none
Storage condiviso RRS feed

  • Domanda

  • Buongiorno,

    Vorrei un parere da voi esperti, devo implementare un piccolo cluster hyper-v, solo due nodi, la domanda è se usare come storage condiviso una normalissima SAN (DAS o iSCSI)  oppure creare un  file server failover cluster con due host windows server 2012R2 collegati ad un JBOD.

    Grazie

    Giuseppe

    giovedì 12 febbraio 2015 17:00

Risposte

Tutte le risposte

  • In Windows Server 2012 R2 è presente anche una nuova possibilità, sfruttare le potenzialità del nuovo SMB 3.0:

    https://technet.microsoft.com/library/jj134187.aspx

    E' possibile utilizzarlo per semplificare la rete e per ridurre i costi oppure per semplificare la struttura ma incrementare anche le prestazioni sfruttando delle schede di nuova generazione RDMA (però non particolarmente economiche).

    Queste schede hanno il vantaggio di non essere soggette ai classici problemi dei collegamenti su TCP/IP per la comunicazione, infatti se la cosa più importante sono esclusivamente le prestazioni è meglio sempre evitare tutti i collegamenti che incapsulano i dati su TCP/IP (iSCSI, Fibre Channel Over Ethernet).

    Un approccio più classico comunque ancora valido può essere una SAN in fibra.



    venerdì 13 febbraio 2015 09:53
    Moderatore
  • Grazie Fabrizio,

    Vorrei appunto usare il nuovo SMB 3.0, ma per avere HA devo usare due sever e quindi un JBOD, infatti non posso usare i dischi interni da quello che ho visto nel tuo link. Poichè i costi non sono molto diversi meglio la SAN o un SMB 3.0 in HA?

    Grazie 

    venerdì 13 febbraio 2015 14:33
  • Per l'alta disponibilità devi avere sempre uno storage condiviso per il cluster, questo è sicuro. Nessuna replica ti può garantire la continuità del servizio, quindi lo storage interno ai nodi è da escludere.

    Per SMB Direct con schede RDMA si intende sempre la connessione dei nodi verso un file server condiviso, forse questo link spiega meglio il concetto:

    http://blogs.technet.com/b/keithmayer/archive/2013/10/31/why-r2-your-next-san-with-smb-3-02-scale-out-file-server-sofs.aspx

    Una soluzione di questo tipo raggiunge spesso prestazioni a volte superiori anche della fibra e molto superiori in ogni caso a qualsiasi collegamento su TCP/IP (iSCSI, ecc...):

    http://blogs.technet.com/b/josebda/archive/2014/03/10/smb-direct-and-rdma-performance-demo-from-teched-includes-summary-powershell-scripts-and-links.aspx

    Da qualche anno stanno anche avendo successo le soluzioni "Cluster-in-a-Box" (CiB), forse ti può interessare:

    http://blogs.technet.com/b/uspartner_ts2team/archive/2013/11/04/highly-available-solutions-for-our-smb-customers-cluster-in-a-box.aspx

    Per i costi il confronto va eseguito a parità di prestazioni e funzionalità offerte. Una SAN tradizionale che ti garantisce simili cose solitamente è molto più costosa.


    venerdì 13 febbraio 2015 17:18
    Moderatore
  • Per esperienza personale mi trovo ancora molto bene con le SAN iSCSI e uso come tecnologie netAPP, anche se da poco mi sono affacciato agli appliance della synology che sono molto meno rinomati, ma mi hanno davvero stupito per performance/prezzo.

    Sono due tecnologia piuttosto diverse, nel caso di netAPP come singolo apparato è molto più affidabile, non fosse altro perché hanno un doppio controller interno e anche senza mettere la SAN in cluster è davvero difficile che ti vada giù.

    Con synology, a parità di prezzo, mi compero 2 apparati, il che mi consente di avere la SAN in cluster, cosa che mi trasmette molta serenità :). Come performance siamo a prestazioni di prim'ordine, perché nella virtualizzazione il parametro principale da guardare è IOPS e siamo nell'ordine di 1400 operazioni IO per secondo (questo perché per le operazioni rapide c'è una batteria di di dischi SSD. in casi di VDI fa la differenza

    Ovviamente esistono anche le soluzioni freeware, tipo FreeNAS o roba simile, ma non le ho mai usate in produzione, anche se ultimamente stanno migliorando nella replica e possono utilizzare gli strumenti di freeBSD per creare il cluster. Tutto freeware, ma per me un po' troppo complesso da configurare (per il cluster della SAN intendo)

    ... che altro... non mi viene in mente altro ma così hai qualche info in più sulle strade percorribili già fornite nei precedenti post

     


    sabato 14 febbraio 2015 20:20
  • Ciao Marco,

    La soluzione con il Synology  mi interessa, puoi darmi qualche modello?

    Grazie

    lunedì 16 febbraio 2015 08:34