrare anche i profili utente, oppure puoi utilizzare USMT che fa solo quello.


    venerdì 30 settembre 2016 11:48
    Moderatore
  • Scusa se insisto e perdona la mia ignoranza, ma i pc client usano il server solo per collegarsi al gestionale, per il resto fanno tutto in locale (ed es. niente exchange per la posta ma configurazioni locali su client locali). Per cui, cambiando il nome del dominio, sarà necessario rifare la join per cui l'utente non sarà più pippo.vecchiodominio ma pippo.nuovodominio e perderà tutte le personalizzazioni dell'altro profilo utente?

    La migrazione con ADMT o USMT non dovrebbe coinvolgere le impostazioni del profilo utente locale.....o sbaglio?

    sabato 1 ottobre 2016 07:26
  • Permette di migrare i profili locali. Forse la pagina precedente ti ha confuso, quindi ti lascio direttamente la pagina della guida di USMT:

    https://technet.microsoft.com/en-us/library/hh825256.aspx


    sabato 1 ottobre 2016 19:56
    Moderatore