none
Come posso avere tutti i file dello snapshot su un altro drive? RRS feed

  • Domanda

  • Ciao,

    il risultato che vorrei ottenere è di avere gli snapshot su un array SSD con l'idea di velocizzare le sole parti della macchina più utilizzate.

    Se in hyperV, imposto gli snapshot su un altro disco, vedo che mi ci mette solo alcuni file(bin e vsv), ma il file che riguarda il disco (avhdx) resta nella posizione originale.

    Editando gli XML posso ottenere il risultato prefissato, ma che voi sappiate, esiste un modo per far si che di default i file avhdx generati dallo snapshot finiscano tutti nella posizione indicata come destinazione dello snapshot?

    grazie

    lunedì 1 maggio 2017 08:54

Risposte

  • Cosa intendi esattamente per "velocizzare le sole parti della macchina più utilizzate"? Si trattano di snapshot veri e propri?
    In realtà per macchine in produzione l'obiettivo è quello di avere, almeno per il sistema operativo, VHDX unici a dimensione statica archiviati su dischi veloci. L'utilizzo di snapshot solitamente è limitato ad ambienti di test/sviluppo e anche quando vengono creati automaticamente (ad esempio in seguito ad alcune operazioni eseguite tramite VSS) l'obiettivo finale è sempre quello di riunirli nel file VHDX primario.
    Caso diverso è quello di hard disk virtuali differenziali veri e propri (ad esempio negli ambienti VDI), ma considera comunque che il loro utilizzo penalizza comunque le prestazioni (quindi secondo me non ha comunque senso lasciare l'hard disk padre su dischi più lenti).
    lunedì 1 maggio 2017 12:12
    Moderatore

Tutte le risposte

  • Cosa intendi esattamente per "velocizzare le sole parti della macchina più utilizzate"? Si trattano di snapshot veri e propri?
    In realtà per macchine in produzione l'obiettivo è quello di avere, almeno per il sistema operativo, VHDX unici a dimensione statica archiviati su dischi veloci. L'utilizzo di snapshot solitamente è limitato ad ambienti di test/sviluppo e anche quando vengono creati automaticamente (ad esempio in seguito ad alcune operazioni eseguite tramite VSS) l'obiettivo finale è sempre quello di riunirli nel file VHDX primario.
    Caso diverso è quello di hard disk virtuali differenziali veri e propri (ad esempio negli ambienti VDI), ma considera comunque che il loro utilizzo penalizza comunque le prestazioni (quindi secondo me non ha comunque senso lasciare l'hard disk padre su dischi più lenti).
    lunedì 1 maggio 2017 12:12
    Moderatore
  • Concordo con quanto detto da Fabrizio e aggiungo che non c'è modo di avere il file avhdx in un percorso differente rispetto al disco originale, le impostazioni che puoi cambiare riguardano il path per il checkpoint e per il saved state.

    Tra l'altro, la modifica manuale dei path sull'XML non credo sia supportata.

    Roberto


    Roberto Ferazzi
    Microsoft® MVP Office Server & Services (Exchange Server)
    Moderator in the Microsoft TechNet Italy Forums
    My MVP Profile

    MSExchange.Community

    lunedì 1 maggio 2017 21:13
  • Purtroppo si tratta di un piccolo progetto che sto facendo usando un server che ho a casa e non ho certo le risorse di cui possi disporre a lavoro.

    Ho le macchine su un  raid 5 di dischi a rotazione e pensavo di mettere snapshot e avhdx su SSD, così con poco sforzo pensavo di mandare automaticamente le parti più utilizzate/scritte su SSD aumentando le prestazioni.

    Devo fare un po' di test, ma il DB SQL sembrava rispondere meglio con lo snapshot attivo su SSD. Ovviamente avevo dovuto editare l'XML per avere l'avhdx su SSD.

    Se non va bene così, allora seguirò il consiglio e farò due dischi per ogni macchina guest. SU quello in ssd metterò DB e tutto quello che deve essere ad accesso rapido.

    grazie

    martedì 2 maggio 2017 01:08
  • Devo fare un po' di test, ma il DB SQL sembrava rispondere meglio con lo snapshot attivo su SSD. Ovviamente avevo dovuto editare l'XML per avere l'avhdx su SSD.

    Scusa ma che significa questa frase? Quando crei uno snapshot il .vhdx originale viene usato in sola lettura e tutti i nuovi cambiamenti saranno letti/scritti su un nuovo file. Inizialmente il 100% delle letture saranno sul disco originario e mano mano che lo usi una parte verrà letta dal nuovo disco.

    Quindi è ovvio che se metti il nuovo file su SSD va meglio, ma succede anche se ci metti il disco originale...

    Ciao


    Andrea Sistarelli
    Blog
    Datacen srl - Consulenza informatica

    martedì 2 maggio 2017 06:36
  • Sì, ma si tratta di un server con poche risorse e poco spazio su SSD. L'idea era proprio quella di sfruttare lo snapshot della macchina per portare su ssd solo le cose più utilizzate. Ovvio che se avessi a casa un server potente come quello che ho a lavoro non avrei bisogno di cercare di questi "workaround", ma ci si adatta.
    martedì 2 maggio 2017 08:58
  • Se proprio vuoi intraprendere questa strada dovresti continuare a modificare gli XML, ma comunque non credo che solo mettendo gli snapshot su SSD avrai un vantaggio significativo nelle prestazioni delle VM.
    A questo punto, visto che si tratta di un server per i test, forse è meglio rinunciare al RAID per guadagnare qualcosa come spazio sui dischi veloci, ma non so quanto i dati contenuti siano importanti per te.
    martedì 2 maggio 2017 15:43
    Moderatore