none
Exchange 2007 - Retrun-path RRS feed

  • Domanda

  • Ciao a tutti,

    ho un Exchange 2007 che usa come invio uno smarthost; oggi per motivi di cambio provider ho modificato lo smarthost (con autenticazione di base) e stranamente tutte le mail inviate riportano come Return-path l'indirizzo usato per l'autenticazione di base invece dell'indirizzo impostato sulla cassetta postale del singolo utente.

    Cosa potrebbe essere successo?

    Grazie a tutti.

    Ciao, Michele.

    giovedì 2 febbraio 2012 17:09

Risposte

  • L'Exchange che ho in gestione non invia direttamente e non c'è un record MX: all'interno della "EMC -> Trasporto Hub -> Connettori di Invio" ho impostato uno smarthost su gmail e da quel momento chiunque spedisce una mail si ritrova come indirizzo di risposta l'account usato nello smartohost (impostato nell'autenticazione di base).

    Non puoi usare un normale account mailbox gmail per spedire posta come se si trattasse di uno smarthost; devi usare uno smarthost che sia configurato come tale, in caso contrario (molto spesso) avrai esattamente il problema che hai riscontrato. A questo punto credo che potrebbe essere opportuno valutare l'uso di exchange come MTA diretto ... ossia senza alcuno smarthost (tra l'altro non capisco per quale motivo tu voglia a tutti i costi usarne uno)

    ciao

     

    • Contrassegnato come risposta Anca Popa giovedì 9 febbraio 2012 08:31
    giovedì 2 febbraio 2012 21:20

Tutte le risposte

  • Ciao a tutti,

    ho un Exchange 2007 che usa come invio uno smarthost; oggi per motivi di cambio provider ho modificato lo smarthost (con autenticazione di base) e stranamente tutte le mail inviate riportano come Return-path l'indirizzo usato per l'autenticazione di base invece dell'indirizzo impostato sulla cassetta postale del singolo utente.

    Cosa potrebbe essere successo?

    Grazie a tutti.

    Ciao, Michele.


    Semplice, il nuovo "smarthost" usa l'account usato per l'autenticazione come "envelope from" per l'invio :P scusa ma... di quale smarthost stiamo parlando ? Non è che per caso stai usando un'account email su libero o aruba o cose del genere ? Non per altro ma quelli NON sono smarthosts :) !

     

    giovedì 2 febbraio 2012 17:55
  • Ciao ObiWan,

    grazie per il tuo aiuto.

    L'Exchange che ho in gestione non invia direttamente e non c'è un record MX: all'interno della "EMC -> Trasporto Hub -> Connettori di Invio" ho impostato uno smarthost su gmail e da quel momento chiunque spedisce una mail si ritrova come indirizzo di risposta l'account usato nello smartohost (impostato nell'autenticazione di base).

    Spero di essermi spiegato meglio.

    Grazie.

    Ciao, Michele.

    giovedì 2 febbraio 2012 18:39
  • L'Exchange che ho in gestione non invia direttamente e non c'è un record MX: all'interno della "EMC -> Trasporto Hub -> Connettori di Invio" ho impostato uno smarthost su gmail e da quel momento chiunque spedisce una mail si ritrova come indirizzo di risposta l'account usato nello smartohost (impostato nell'autenticazione di base).

    Non puoi usare un normale account mailbox gmail per spedire posta come se si trattasse di uno smarthost; devi usare uno smarthost che sia configurato come tale, in caso contrario (molto spesso) avrai esattamente il problema che hai riscontrato. A questo punto credo che potrebbe essere opportuno valutare l'uso di exchange come MTA diretto ... ossia senza alcuno smarthost (tra l'altro non capisco per quale motivo tu voglia a tutti i costi usarne uno)

    ciao

     

    • Contrassegnato come risposta Anca Popa giovedì 9 febbraio 2012 08:31
    giovedì 2 febbraio 2012 21:20
  • Ciao ObiWan,

    scusa per il ritardo: sono d'accordo di usare Exchange come MTA... l'unica cosa è che ho preso in carico Exchange con quella configurazione e mettere in funzione il record MX è una delle cose in scaletta.

    Era solo per capire e tamponare l'attuale problematica: adesso mi organizzo di conseguenza...

    Grazie per l'aiuto.

    Ciao, Michele.

    venerdì 3 febbraio 2012 07:49
  • scusa per il ritardo: sono d'accordo di usare Exchange come MTA... l'unica cosa è che ho preso in carico Exchange con quella configurazione e mettere in funzione il record MX è una delle cose in scaletta.

    Era solo per capire e tamponare l'attuale problematica: adesso mi organizzo di conseguenza...

    Per quanto riguarda il discorso MX, se exchange non è già MX per il dominio assicurati di modificare i DNS per la forward zone (dominio) in modo corretto; ad esempio, supponendo che il dominio sia "example.com", che l'IP pubblico sul quale è attestato exchange sia 192.0.2.11 e che exchange sia configurato (HELO/EHLO) per presentarsi "al mondo" come "mail.example.com" i record DNS nella forward zone saranno qualcosa di questo tipo


    ; mailserver ed MX
    mail   IN A      192.0.2.11
    @      IN MX 20  mail.example.com.
    
    ; SPF e SenderID
    @      IN TXT    "v=spf1 mx -all"
    @      IN TXT    "spf2.0/mfrom mx -all"
    
    

    quanto sopra indica che l'host "mail.example.com" è attestato su 192.0.2.11 e che funge da MX per il dominio (@ = dominio); i record TXT successivi inoltre specificano (in formato SPF e SenderID) che gli unici hosts (-all) autorizzati ad inviare emails per conto del dominio stesso sono quelli indicati nei records MX (ossia in questo caso l'host è solo exchange); una volta effettuata la modifica di cui sopra, sarà inoltre opportuno procedere con la creazione di un record PTR; a tale scopo dovrai contattare il tuo fornitore di connettività (ISP o Carrier) richiedendo appunto la creazione di un record PTR; facendo riferimento a quanto sopra, il record PTR sarebbe


    11.2.0.192.in-addr.arpa.  IN PTR mail.example.com.

    in pratica quanto sopra dice che l'host allocato ad IP 192.0.2.11 è "mail.example.com" ossia ha lo stesso nome specificato nei records A ed MX della forward zone; una volta fatto quanto sopra exchange sarà in grado di ricevere ed inviare posta per il dominio in questione (ovviamente dovrai sostituire 192.0.2.11 ed example.com con i dati corretti :D)

     Già che ci sei, potresti anche aggiungere dei records "di comodo" alla forward zone (example.com); ad esempio

    smtp    IN CNAME  mail.example.com.
    pop     IN CNAME  mail.example.com.
    imap    IN CNAME  mail.example.com.
    webmail IN CNAME  mail.example.com.
    

    tali record potrebbero esserti utili per configurare i clients di posta o comunque per avere un maggior grado di flessibilità; ma NON sono obbligatori e comunque non rientrano nel discorso generale della configurazione MX/MTA; come ho scritto si tratta soltanto di una "comododità" aggiuntiva

     

    • Modificato ObiWan venerdì 3 febbraio 2012 08:55
    venerdì 3 febbraio 2012 08:47