none
Ping -a: Host di destinazione non raggiungibile RRS feed

  • Domanda

  • Buongiorno,

    normalmente digitando il comando ping -a xxx.xxx.xxx.xxx in risposta si ottiene il nome host.

    mi succede che pingando un ip quest'ultimo non risponde poiché giustamente non esiste ma digitando ping -a

    ho la seguente risposta:

    Esecuzione di Ping xxxxp01.tollexxx.intra [192.168.xx.xx] con 32 byte di dati
    :
    Risposta da 192.168.2.145: Host di destinazione non raggiungibile.
    Risposta da 192.168.2.145: Host di destinazione non raggiungibile.
    Risposta da 192.168.2.145: Host di destinazione non raggiungibile.
    Risposta da 192.168.2.145: Host di destinazione non raggiungibile.

    cioè indica un host anche se non risponde al pacchetto icmp.

    ho provato a vedere sul DNS interno ma non cè traccia dell ' host indicato in risposta.

    Cosa potrebbe essere?

    Grazie anticipatamente a tutti.


    • Modificato Anca Popa venerdì 28 marzo 2014 16:17 titolo
    giovedì 27 marzo 2014 09:46

Risposte

  • Ciao,

    la sequenza risoluzione dei nomi host---indirizzi ip(viceversa) è questa:

    1-il client verifica se il nome richiesto è il proprio

    2-il client esegue quindi una ricerca nel file host locale (path dove è locato %systemroot%\System32\Drivers\etc)

    3-viene interrogato il dns (cache, rlz,forwarders,root hints ecc)

    4-se il nome non è ancora risolto, sequenza di risoluzione nome NETBIOS viene utilizzato come backup.

    Quindi come t dice correttamente Roberto guarda sul file host se c'è un associazione nome ip-nome host(xxxxp01.tollexxx.intra) e poi guarda sui dns nella reverse lookupzone (se ne hai modo).

    quando fai un ping la zona responsabile sul dns è la FLZ(forward lookup zone) risoluzione nome host--->ip address

    quando fai un ping -a la zona responsabile sul dns è la RLZ(reverse lookup zone) risoluzione ip address---nome host (DOVE DEVI GUARDARE TU)

    Saluti ;-)

    Mattia Lodi

    • Contrassegnato come risposta Gian666 giovedì 27 marzo 2014 17:04
    giovedì 27 marzo 2014 15:16
  • Il ping -a non fa altro che eseguire un "reverse lookup" sul DNS impostato sul client.

    Il risultato che hai riportato indica che c'è sicuramente un record dns relativo all'host in questione.

    Sei sicuro che non esista, nella zona "tollexxx.intra"? Il client ha un altro DNS impostato?

    Un'altra possibilità è che sia impostato nel file HOSTS locale del cliente, verifica anche quello.

    Un altro test che puoi fare è con nslookup:

    1) nslookup

    2) digita il nome dell'host xxxxp01.tollexxx.intra

    3) se viene risolto significa che c'è il record nel dns

    Roberto


    IT Consultant | Microsoft MCTS MCITP MCSA MCSE MCT

    giovedì 27 marzo 2014 10:02

Tutte le risposte

  • Il ping -a non fa altro che eseguire un "reverse lookup" sul DNS impostato sul client.

    Il risultato che hai riportato indica che c'è sicuramente un record dns relativo all'host in questione.

    Sei sicuro che non esista, nella zona "tollexxx.intra"? Il client ha un altro DNS impostato?

    Un'altra possibilità è che sia impostato nel file HOSTS locale del cliente, verifica anche quello.

    Un altro test che puoi fare è con nslookup:

    1) nslookup

    2) digita il nome dell'host xxxxp01.tollexxx.intra

    3) se viene risolto significa che c'è il record nel dns

    Roberto


    IT Consultant | Microsoft MCTS MCITP MCSA MCSE MCT

    giovedì 27 marzo 2014 10:02
  • Dalla macchina da cui fai il ping puoi provare a svuotare le cache locali e la tabella arp, magari gli è rimasto qualcosa e quando provi a fare il ping -a lo trova li...

    i comandi comunque sono:

    ipconfig /flushdns

    arp -d

    Ciao

    G.

    giovedì 27 marzo 2014 14:30
  • Ciao,

    la sequenza risoluzione dei nomi host---indirizzi ip(viceversa) è questa:

    1-il client verifica se il nome richiesto è il proprio

    2-il client esegue quindi una ricerca nel file host locale (path dove è locato %systemroot%\System32\Drivers\etc)

    3-viene interrogato il dns (cache, rlz,forwarders,root hints ecc)

    4-se il nome non è ancora risolto, sequenza di risoluzione nome NETBIOS viene utilizzato come backup.

    Quindi come t dice correttamente Roberto guarda sul file host se c'è un associazione nome ip-nome host(xxxxp01.tollexxx.intra) e poi guarda sui dns nella reverse lookupzone (se ne hai modo).

    quando fai un ping la zona responsabile sul dns è la FLZ(forward lookup zone) risoluzione nome host--->ip address

    quando fai un ping -a la zona responsabile sul dns è la RLZ(reverse lookup zone) risoluzione ip address---nome host (DOVE DEVI GUARDARE TU)

    Saluti ;-)

    Mattia Lodi

    • Contrassegnato come risposta Gian666 giovedì 27 marzo 2014 17:04
    giovedì 27 marzo 2014 15:16
  • Prima di tutto grazie a tutti per il Vostro prezioso intervento.

    Escludo il file HostS perchè l'anomalia la trovo su tutti i client

    facendo nslookup ho il seguente input:

    C:\Users\gianluigi.TOLLEGNO>nslookup
    Server predefinito:  UnKnown
    Address:  192.168.0.10

    > xxxxxxp01.tollegno.intra
    Server:  UnKnown
    Address:  192.168.0.10

    *** UnKnown non è in grado di trovare xxxxxp01.tollegno.intra: Non-existent
    omain
    >

    Non viene risolto quindi.

    Come suggerisce Mattia ho trovato il rk nella rever lookup zone. Cancellato e ora l'anomalia non c'è più

    chissà perché era rimasto quel rk.

    Grazie 1000

    giovedì 27 marzo 2014 17:04
  • Ciao,

    ti era rimasto perché se non vai a manina a cancellarlo il ptr record non te lo elimina se elimini solo il record dall FLZ, spero di essere stato chiaro.

    Mattia Lodi

    venerdì 28 marzo 2014 11:25