none
Configurazione live migration su cluster Windows 2008 R2 RRS feed

  • Domanda

  • Ho creato una coppia di server Windows 2008 R2 in Cluster Failover per gestire delle macchine Hyper-V creato con software StarWind di virtualizzazione iSCSI e lo sto testando.

    La validazione del cluster è corretta e allo spegnimento di un nodo le macchine virtuali ripartono sul secondo interrompendo il servizio per una manciata di secondi. 

    Ho riscontrato però delle anomalie sulla funzione di LiveMigration che a volte funziona e sposta la macchina virtuale, a volte mi ritorna al nodo di partenza dando un errore e la macchina virtuale risulta come se fosse stata spenta in modo anomalo, mentre in altre situazioni, la stessa risulta spostata ma all'avvio genera un errore indicando l'impossibilità di accedere al file VHD in c:\ClusterStorage\Volume1. 

    I tecnici della starwind mi dicono che la loro configurazione è corretta e che si tratta di qualche errore di impostazione del software Microsoft.

    Leggendo la documentazione dei requisiti vedo che è consigliato disabilitare IPSec sulla rete interna al cluster ed abilitare il protocolla NTLM, mi sapreste aiutare a verificare questi parametri?

    Nel cluster ho 2 schede di rete, una con indirizzo 10.0.0.x per la gestione cluster e sincronia dischi  e 192.168.100.x per la comunicazione con i client.

    Ho notato che nella prima rete l'impostazione di Microsoft è per una rete pubblica mentre per la seconda giustamente la mette in dominio. E' giusto? Non dovrebbe essere aziendale/privata? e se si come faccio a cambiarla? 

    E' sufficiente una rete così impostata o dovrei usare una terza scheda per eseguire la funzione di live migration?

    Infine, non avendo mai impostato un cluster 2008 con live migration, la macchina virtuale non dovrebbe migrare senza interruzione di connessione per i client?

    Ringrazio anticipatamente per la vostra assistenza.


    • Modificato Fabrizio Volpe giovedì 22 marzo 2012 14:42 Titolo più esplicativo
    • Spostato Fabrizio Volpe giovedì 22 marzo 2012 14:42 Spostato nel forum di riferimento (Da:Microsoft Windows Server Forum)
    • Tipo modificato Anca Popa giovedì 29 marzo 2012 07:43 in attesa di ulteriori aggiornamenti
    • Tipo modificato Edoardo BenussiMVP, Moderator venerdì 30 marzo 2012 08:53 il thread è attivo
    giovedì 22 marzo 2012 14:15

Tutte le risposte

  • Potresti scaricare la guida che fornisce la stessa StarWind per configurare la Live Migration con il loro prodotto :-)

    http://hyperv.starwindsoftware.com/migrating-hyperv-hosts-with-live-migration


    Fabrizio Volpe
    MVP Directory Services
    MCSE (NT4)(2000)(2003) - MCSA (2003)
    MCTS (SQL 2005)(Exchange 2007)(Windows 2008)
    VMware Certified Professional on vSphere 4
    Fortinet Certified Network Security Professional (FCNSP)
    Fabrizio[_dot_]Volpe[_at_]GMX[_dot_]com

    giovedì 22 marzo 2012 15:06
  • Nel cluster ho 2 schede di rete, una con indirizzo 10.0.0.x per la gestione cluster e sincronia dischi  e 192.168.100.x per la comunicazione con i client.

    Ho notato che nella prima rete l'impostazione di Microsoft è per una rete pubblica mentre per la seconda giustamente la mette in dominio. E' giusto? Non dovrebbe essere aziendale/privata? e se si come faccio a cambiarla? 

    la sottorete 10.x.y.z è una rete privata di classe A

    http://support.microsoft.com/kb/142863/it

    E' sufficiente una rete così impostata o dovrei usare una terza scheda per eseguire la funzione di live migration?

    le best practices suggeriscono di avere una scheda dedicata per la funzione di live migration

    Infine, non avendo mai impostato un cluster 2008 con live migration, la macchina virtuale non dovrebbe migrare senza interruzione di connessione per i client?

    Ringrazio anticipatamente per la vostra assistenza.


    l'interruzione lato client, in una live migration, corrisponde alla perdita di un ping, niente di più. questo almeno in tutti i test che ho visto.

    ciao.


    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Management Infrastructure
    edo[at]mvps[dot]org

    venerdì 23 marzo 2012 18:48
    Moderatore
  • La guida della Starwind l'ho seguita e ho provato a sentire loro prima di tutto. Stando a loro la configurazione è OK, mi danno solo come sugegrimento di dare due schede di rete dedicate allo starwind, la 10.0.0.x e la 192.168.100.x e di aggiungere una scheda che segua dominio, cluster e livemigration.

    contro le loro informazioni (visto che dovrei riconfigurare tutto da zero... e la sincronia di una disco a 1TB mi impiega quasi tutta la giornata) ho creato una terza rete 10.1.0.x dedicata solo al LiveMigration.

    L'errore che mi succede è che la migrazione della macchina virtuale mi genera un errore quasi sempre e il log segbna errori 1098 e 1205.

    All tentativo di avvio della macchina virtuale migrata o spostata o il messaggio di errore che non è possibile accedere al disco vhd. Se lo tolgo dalla macchina virtuale, applico le modifice, lo ri associo e riapplico poi la macchina parte.

    Questo sia con le macchine virtuali create da zero con installazione pulita sul cluster sia per le machine che ho spostato copiando i VHA di macchine esistenti e creando una nuova VM sul cluster assegnado i VHD.

    Secondo StarWind è un problema Microsoft, ovverio di qualche configurazione errata che ho fatto... tuttavia la verifica cluster da tutto OK, i dischi sono visibili e la cartella C:\ClusterStorage\Volume1 è pianemente accessibile a tutti e due i server.

    L'unica cosa che funziona è se riavvio un serevr o simulo un fermo macchina dei nodi le macchine vanno correttamente sul nodo rimasto.

    Ho trovato informazioni sull'errrore 1068 dove come soluzione mi danno da riformattare il disco quorum...

    Voi che dite?

    lunedì 26 marzo 2012 09:52
  • Di base, se non segui la guida fornita dal venditore, mi pare che ti complichi la vita :-)

    Comunque, restando a quello che consiglia Microsoft, la rete dedicata per Live Migration è "opzionale"

    http://technet.microsoft.com/en-us/library/ff428137(v=ws.10).aspx

    Tu alla fine hai una delle configurazioni elencate ?

    Se si, quale ?


    Fabrizio Volpe
    MVP Directory Services
    MCSE (NT4)(2000)(2003) - MCSA (2003)
    MCTS (SQL 2005)(Exchange 2007)(Windows 2008)
    VMware Certified Professional on vSphere 4
    Fortinet Certified Network Security Professional (FCNSP)
    Fabrizio[_dot_]Volpe[_at_]GMX[_dot_]com

    mercoledì 28 marzo 2012 09:53
  • Ciao,

    Intanto cambio il tipo del thread in "discussione generale", in attesa di ulteriori aggiornamenti da LoneWolf e visto che la discussione è ancora in corso.

    Grazie a tutti della collaborazione,


    Anca Popa Follow ForumTechNetIt on Twitter

    La Conferenza Italiana sulla Virtualizzazione

    Microsoft offre questo servizio gratuitamente, per aiutare gli utenti e aumentare il database dei prodotti e delle tecnologie. Il contenuto viene fornito “così come è” e non comporta alcuna responsabilità da parte dell'azienda. 

    giovedì 29 marzo 2012 07:43
  • La mia configurazione LAN è il primo caso della guida microsoft ed  è la seguente

    3 porte della Intel TX4 1GB per la gestione delle macchine virtuali non condivisa con l'host

    1 LAN Intel 1GB per la gestione Host in dominio in classe 192.168.100.x

    1 LAN Intel 1GB per la gestione interna del cluster e per il software Starwin in classe 10.0.0.x

    1 porte della TX4 1GB per la gestione live migration in classe 10.1.0.x

    ho tolto una porta alla TX4 per assegnarla al live migration che altrimenti andava quasi sempre sulla scheda dedicata al cluster e allo StarWind

    Per le ultime due reti ho utilizzato indirizzi che vedo spesso utilizzati nelle guide, sono reti interne (cavo cross) e quindi ininfluenti per il rsto del traffico rete interna.

    Live migration riesco a farlo girare sempre solo se metto i dischi shared in stato reindirizzato. Perdo più di qualche ping, si tratta di 10/15 sec. a migrazione (macchine VM impostare con 4/8Gb di ram).

    Se tolgo lo stato di rendirizzamento ottengo sempre gli stessi spiacevoli inconventi. Il traffico del live migration è correttamente dirottato sulla scheda 10.1.0.x e quindi non interferisce con il cluster ne con la gestione Starwind dei dischi.

    venerdì 30 marzo 2012 07:41
  • non ho capito: lo stato reindirizzato sui dischi shared non lo puoi lasciare permanentemente ?

    anche i 10/15 sec. mi sembrano un po' tantini...


    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Management Infrastructure
    edo[at]mvps[dot]org

    martedì 3 aprile 2012 14:54
    Moderatore