none
Quale Windows Server scegliere? RRS feed

  • Domanda

  • Buongiorno,

    ho un cliente con due sedi indipendenti tra loro: nella sede principale c'è win server 2003 standard con AD e 8 pc, nella sede secondaria ci sono 2 pc e un  win server 2008 foundation senza AD, con SQL server ed una applicazione accessibile in TS da un pc che si collega da casa (in modalità connessione remota, no RDS). In seguito ad una riorganizzazione aziendale verrà chiusa la sede secondaria e trasferite le persone nella sede principale. Sto pensando a come ottimizzare al meglio le risorse. In sintesi vorrei:

    - cambiare il vecchio server AD mettendone uno nuovo, pensavo a 2012 Foundation con ruolo di fileserver e DC;

    - inserire nel dominio come "server member" il server 2008 foundation che continuerà ad avere SQL server e ad erogare il servizio TS  al pc che si collega da casa.

    Premesso che non piace neanche a me avere un solo DC in una AD, vorrei avere conferma sulla effettiva possibilità di implementare la soluzione con i due "Foundation", uno con Dc e l'altro come Member.

    Grazie in anticipo.

    F.

    martedì 4 ottobre 2016 14:53

Risposte

  • Ti dirò la mia idea: (premesso che sono un VCA-DCV Vmware, quindi anche io faccio solo Vmware o quasi). 

    1) non faccio più niente in fisico da 8 anni (a parte i Foundation) perchè non ha senso legarsi a del ferro. le VM tolgono criticità al tutto e le implemento anche su hypervisors free con 1 sola VM (perchè farla fisica?) in più le sposti come e dove vuoi.

    2) Perchè devi usare SATA? Oramai i SAS sono calati parecchio...se devi andare a risparmio sul ferro allora hai ragione, ma una macchina che dura 7-8 anni può anche costare 3.500€, si fanno un leasing, un noleggio, ci sono tanti modi per pagarla senza accorgersene oggi. Almeno hai qualcosa che funziona. I server coi SATA non sono nemmeno server...a meno che non gli metti degli SSD Cache allora, vanno più dei SAS.

    3) Hyper-v di MS è gratis. Niente licenza, il backup lo fai con Windows Backup

    4) Se per te è "complicare" allora hai ragione. Per me virtualizzare è semplificare e di parecchio il tutto. Non siamo allineati su questo.

    Io sono invece convinto che non si possa più mettere giù roba fisica (chiaro, Foundation non è supportato virtuale quindi sei obbligato), vedo la cosa come chi usa ancora dei server 2003. Bisogna evolversi, i dinosauri sono estinti ;-).

    Se però è una mera questione di risparmio allora usa la tua soluzione, qualsiasi cosa esuli ti costa di più.

    Ciao!

    A.

    mercoledì 5 ottobre 2016 08:55
    Moderatore

Tutte le risposte

  • Ciao, si volendo puoi ma secondo me conviene mettere una standard, hai 2 istanze virtuali e usi una per DC e FS e l'altra per il TS e SQL. hai i sistemi attualizzati, una struttura virtuale (nel 2016 ancora fisico non ha più senso...). visto che devi cambiare il ferro basta anche un server entry level ed hai una struttura ottima. Per entry level intendo almeno doppio alimentatore, xeon, 24-32 gb di ram e magari 2 raid 1. fatto così ti va avanti 10 anni la struttura, se poi aspetti qualche gg esce windows 2016 Server e compri già quello!

    ciao!

    A.

    martedì 4 ottobre 2016 20:29
    Moderatore
  • ps..in una AD con 10 pc quanti DC vuoi avere?!?! uno è pure troppo :) :) 
    martedì 4 ottobre 2016 20:31
    Moderatore
  • Grazie per la risposta, ora valuterò se virtualizzare con Microsoft.

    Premesso che finora ho usato solo VMWare, per me non è conveniente se non hai almeno quattro o più server virtuali da distribuire su almeno due host fisici e ti spiego i motivi:

    - se non usi dischi SAS le prestazioni non sono un granchè, nella mia situazione userei SATA;

    - dovrei acquistare una licenza per il software di virtualizzazione + il software specifico per il backup;

    - aggiungerei un livello di complicazione alla struttura che, per 2 server virtuali, non mi sembra valga la pena.

    In sintesi, per contenere il budget e mantenere un po' più semplice il sistema informatico, in base ad esperienze fatte in passato, non sono convinto che si debba virtualizzare per forza.

    Curioso di poter confrontare i punti di vista.

    Ciao, F.


    • Modificato FabioA70 mercoledì 5 ottobre 2016 08:34
    mercoledì 5 ottobre 2016 08:34
  • Ti dirò la mia idea: (premesso che sono un VCA-DCV Vmware, quindi anche io faccio solo Vmware o quasi). 

    1) non faccio più niente in fisico da 8 anni (a parte i Foundation) perchè non ha senso legarsi a del ferro. le VM tolgono criticità al tutto e le implemento anche su hypervisors free con 1 sola VM (perchè farla fisica?) in più le sposti come e dove vuoi.

    2) Perchè devi usare SATA? Oramai i SAS sono calati parecchio...se devi andare a risparmio sul ferro allora hai ragione, ma una macchina che dura 7-8 anni può anche costare 3.500€, si fanno un leasing, un noleggio, ci sono tanti modi per pagarla senza accorgersene oggi. Almeno hai qualcosa che funziona. I server coi SATA non sono nemmeno server...a meno che non gli metti degli SSD Cache allora, vanno più dei SAS.

    3) Hyper-v di MS è gratis. Niente licenza, il backup lo fai con Windows Backup

    4) Se per te è "complicare" allora hai ragione. Per me virtualizzare è semplificare e di parecchio il tutto. Non siamo allineati su questo.

    Io sono invece convinto che non si possa più mettere giù roba fisica (chiaro, Foundation non è supportato virtuale quindi sei obbligato), vedo la cosa come chi usa ancora dei server 2003. Bisogna evolversi, i dinosauri sono estinti ;-).

    Se però è una mera questione di risparmio allora usa la tua soluzione, qualsiasi cosa esuli ti costa di più.

    Ciao!

    A.

    mercoledì 5 ottobre 2016 08:55
    Moderatore
  • ps..in una AD con 10 pc quanti DC vuoi avere?!?! uno è pure troppo :) :) 
    :-(

    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Enterprise Mobility
    edo[at]mvps[dot]org


    mercoledì 12 ottobre 2016 09:48
    Moderatore