none
servizio trasferimento intelligente in background mi crea problemi enormi RRS feed

  • Domanda

  • ho 2 pc con win 10 pro che dopo l'ultimo aggiornamento mi occupavano per un'ora buona tutta la banda dell'adsl.

    Ho trovato il servizio incriminato (quello in oggetto) e l'ho disabilitato (mi era successo in passato con un pc con windows 7).

    Ho provato a cercare una soluzione online, ma non ne ho trovate per windows 10.

    Il problema è che non appena riattivo il servizio, i pc incriminati utilizzano tutta la banda internet impedendone l'uso a tutti gli altri pc nella rete aziendale.

    Come posso risolvere questo probelma?

    Grazie per la risposta.

    Saluti.


    giovedì 6 aprile 2017 10:27

Tutte le risposte

  • Ciao, non puoi. Non esiste un modo di limitare la banda usata dalle updates se non andando ad intervenire sul firewall a monte della connettività (sempre che tu ce l'abbia). Quello che puoi fare è stoppare l'aggiornamento tramite apposita policy e poi andare ad installare solo quando vuoi le updates (cosa che deve essere fatta comunque...non si lasciano pc che si aggiornano da soli quando vogliono).

    La policy la trovi sotto gpedit.msc

    componenti di windows\modelli amministrativi\componenti di windows\windows update\configura windows update.

    scegli la 3.

    Sulla nuova versione Creators Update in uscita al pubblico l'11 Aprile la gestione delle updates dovrebbe essere sensibilmente migliorata.

    Ciao.

    A.

    giovedì 6 aprile 2017 11:19
    Moderatore
  • Quello che puoi fare è stoppare l'aggiornamento tramite apposita policy e poi andare ad installare solo quando vuoi le updates (cosa che deve essere fatta comunque...non si lasciano pc che si aggiornano da soli quando vogliono)

    Ciao Alessandro, non vorrei trasformare una risposta in una discussione, ma quanto hai scritto mi sembra interessante per un'osservazione.

    Non tutti sono tecnici informatici, sappiamo bene che Windows è usato da moltissime persone. Tu scrivi che non si lasciano PC che si aggiornano da soli quando vogliono, ma è anche pur vero che mica tutti sanno trafficare con le impostazioni firewall del proprio router (nel caso più semplice, nella LAN domestica c'è un PC collegato a un modem/router, che fa da gateway per internet).

    Non trovi che su questo punto ci sia una mancanza da parte di Microsoft, che permette l'aggiornamento automaticamente a tutta banda, quando basterebbe inserire nel pannello di controllo, alla voce "Controlla Aggiornamenti", un'opzione con una textbox in cui l'utente amministratore può stabilire una limitazione di banda per gli aggiornamenti? Tutti i più comuni giochi per PC che gestiscano traffico torrent per i loro update ce l'hanno. Anche bitTorrent lo consente... Windows no?

    Concordo che non si lasciano PC non gestiti ad assorbire tutta la banda della rete. Ma capisco anche chi non ha tante possibilità di ricorrere a strategie esterne a Windows... cioè: stai dicendo che per limitare Windows, ho bisogno di un'impostazione da firewall? Questo per dirti la carenza dell'update di Windows.

    In ogni caso, capisco che Windows sia ancora migliorabile e confido nei prossimi aggiornamenti.

    Buona giornata

    venerdì 14 aprile 2017 09:12
  • Pierpaolo, tralasci tu un particolare: questo è il Technet. E' per professionisti IT. Qui, chi non è del campo non dovrebbe approcciarsi nemmeno, nonostante a volte arrivino richieste fatte da persone estranee vengono dirottate. Quello che succede sulle piattaforme home e dei consumer qui è ininflulente perchè sull'aziendale ci sono delle best practise che sono cosi da quando sono nate le reti windows che sul privato non valgono.

    Se poi al privato satura la banda di casa sinceramente non mi importa, non è un problema da professionista se l'utilizzatore base non riesce a limitare una piattaforma. Oggi è windows, domani può essere il torrent, ma se arrivi qui ti vengono date soluzioni da sistemista. Quello che succede nel resto del mondo è offtopic. La tua riflessione è giusta ma nel posto sbagliato perchè anche in un'azienda di 2 pc serve un firewall, e torniamo sempre alla parola "professionista" contro "privato".

    Penso sia tutto chiaro ora.

    Ciao!

    A.

    venerdì 14 aprile 2017 12:14
    Moderatore
  • Scusate il ritardo nella risposta.

    L'update di microsoft non risolve assolutamente nulla (su un sistema operativo di questa "caratura" è una mancanza atroce), ho dovuto arrangiarmi con il mio firewall hardware limitando la banda per quel servizio.

    Il mio sistemista supercertificato microsoft mi dice che i pc devono potersi aggiornare da soli, che per una rete piccola come la mia impostare gli aggiornamenti da server è una cosa non proponibile (considerando le risorse a disposizione).

    A parte tutte le polemiche, il problema nasce comunque sempre da microsoft e non si capisce perchè non si possano programmare gli aggiornamenti durante il giorno (cosa che eliminerebbe i problemi a tutti)

    lunedì 5 giugno 2017 16:31
  • Direi che se dal 14 Aprile non è seguita risposta fino ad oggi non era un gran problema Antonio...abbi pazienza, ma qui di solito spegniamo incendi, questa è l'idea di questo forum...la polemica la lasciamo fuori vuoi? Anche il tempo in cui l'OP gestisce il proprio thread ha un valore, dopo due mesi penso che questo sia rasente lo zero. Poi possiamo stare a discutere fino a notte inoltrata sul fatto che non c'è un controllo sulle updates senza un Wsus, ma questo è. E con la policy che ti ho suggerito il problema non si presenta. Quindi la soluzione ce l'hai. Buon proseguimento. A.
    lunedì 5 giugno 2017 20:20
    Moderatore