none
gestione degli account di posta condivisi con protocollo IMAP RRS feed

  • Domanda

  • Buongiorno a tutti,

    Avrei un quesito che riguarda la gestione degli account di posta con l'app MAIL di Windows 8.1 e sono stato indirizzato su questo forum da "Microsoft Community".

    Dovendo gestire in ambito professionale diversi account di posta, mi sembra di aver capito che l'app MAIL utilizzi unicamente il protocollo IMAP; questo va bene per gli account personali, che leggo solamente io, in quanto se cancello o sposto le varie mail ritrovo le modifiche da me effettuate su tutti i dispositivi che utilizzo.

    Ma nel caso in cui ci sia anche un'account aziendale condiviso, per cui diversi utenti leggono tutti la posta dallo stesso account aziendale (non personale), cosa succede se ognuno cancella o sposta i messaggi di posta?  il protocollo IMAP permette ad ognuno di vedere solamente le proprie modifiche?  Oppure ci si ritrova nelle cartelle di posta anche le modifiche apportate dagli altri utenti? E nella cartella della posta inviata compaiono solo le mail che ho inviato io, oppure trovo anche quelle di tutti gli altri utenti?

    Prima di trasferire gli account sull'app MAIL abbiamo necessità di conoscerne bene il funzionamento, altrimenti è preferibile continuare ad utilizzare il programma Windows Live Mail con protocollo POP.

    Grazie per la risposta

    martedì 14 ottobre 2014 07:33

Risposte

  • Ciao, Imap è nulla più di un'anteprima. Quello quindi presente nelle cartelle viene visto e condiviso da tutti, stesso discorso per le cancellazioni e per la posta inviata, se si utilizza protocollo imap trovi sempre tutto al suo interno. Fermo restando che:

    - la cassetta postale online non è infinita come spazio

    - l'utilizzo di imap viene inteso solo come temporaneo o orientato verso i dispositivi mobile che hanno poco spazio disco per non impattare sulla memoria interna

    Personalmente considero ne windows mail e nemmeno il client live mail strumenti per una mail professionale. Capisco il discorso del "gratis" ma vanno intesi per un utilizzo privato non aziendale. Per le cose "serie" ci sono outlook ed ancora meglio office 365 se proprio. Una cassetta singola condivisa costa 6€\9€ al mese ma almeno è una cassetta Exchange da 25GB di spazio sincronizzabile con N dispositivi. Certo serve un Outlook, dubito sinceramente che su una piattaforma windows non sia presente, licenziato o no questo è un discorso diverso.

    Ciao.

    A.

    • Contrassegnato come risposta DarioWP8 martedì 14 ottobre 2014 16:11
    martedì 14 ottobre 2014 14:00
    Moderatore

Tutte le risposte

  • Ciao, Imap è nulla più di un'anteprima. Quello quindi presente nelle cartelle viene visto e condiviso da tutti, stesso discorso per le cancellazioni e per la posta inviata, se si utilizza protocollo imap trovi sempre tutto al suo interno. Fermo restando che:

    - la cassetta postale online non è infinita come spazio

    - l'utilizzo di imap viene inteso solo come temporaneo o orientato verso i dispositivi mobile che hanno poco spazio disco per non impattare sulla memoria interna

    Personalmente considero ne windows mail e nemmeno il client live mail strumenti per una mail professionale. Capisco il discorso del "gratis" ma vanno intesi per un utilizzo privato non aziendale. Per le cose "serie" ci sono outlook ed ancora meglio office 365 se proprio. Una cassetta singola condivisa costa 6€\9€ al mese ma almeno è una cassetta Exchange da 25GB di spazio sincronizzabile con N dispositivi. Certo serve un Outlook, dubito sinceramente che su una piattaforma windows non sia presente, licenziato o no questo è un discorso diverso.

    Ciao.

    A.

    • Contrassegnato come risposta DarioWP8 martedì 14 ottobre 2014 16:11
    martedì 14 ottobre 2014 14:00
    Moderatore
  • Grazie per il chiarimento..

    Abbiamo a disposizione anche Outlook 2010 con licenza, ma comunque il discorso sulla sincronizzazione dell'account IMAP rimarrebbe anche utilizzando questo client mail.. Quindi è meglio utilizzare le impostazioni POP.

    Buona serata

    Dario

    martedì 14 ottobre 2014 16:14
  • Fai quello che ritieni meglio, considera però che in POP non sincronizzi niente. La posta è in replica da ogni parte e l'inviata rimane sui client quindi la vede solo chi la invia, ai fini di una casella condivisa è un bagno di sangue perchè non sai mai chi risponde a cosa e chi ha letto una mail, oltre al rischio di rispondere in 3 alla stessa mail. Ti consiglio caldamente (siccome è gratis per 1 mese) di provare un account office 365...poi vediamo se riesci a tornare alla "posta comune" dopo, per 6€ al mese vale la pena di pensarci. :-)

    Ciao!

    A.

    martedì 14 ottobre 2014 16:19
    Moderatore