none
sbs 2003 + secondo exchange 2003 nella struttura. Migrare o Rifare da zero? RRS feed

  • Domanda

  • ciao a tutti, mi trovo in una situazione un po rognosa e prima di muovermi vorrei un parere da più campane per vedere se la mia idea è buona.

    Struttura Sbs 2003, hanno inserito un secondo exchange 2003 affiancato a quello dell' sbs 2003 e diviso un po di caselle ed un po di public tra i due server, una confusione immane. Ora mi trovo a dover inserire o rifare la struttura attualizzandola con exchange 2010. i client sono una ventina..mi trovo in grosso dilemma perchè con una migrazione non so cosa salta fuori, non ho mai migrato due server in uno e non so se si possa effettivamente fare in maniera indolore per poi pensionarli entrambi...quindi vorrei rifare l'AD affiancando la nuova alla vecchia e migrando prima la posta e poi il resto, non darei in ogni caso una SBS 2011 ma una Standard 2012 con Ex 2010. Cosa ne pensate? grazie come al solito.

    A.


    ps...rimane il problema delle public...come le migro? conviene che le esporto e poi reimporto sul nuovo a quel punto...
    martedì 20 novembre 2012 22:09
    Moderatore

Risposte

  • La migrazione è già rognosa quando è lineare, figurati se parte da una
    base oggettivamente incasinata.
    Rifai da zero, senza dubbio. Esporti le caselle dei singoli utenti su
    file PST e poi li reimporti nella nuova struttura.
    Ci perderai una giornata (forse anche due, a seconda della grandezza
    delle caselle), ma sei sicuro che tutto fili liscio e ti trovi con una
    struttura pulita senza trascinarti le eventuali magagne delle
    precedenti configurazioni.
     
    mercoledì 21 novembre 2012 09:54
  • Io personalmente non vedo perchè rifare tutto da zero, puoi tranquillamente migrare ad una singola macchina exchange, inserire un nuovo dc, ed eliminare il vecchio sbs. Ovviamente dovrai fare un pò di pulizia su AD ma è un'attività che si fa tranquillamente. L'alternativa potrebbe essere quella di migrare ad un nuovo dominio con l' ADMT in modo da non doverti riconfigurare tutti i client.

    Peppacci - MVP - Microsoft Exchange Server Microsoft MCP - MCTS - MCITP http://blogs.sysadmin.it/peppacci/Default.aspx

    giovedì 22 novembre 2012 08:22
    Moderatore

Tutte le risposte

  • La migrazione è già rognosa quando è lineare, figurati se parte da una
    base oggettivamente incasinata.
    Rifai da zero, senza dubbio. Esporti le caselle dei singoli utenti su
    file PST e poi li reimporti nella nuova struttura.
    Ci perderai una giornata (forse anche due, a seconda della grandezza
    delle caselle), ma sei sicuro che tutto fili liscio e ti trovi con una
    struttura pulita senza trascinarti le eventuali magagne delle
    precedenti configurazioni.
     
    mercoledì 21 novembre 2012 09:54
  • Ciao Sky,

    anche la mia idea era quella di rifare, l'unica mia perplessità è come rimettere a posto le public folders essendo sparse in giro. Magari provo a simulare una situazione simile in lab. Per il tempo non ho problemi, mi faccio dare una mano dai colleghi ed in 4 in una giornata facciamo tutto.

    Volevo qualcuno che mi dicesse "MIGRA E FAI COSI!!" ah ah perché anche io sono sempre stato contro le migrazioni...:-)

    A.

    mercoledì 21 novembre 2012 13:44
    Moderatore
  • Io personalmente non vedo perchè rifare tutto da zero, puoi tranquillamente migrare ad una singola macchina exchange, inserire un nuovo dc, ed eliminare il vecchio sbs. Ovviamente dovrai fare un pò di pulizia su AD ma è un'attività che si fa tranquillamente. L'alternativa potrebbe essere quella di migrare ad un nuovo dominio con l' ADMT in modo da non doverti riconfigurare tutti i client.

    Peppacci - MVP - Microsoft Exchange Server Microsoft MCP - MCTS - MCITP http://blogs.sysadmin.it/peppacci/Default.aspx

    giovedì 22 novembre 2012 08:22
    Moderatore
  • bene, grazie a tutti e due, ora sono confuso :-) a parte gli scherzi, io migrerei anche, la struttura non è grande...è che se la base non è fatta corretta poi mi si incastra il server a metà. E' anche vero che avendo comunque gli ost locali tanto danno non può succedere e male che vada lo rifaccio dopo...quasi quasi...

    La migrazione con l'Active Directory Migration Tool no l'avevo considerata...ma la provo in lab e vedo cosa ne esce fuori. Grazie intanto a tutti e due.

    A.

    lunedì 26 novembre 2012 16:32
    Moderatore
  • Nel suo scritto precedente, Alessandro-Vannini ha sostenuto :

    bene, grazie a tutti e due, ora sono confuso :-) a parte gli scherzi, io migrerei anche, la struttura non è grande...è che se la base non è fatta corretta poi mi si incastra il server a metà. E' anche vero che avendo comunque gli ost locali tanto danno non può succedere e male che vada lo rifaccio dopo...quasi quasi...

    Occhio che dagli OST locali non ricavi niente se, per qualche ragione, i client non ripartono correttamente. Piuttosto esporta in PST, almeno puoi aprirli in qualunque momento e situazione.

    lunedì 26 novembre 2012 20:45
  • Sky per quello stai tranquillo, ho un ost to pst che è una bomba, costa un botto ma mi ha salvato in tante occasioni. :-)

    A.

    martedì 27 novembre 2012 16:08
    Moderatore