none
Cartelle "fantasma" RRS feed

  • Domanda

  • Salve a tutti

    Mi capita una cosa strana su un server 2008 R2.

    Il server è sotto dominio (non è il DC) ma per alcune applicazioni devo accedere con l'Admin locale invece che con quello di dominio.

    Sui client gira un'applicazione che crea delle cartelle temporanee in una condivisione di questo server. Una volta termnate le elaborazioni, tali cartelle vengono cancellate.

    Oggi (ma non è la prima volta) ho avuto modo di notare una strana anomalia: una di queste cartelle, che era stata correttamente cancellata dal programma (e la persona che lo stava usando ha confermato di non vederla), risultava ancora visibile, ma non accessibile, dall'admin locale, mentre risultava giustamente inesistente accedendo con l'admin di dominio. Una volta riloggato con l'admin locale, è sparita anche da lì.

    Da cosa può dipendere questa "persistenza"?

    venerdì 7 dicembre 2018 11:01

Risposte

  • Secondo me devi indagare sulle operazioni che esegue il software, non vedo alternative. Se possibile proverei a coinvolgere anche il supporto tecnico della software house.
    martedì 11 dicembre 2018 14:09
    Moderatore

Tutte le risposte

  • Mi sembra un classico caso di mancato refresh del contenuto della cartella da parte di Explorer, ogni tanto può capitare (potrebbe essere dovuto anche ad un software di terze parti installato). Solitamente è sufficiente forzare l'aggiornamento della visualizzazione del contenuto cartella per veder sparire le cartelle non più esistenti.

    A mio parere non può essere considerato un vero e proprio problema, anche perché si tratta solo di un fatto di visualizzazione grafica: la cartella viene effettivamente eliminata.
    venerdì 7 dicembre 2018 22:58
    Moderatore
  • Se fosse solo un problema di visualizzazione non me ne preoccuperei. Purtroppo queste cartelle "fantasma" vengono talvolta viste anche dal programma di backup (Uranium) che, ovviamente, quando poi cerca di salvarle, dà errore (e dato che il cliente è pignoletto, tutte le volte che vede questi errori nel log, mi chiede spiegazioni sull'accaduto).

    Proverò a schedulare un restart di Explorer prima che parta il backup. Male non fa.

    lunedì 10 dicembre 2018 18:01
  • Se Uranium vede le cartelle allora probabilmente non è un problema di refresh di visualizzazione, se non sbaglio questo software non utilizza proprio Explorer (infatti solitamente riesce a leggere file presenti in percorsi anche più lunghi del limite massimo consentito da Explorer).
    A questo punto credo che si tratti di un problema dell'applicazione che elimina le cartelle...non è che non riesce ad eliminarle immediatamente perché qualche file all'interno risulta ancora aperto? Ad esempio come nel caso dei file anteprima che crea Windows. Forse in tal caso è la visualizzazione dell'utente che sta utilizzando l'applicazione ad essere "errata" (in quanto non viene vista più la cartella anche se fisicamente è ancora presente).
    lunedì 10 dicembre 2018 18:43
    Moderatore
  • La cosa è alquanto strana.

    La cronologia è stata questa:

    -L'utente che usa il programma in questione ha eseguito la procedura, e la cartella incriminata è stata creata e poi cancellata (l'utente non la vedeva più in Explorer). Era orario di lavoro.

    -Uranium, partito di notte (quindi ore dopo), è stato (erroneamente) lanciato dall'administrator locale invece che da quello di dominio. Per qualche ragione misteriosa vedeva ancora la cartella eliminata e ha provato a backupparla, non riuscendovi e riportando l'errore nel log

    -Il giorno dopo io ho controllato, accedendo con l'admin locale. Vedevo ancora la cartella incriminata, ma qualunque operazione tentavo di fare, mi dava "accesso negato" (mentre altre cartelle analoghe erano accessibili). Ho tentato anche di diventarne proprietario, senza risultato.

    -Ho eseguito login con l'admin di dominio, e da qui la cartella incriminata non si vedeva

    -Sono rientrato con l'admin locale e, solo a questo punto, la cartella risultava sparita anche qui

    Boh!

    lunedì 10 dicembre 2018 19:24
  • Secondo me devi indagare sulle operazioni che esegue il software, non vedo alternative. Se possibile proverei a coinvolgere anche il supporto tecnico della software house.
    martedì 11 dicembre 2018 14:09
    Moderatore
  • La software house ormai è defunta, quindi da quel lato non c'è scampo. Visto che il problema riguarda fondamentalmente il software di backup, dovrò semplicemente fare in modo che parta con l'utente giusto
    giovedì 17 gennaio 2019 11:15