none
errore 0x80070035 RRS feed

Tutte le risposte

  • Segui:

    https://answers.microsoft.com/it-it/windows/forum/all/pc-in-rete-windows-10-1803-e-successive/3f1bab36-719c-4db2-8910-4465f13df1bd


    Franco Leuzzi - Microsoft ® MVP Windows and Devices for IT \System Administration

    lunedì 15 giugno 2020 18:57
    Moderatore
  • Segui:

    https://answers.microsoft.com/it-it/windows/forum/all/pc-in-rete-windows-10-1803-e-successive/3f1bab36-719c-4db2-8910-4465f13df1bd


    Franco Leuzzi - Microsoft ® MVP Windows and Devices for IT \System Administration


    Caro Franco, sarò franco, le informazioni che l'utente trova al link sopra, non sono da seguire (in generale, né in questo caso particolare), ma deve essere fatto ciò che serve, solo se serve, fare tutte le modifiche citate è ASSOLUTAMENTE sconsigliato (anzi dannoso), vediamo di capire il perchè di questa mia affermazione.

    Nella tua guida consigli  l'utente di abilitare il servizio server smb 1.0/cifs, che nel caso del nostro Zazzo, non ha alcun senso, lui ha problemi di connessione verso un share di un server e non viceversa;  avrebbe avuto un qualche senso se il suo notebook, avesse fatto da server, offrendo delle share a pc precenti a windows vista (xp,2000,window 98 etc o linux molto datati, comuque SO che "parlano" solo SMB v1.0), ma come da thead non è questo il caso...

    Indipendentemente dal problema, sarebbe opportuno adeguarsi alle scelte di microsoft e non abilitare il server smb1, a meno chè, non sia strettamente necessario e si sia consapevoli di ciò che si fa,

    Abilitando il "server SMB 1.0/cifs" si aumenta la superficie di attacco, si aumentano le probabilità di esposizione a vulnerabilità e questo per nulla, solo perchè si è seguito una guida in rete.
    Già con il virus  ransomware wanna cry ci sono stati problemi a livello mondiale  e tutto grazie al "server SMB 1.0/cifs" . Cerchiamo di limitare, non di sovraesporre i pc di ignari utenti della rete.

    Per la cronaca, la più recente vulnerabilità del protocollo smb v3.11 (l'ultimo, quello più avanzato e sicuro) risale a marzo 2020 https://portal.msrc.microsoft.com/en-US/security-guidance/advisory/CVE-2020-0796

    Dato che mi rimangono impresse certe discussioni, nel 2017, dicevi che SMB 1.0 era perfettamente inutile, ora che Microsoft, con windows 10 (mi sembra dalla 1709) lo ha disabilitato di default e prova a toglierlo, tu consigli di installarlo a priori, anche quando non serve!

    In più consigli di abbassare il livello di crittografia a 40bit / 56bit(obsoleta dal 2000)  esponendo il pc ad attacchi di forza bruta, aumentando rischio e probabilità, peggiorando ancora la situazione del notebook/computer.

    Effettuate tutte le modifiche consigliate, il computer  è talmente vulnerabile, che sarà diventato l'anello debole nella lan locale, tanto da poter essere usato come testa di ponte per hacker/bot/malaware, esponendo a virus/ransomware anche tutti i pc aziendali!

    In più, come ciliegina finale, consigli di tornare indietro nel tempo, al 2008 e usare  "LM e NTLM ed eventualmente, se negoziato, il protocollo NTLMv2", esponendo ulteriormente il povero e già indebolito notebook.

    Riporto un'altro link di Microsoft (chi leggerà potrà capire cosa fa)

    https://docs.microsoft.com/it-it/windows/security/threat-protection/security-policy-settings/network-security-lan-manager-authentication-level
    Vulnerabilità
    In Windows7 e WindowsVista questa impostazione non è definita. In WindowsServer2008R2 e versioni successive questa impostazione è configurata per l' invio solo di risposte NTLMv2.
    Contromisura
    Configurare l'impostazione sicurezza di rete: livello di autenticazione di LAN Manager per inviare solo risposte NTLMv2. Microsoft e un certo numero di organizzazioni indipendenti consigliano vivamente questo livello di autenticazione quando tutti i computer client supportano NTLMv2.

    Perdona la franchezza, ma qui c'è la possibilità di commentare, mentre, il tuo articolo lo hai blindato da ogni tipo di commento, se non quelli favorevoli(troppo facile).

    Gastone


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere




    lunedì 15 giugno 2020 23:08
  • Buongiorno, per problemi ho dovuto ripristinare il notebook, al rientro in ufficio non riesco più ad accedere ad una cartella condivisa in rete, mi da errore 0x80070035. Qualcuna sa come aiutarmi?

    Che sistema operativo ha il tuo notebook?

    La cartella condivisa è esposta da un server windows, una nas? Specifica


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere

    lunedì 15 giugno 2020 23:10
  • @Gastone.

    Davvero encomiabile.

    L'unico appunto che affiora (anche se non ho tempo....) è l'aiuto che circa 175.000 persone hanno avuto seguendo il mio articolo.

    PRATICA, non TEORIA.

    Le DISSERTAZIONI mi diverto a farle DOPO le 18 ore giornaliere /365, quando leggo certe "cose".

    Nelle Community chi chiede ha bisogno di aiuto non di LEZIONI.

    Buona giornata.


    Franco Leuzzi - Microsoft ® MVP Windows and Devices for IT \System Administration

    martedì 16 giugno 2020 07:17
    Moderatore
  • @ Gastone...continua.

    Mi vengono in mente (Stranamente TUTTE le condivisioni di rete, mappature, protezioni, VPN e quant'altro a me e alle centinaia di postazioni affiliate funzionano.....quindi ho 5 minuti..) certi articoli scritti dall'alto...

    Il bsod 0x800xxxxxx è provocato da una protezione richiesta dal kernel caduto in un trap...

    Ma la PERSONA a cui era stato linkato l'articolo rispondeva immancabilmente:

    GRAZIE, ma come cavolo ne esco....e ricomincio a lavorare?



    Franco Leuzzi - Microsoft ® MVP Windows and Devices for IT \System Administration

    martedì 16 giugno 2020 07:43
    Moderatore
  • Buongiorno, per problemi ho dovuto ripristinare il notebook, al rientro in ufficio non riesco più ad accedere ad una cartella condivisa in rete, mi da errore 0x80070035. Qualcuna sa come aiutarmi?

    Ho lo stesso problema su diversi PC.

    Da quando ho aggiornato alcuni PC a Dominio con l'ultima versione di Windows 10 - 2004, non funziona più correttamente il mapping delle unità di rete condivise da un server DFS.

    Fino alla versione 1909 non si è mai riscontrato nessun problema.

    Temo sia legato ad uno dei tanti bug di questa versione.


    martedì 16 giugno 2020 20:37
  • Da quando ho aggiornato alcuni PC a Dominio con l'ultima versione di Windows 10, 2004, non funziona più correttamente il mapping delle unità di rete condivise da un server DFS. Nell'event viewer il codice di errore è 0x80070035

    Sui PC aggiornati alla versione 1909 il problema non si presenta.

    Temo sia legato a qualche bug di questa ultima versione.

    martedì 16 giugno 2020 20:41
  • Hai esattamente lo stesso errore? riposta sia codice che descrizione

    Il server che espone le share che sistema operativo ha?

    "Alcuni pc" ora hanno la 2004 e riscontrano l'errore. tutti i 2004 hanno questo problema?

    Gli altri funzionano ? Quali SO hanno?


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere


    martedì 16 giugno 2020 21:18
  • Non aprire doppi thread, continuiamo qui

    Hai esattamente lo stesso errore? posta sia codice di errore che la descrizione

    Il server che espone le share, che sistema operativo ha?

    "Alcuni pc" ora hanno la 2004 e riscontrano l'errore. Tutti i 2004 hanno questo problema?

    Gli altri funzionano ? Quali SO hanno?

    Per capire abbiamo bisogno di avere le informazioni sia del client che del server, altrimenti non possiamo aiutarti a capire il problema (gi attori coinvolti sono almeno due il client e il server)

    Gastone


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere

    martedì 16 giugno 2020 21:26
  • Tutti i 2004 hanno lo stesso problema, 4 PC su 4.

    Il server che espone le share è un Windows Server 2008R2 Standard.

    ID Evento: 4098

    Impossibile applicare l'elemento preferenza user U: nell'oggetto Criteri di Gruppo "GP_FileServer_Map". Codice errore 0x80070035. The network path was not found.


    mercoledì 17 giugno 2020 07:15
  • Se usi \\ipDelServer\share cosa ottieni?


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere

    mercoledì 17 giugno 2020 07:38
  • Se vado secco sull'IP o sul nome del server fisico, funziona.

    Ma siccome nel mio caso si tratta di un server DFS, dove la mappatura avviene con \\dominio.local\pubblic\share il problema si presenta.

    La cosa strana è che su 4 share ne compare una con la X. Ci clicco sopra e mi dice che la share non è connessa. A questo punto si disconnette. Aspetto 5 minuti o lancio un gpupdate e ne compaiono 2 con la X, ci clicco sopra e dice che la seconda share non è connessa, ma intanto nella prima accedo.

    Vado avanti così fino a quando non ho tutte e 4 le share collegate e mi rimangono tutto il giorno o fino a quando non riavvio o mi disconnetto.

    mercoledì 17 giugno 2020 07:54
  • Se vado secco sull'IP o sul nome del server fisico, funziona.

    Ma siccome nel mio caso si tratta di un server DFS, dove la mappatura avviene con \\dominio.local\pubblic\share il problema si presenta.

    La cosa strana è che su 4 share ne compare una con la X. Ci clicco sopra e mi dice che la share non è connessa. A questo punto si disconnette. Aspetto 5 minuti o lancio un gpupdate e ne compaiono 2 con la X, ci clicco sopra e dice che la seconda share non è connessa, ma intanto nella prima accedo.

    Vado avanti così fino a quando non ho tutte e 4 le share collegate e mi rimangono tutto il giorno o fino a quando non riavvio o mi disconnetto.

    continuamo qui

    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere

    mercoledì 17 giugno 2020 11:33
  • C'è la possibilità che qualcuno di Microsoft prenda in considerazione il problema?

    L'unica cosa a cui sto pensando è ad una patch rilasciata in qualche veloce aggiornamento.

    mercoledì 17 giugno 2020 11:52
  • Caro Franco, nessunio mette in dubbio la tua buona volontà di aiutare, quello che mi sconvolge  è la totale inconsapevolezza da parte tua sulla pericolodità delle modifiche consigliate.

    Gli utenti non possono sapere, in pratica e non in teoria, chi ha seguito pedissequamente le modifiche  è a rischio

    La tua fortuna è che se un utente perderà  dati, foto, documenti  causa virus/malaware, non riuscirà a  capire che la concausa sia stata determinata dalle modifiche consigliate.

    Se qualcuno ti dice "per guidare comodo e non sgualcire la camicia, non usare le cinture di sicurezza", le conseguenze sono chiare a tutti, mentre le implicazioni di sicurezza, generate dall'abbassare il livello di cifratura o usare l'autenticazione LM piuttosto che NTLMv2, sfuggono a molti (te compreso).

    Anche l'approccio alla risposta, con un link "secco", quando mancano del tutto le informazioni sul contesto, SO del client, SO del server, l'errore esteso, etc., secondo me raccogliere qualche informazione in più avrebbe aiutato... amenochè il tuo articolo sia la panacea per ogni problema di rete...

    Oggi sono in ferie, ho tempo, di solito sono sul pezzo solo la sera

    Ciao Gastone

    PS: il confronto e la discussione su tematiche complesse è un'occasione formidabile per crescere e migliorarsi, soprattutto per noi, ma potrebbe interessare anche al semplice utente del forum.
      Le proprie scelte, si motivano, si documentano, si citano le fonti, si spiega il perchè di ogni modifica, così chi ha voglia e tempo, avrà la possibilità di documentarsi, capire, aggiornarsi e verificare...






    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere

    mercoledì 17 giugno 2020 13:14
  • se fai un ping dominio.local lo risolve?

    se fai un ping server dfs lo risolve?

    se fai un ping serverdfs.tuodom.local ?

    Puoi provare a mettere nella definizione "namespace server"  l'ip address e vedere se funziona?

    Non credo sia un problema di 10, ma una configurazione non corretta del dfs, non rollerata dalla 2004


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere

    mercoledì 17 giugno 2020 13:21
  • Sì, al ping risponde sempre in tutte le condizioni.

    La cosa strana è che di 11 share presenti sul DFS, spariscono tutte tranne una che è sempre presente.

    Per cui io se faccio un browse di \\dominio.local\ ci arrivo sempre, ma vedo sparire e apparire tutte le altre 10.

    Fare prove sul DFS in produzione non me la sento di farle.

    mercoledì 17 giugno 2020 13:29
  • Descrivi la tua infrastruttura: DC, member server,  server dfs, livello funzionalità di AD, errori nellevent viewer client e dfs server

    Hai la access based enumeration abilitata?

    Sul client prova a togliere i file offline e rimetterli, cosa succede?

    guarda questo link se può aiutare DFS shares disappear intermittently RRS feed


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere

    mercoledì 17 giugno 2020 13:49
  • Ho due DC Windows Server 2016 - (1607) e due server DFS 2008 R2.

    Funzionalità dei DC DomainMode : Windows2008Domain

    Non ho errori nell'eventviewer del DFS e lato client quelli sopra.

    Non so se ho l'access based enumeration abilitata... Sai come verificarla?

    Ho provato a disabilitare i files offline e così vengono mappate senza problemi!

    Ho riabilitato i files offline e il problema si ripresenta. (Che correlazione c'è?)

    Comunque non vengono salvati files offline delle share.

    mercoledì 17 giugno 2020 14:22
  • Non è la ABE, ma win 10 che usa in modo aggressivo i file offline

    disabilitere i file offline?

    È possibile usare Replica DFS con File offline?

    Puoi usare contemporaneamente Replica DFS e File offline senza alcun problema in scenari in cui è presente un solo utente alla volta che scrive nei file. Questa operazione è utile per gli utenti che si spostano tra due sedi e vogliono poter accedere ai file in ogni sede o in modalità offline. File offline memorizza i file nella cache locale per l'uso in modalità offline e Replica DFS replica i dati tra le due sedi.


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere

    mercoledì 17 giugno 2020 14:37
  • Per i desktop non sarebbe un problema, ma per i molti notebook presenti in azienda i files offline mi piacerebbe mantenerli...

    mercoledì 17 giugno 2020 15:20
  • Piccola differenza.

    Non ho tempo per "discussioni" sterili.

    Le lascio a chi ha tempo per farle.

    E, dato che non ho MAI raccolto provocazioni, ti auguro buone ferie e buona serata.

    Ti salutano, assieme a me, i quasi 5 milioni di utenti che hanno tratto beneficio dai miei articoli e dalla mia presenza nelle Community.

    Che siano tutti così sprovveduti.....

    Fine del contatto.


    Franco Leuzzi - Microsoft ® MVP Windows and Devices for IT \System Administration

    mercoledì 17 giugno 2020 15:47
    Moderatore
  • Ho provato a disabilitare i files offline e così vengono mappate senza problemi!
    Ho riabilitato i files offline e il problema si ripresenta. (Che correlazione c'è?)

    DFS and Offline Files – A Match Made In Hell

    e Microsoft dice:

    Replica DFS: Domande frequenti

    È possibile usare Replica DFS con File offline?

    Puoi usare contemporaneamente Replica DFS e File offline senza alcun problema in scenari in cui è presente un solo utente alla volta che scrive nei file. Questa operazione è utile per gli utenti che si spostano tra due sedi e vogliono poter accedere ai file in ogni sede o in modalità offline. File offline memorizza i file nella cache locale per l'uso in modalità offline e Replica DFS replica i dati tra le due sedi.

    Non usare Replica DFS insieme a File offline in un ambiente multiutente perché Replica DFS non offre meccanismi di blocco distribuito o funzionalità di estrazione dei file.Se due utenti modificano lo stesso file contemporaneamente in server diversi, Replica D

    FS sposta il file precedente nella cartella DfsrPrivate\ConflictandDeleted (nel percorso locale della cartella replicata) durante la replica successiva.

    Io non conosco la tuo utenza, come hai impostato le repliche, come hai definito i dfs namespace, di fatto è che alcune configurazioni non sono compatibili (vedi link di MS) con i files offline . Quello che stai riscontrando, non so se sia una forma di tutela dei dati utente applicata da win10 2004 o semplicemente un effetto collaterale di un non corretto utilizzo del dfs + files offline. Ciao Gastone


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere



    mercoledì 17 giugno 2020 19:46
  • Grazie Gastone per il tuo prezioso aiuto.

    Sinceramente la parte DFS è stata implementata da qualcuno che mi ha preceduto in questa azienda e che ho ereditato.

    La funzione di questo DFS replica due files server che distano in due palazzine a 500 metri di distanza e l'utenza lavora esclusivamente su un server. Il secondo era stato creato per avere un backup dislocato in tempo reale.

    Invece utilizzo la parte di files offline perchè abbiamo il folder redirect del desktop/documenti e per chi ha un notebook è fondamentale che quando sono offline possano vedere i files che hanno sul desktop.

    Cosa mi consigli di fare?

    mercoledì 17 giugno 2020 20:09
  • The solution to this problem is to use the FQDN/NetBIOS name for your DFS shares.

    Mi sembra di capire che giocando sui dfs namespace sia un workaround percorribile, bisogna fare un po' di prove a bocce ferme per non creare  disservizi.

    Forse la cosa migliore sarebbe migrare i 2008 (ormai fuori supporto) a 2012 e riprogettare il DFS in ottica  folder redirect + files offline... capisco che diventi un lavoro impegnativo

    Che namespaces usi ora netbios o fqdn?

    Ciao Gastone


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere


    mercoledì 17 giugno 2020 21:45
  • @Gastone.

    Davvero encomiabile.

    L'unico appunto che affiora (anche se non ho tempo....) è l'aiuto che circa 175.000 persone hanno avuto seguendo il mio articolo.

    PRATICA, non TEORIA.

    Le DISSERTAZIONI mi diverto a farle DOPO le 18 ore giornaliere /365, quando leggo certe "cose".

    Nelle Community chi chiede ha bisogno di aiuto non di LEZIONI.

    Buona giornata.


    Franco Leuzzi - Microsoft ® MVP Windows and Devices for IT \System Administration

    @Franco
    Sono contento , che dopo la mia dissertazione/lezione  teorica  (so che tu applichi la "PRATICA, non TEORIA") abbia modificato il la tua guida "PC in rete windows 10 1803 e successive" mettendo in PRATICA i miei consigli, TOGLIENDO le parti che citavo, crittografia 40bit, ntlm2 etc.  insomma tutte quelle modifiche inutili e che indebolivamo la sicurezza del sistema operativo, mi dispiace per i 175000 che la hanno seguita in forma integrale (non questa ridotta) esponendosi a rischi inutili.

    Rimane ancora da togliere il riferimento all'aggiunta del Server SMB 1.0/CIFS ,che espone il pc a vulnerabilità inutili e non serve più a nulla, se non i rarissimi casi, con SO fuori supporto da anni (xp o antecedenti)

    Peccato che tu abbia bloccato i commenti nella tua guida su answer (anzi è assolutamente meglio), mi rimane solo che scrivere qui...

    Ciao Gastone


    Gastone Canali >


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito, ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare anche i post utili. GRAZIE! Dai un occhio ai link Click Here and Here Leaderboard Here

    martedì 5 gennaio 2021 11:28
  • @Gastone.

    Davvero encomiabile.

    L'unico appunto che affiora (anche se non ho tempo....) è l'aiuto che circa 175.000 persone hanno avuto seguendo il mio articolo.

    PRATICA, non TEORIA.

    Le DISSERTAZIONI mi diverto a farle DOPO le 18 ore giornaliere /365, quando leggo certe "cose".

    Nelle Community chi chiede ha bisogno di aiuto non di LEZIONI.

    Buona giornata.


    Franco Leuzzi - Microsoft ® MVP Windows and Devices for IT \System Administration

    @Franco
    Sono contento , che dopo la mia dissertazione/lezione  teorica  (so che tu applichi la "PRATICA, non TEORIA") abbia modificato il la tua guida "PC in rete windows 10 1803 e successive" mettendo in PRATICA i miei consigli, TOGLIENDO le parti che citavo, crittografia 40bit, ntlm2 etc.  insomma tutte quelle modifiche inutili e che indebolivamo la sicurezza del sistema operativo, mi dispiace per i 175000 che la hanno seguita in forma integrale (non questa ridotta) esponendosi a rischi inutili.

    Rimane ancora da togliere il riferimento all'aggiunta del Server SMB 1.0/CIFS ,che espone il pc a vulnerabilità inutili e non serve più a nulla, se non i rarissimi casi, con SO fuori supporto da anni (xp o antecedenti)

    Peccato che tu abbia bloccato i commenti nella tua guida su answer (anzi è assolutamente meglio), mi rimane solo che scrivere qui...

    Ciao Gastone


    Gastone Canali >


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito, ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare anche i post utili. GRAZIE! Dai un occhio ai link Click Here and Here Leaderboard Here

    Non capisco come mai nessuno bocca questi infantilismi.

    Nessuna modifica.

    Vado avanti, come sempre , da sempre.


    Franco Leuzzi - Microsoft ® MVP Windows and Devices for IT \System Administration

    martedì 5 gennaio 2021 12:15
    Moderatore
  • @Gastone.

    Davvero encomiabile.

    L'unico appunto che affiora (anche se non ho tempo....) è l'aiuto che circa 175.000 persone hanno avuto seguendo il mio articolo.

    PRATICA, non TEORIA.

    Le DISSERTAZIONI mi diverto a farle DOPO le 18 ore giornaliere /365, quando leggo certe "cose".

    Nelle Community chi chiede ha bisogno di aiuto non di LEZIONI.

    Buona giornata.


    Franco Leuzzi - Microsoft ® MVP Windows and Devices for IT \System Administration

    @Franco
    Sono contento , che dopo la mia dissertazione/lezione  teorica  (so che tu applichi la "PRATICA, non TEORIA") abbia modificato il la tua guida "PC in rete windows 10 1803 e successive" mettendo in PRATICA i miei consigli, TOGLIENDO le parti che citavo, crittografia 40bit, ntlm2 etc.  insomma tutte quelle modifiche inutili e che indebolivamo la sicurezza del sistema operativo, mi dispiace per i 175000 che la hanno seguita in forma integrale (non questa ridotta) esponendosi a rischi inutili.

    Rimane ancora da togliere il riferimento all'aggiunta del Server SMB 1.0/CIFS ,che espone il pc a vulnerabilità inutili e non serve più a nulla, se non i rarissimi casi, con SO fuori supporto da anni (xp o antecedenti)

    Peccato che tu abbia bloccato i commenti nella tua guida su answer (anzi è assolutamente meglio), mi rimane solo che scrivere qui...

    Ciao Gastone


    Gastone Canali >


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito, ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare anche i post utili. GRAZIE! Dai un occhio ai link Click Here and Here Leaderboard Here

    Non capisco come mai nessuno bocca questi infantilismi.

    Nessuna modifica.

    Vado avanti, come sempre , da sempre.


    Franco Leuzzi - Microsoft ® MVP Windows and Devices for IT \System Administration

    Franco sei il numero 1!

    Negare sempre! ("Nessuna modifica" io e te sappiamo che stai mentendo, non c'è niente di infantile  nel  riconoscere ed ammettere i propri errori, ma negarli ...)

    Torniamo ai contenuti tecnici: Esplicita nella tua guida  perchè e a cosa serve abilitare il Server SMB 1.0/CIFS, questo potrebbe aiutare le persone che la consultano.

    Ciao Gastone


    Gastone Canali >


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito, ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare anche i post utili. GRAZIE! Dai un occhio ai link Click Here and Here Leaderboard Here

    martedì 5 gennaio 2021 13:42
  • @Gastone.

    Davvero encomiabile.

    L'unico appunto che affiora (anche se non ho tempo....) è l'aiuto che circa 175.000 persone hanno avuto seguendo il mio articolo.

    PRATICA, non TEORIA.

    Le DISSERTAZIONI mi diverto a farle DOPO le 18 ore giornaliere /365, quando leggo certe "cose".

    Nelle Community chi chiede ha bisogno di aiuto non di LEZIONI.

    Buona giornata.


    Franco Leuzzi - Microsoft ® MVP Windows and Devices for IT \System Administration

    @Franco
    Sono contento , che dopo la mia dissertazione/lezione  teorica  (so che tu applichi la "PRATICA, non TEORIA") abbia modificato il la tua guida "PC in rete windows 10 1803 e successive" mettendo in PRATICA i miei consigli, TOGLIENDO le parti che citavo, crittografia 40bit, ntlm2 etc.  insomma tutte quelle modifiche inutili e che indebolivamo la sicurezza del sistema operativo, mi dispiace per i 175000 che la hanno seguita in forma integrale (non questa ridotta) esponendosi a rischi inutili.

    Rimane ancora da togliere il riferimento all'aggiunta del Server SMB 1.0/CIFS ,che espone il pc a vulnerabilità inutili e non serve più a nulla, se non i rarissimi casi, con SO fuori supporto da anni (xp o antecedenti)

    Peccato che tu abbia bloccato i commenti nella tua guida su answer (anzi è assolutamente meglio), mi rimane solo che scrivere qui...

    Ciao Gastone


    Gastone Canali >


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito, ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare anche i post utili. GRAZIE! Dai un occhio ai link Click Here and Here Leaderboard Here

    Non capisco come mai nessuno bocca questi infantilismi.

    Nessuna modifica.

    Vado avanti, come sempre , da sempre.


    Franco Leuzzi - Microsoft ® MVP Windows and Devices for IT \System Administration

    Franco sei il numero 1!

    Negare sempre! ("Nessuna modifica" io e te sappiamo che stai mentendo, non c'è niente di infantile  nel  riconoscere ed ammettere i propri errori, ma negarli ...)

    Torniamo ai contenuti tecnici: Esplicita nella tua guida  perchè e a cosa serve abilitare il Server SMB 1.0/CIFS, questo potrebbe aiutare le persone che la consultano.

    Ciao Gastone


    Gastone Canali >


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito, ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare anche i post utili. GRAZIE! Dai un occhio ai link Click Here and Here Leaderboard Here

    Ormai è solo trolling. Qualcuno provvederà.......

    Franco Leuzzi - Microsoft ® MVP Windows and Devices for IT \System Administration

    martedì 5 gennaio 2021 14:42
    Moderatore