locked
64 bit: dubbi RRS feed

  • Domanda

  • Ciao a tutti,
    una domanda forse banale, ma il fatto di trovare in vendita un portatile con installato Windows 7 a 64 bit, implica che tutto l'hardware sia del tipo a 64 bit, ovvero con bus dati di questo tipo?
    Che differenza c'è tra l'avere l'hardware effettivamente a 64 bit, oppure solo il software?

    Grazie a chi potrà darmi qualche delucidazione.

    Luigi

    mercoledì 11 maggio 2011 13:22

Risposte

  • Il fatto che sul PC sia installato un sistema operativo a 64 bit indica che la CPU è in grado di eseguire codice a 64 bit e che almeno alcune componenti (come il bus dati) del sistema utilizzano quell'architettura (ragion per cui ci saranno anche dei drivers/software appositamente scritti a 64 bit).
    I vantaggi si notano soprattutto in termini di quantità di memoria indirizzabile (lo stesso Windows non riesce a vedere tutta la RAM quando hai già 4 GByte installati e l'architettura è a 32 bit) e di rapidità di risposta quando si utilizzano più applicazioni contemporaneamente e si passa frequentemente da una all'altra.

    Ti segnalo qualche indirizzo web interessante

    http://windows.microsoft.com/it-IT/windows7/32-bit-and-64-bit-Windows-frequently-asked-questions
    http://ziogeek.com/32-bit-vs-64-bit-quali-differenze/

    Personalmente, da quando sono passato al sistema operativo a 64 bit (prima Windows Vista Ultimate, adesso Windows 7 Ultimate) non sono più tornato indietro e ne sono molto soddisfatto.

    Ciao.


    Luigi Bruno

    • Contrassegnato come risposta Ciupaz mercoledì 11 maggio 2011 18:22
    mercoledì 11 maggio 2011 14:48

Tutte le risposte

  • Il fatto che sul PC sia installato un sistema operativo a 64 bit indica che la CPU è in grado di eseguire codice a 64 bit e che almeno alcune componenti (come il bus dati) del sistema utilizzano quell'architettura (ragion per cui ci saranno anche dei drivers/software appositamente scritti a 64 bit).
    I vantaggi si notano soprattutto in termini di quantità di memoria indirizzabile (lo stesso Windows non riesce a vedere tutta la RAM quando hai già 4 GByte installati e l'architettura è a 32 bit) e di rapidità di risposta quando si utilizzano più applicazioni contemporaneamente e si passa frequentemente da una all'altra.

    Ti segnalo qualche indirizzo web interessante

    http://windows.microsoft.com/it-IT/windows7/32-bit-and-64-bit-Windows-frequently-asked-questions
    http://ziogeek.com/32-bit-vs-64-bit-quali-differenze/

    Personalmente, da quando sono passato al sistema operativo a 64 bit (prima Windows Vista Ultimate, adesso Windows 7 Ultimate) non sono più tornato indietro e ne sono molto soddisfatto.

    Ciao.


    Luigi Bruno

    • Contrassegnato come risposta Ciupaz mercoledì 11 maggio 2011 18:22
    mercoledì 11 maggio 2011 14:48
  • Grazie Luigi per la spiegazione e link molto esaustivi.
    In effetti stavo abbandonando l'idea di mantenere Windows a 64 bit sul mio Toshiba Qosmio F60-158, che ha 4 GB di Ram e processore Intel i7 M640, dato che stavo riscontrando diversi problemi con i vari programmi che uso quotidianamente.
    Credo quindi che lo manterrò, dopo quanto mi hai detto tu.

    Luigi

    mercoledì 11 maggio 2011 18:21
  • Se hai problemi ad eseguire software datati, puoi sempre eseguirli ricorrendo alla virtualizzazione (personalmente, sconsiglio l'utilizzo dell'esecuzione in modalità compatibilità), attuabile in due modi possibili:

    • se hai almeno la versione Home Premium di Windows 7, puoi installare Windows Virtual PC e Windows XP Mode (http://www.microsoft.com/italy/windows/virtual-pc/default.aspx): in questo modo avrai a disposizione un ambiente Windows XP Professional SP3 in cui eseguire i tuoi software;
    • con qualsiasi versione di Windows, puoi installare un software di virtualizzazione (come il gratuito e molto valido VirtualBox, http://www.virtualbox.org), nel quale creare una o più macchine virtuali per installarci i sistemi operativi (a patto di averne una regolare licenza, ovviamente) che hai bisogno di utilizzare per eseguire i tuoi software.

    Naturalmente, entrambi i casi richiedono un PC con una buona configurazione hardware, soprattutto in termini di potenza della CPU e di quantitativo di RAM installata.

    Ciao.


    Luigi Bruno
    mercoledì 11 maggio 2011 18:35
  • Beh per ora col mio Windows 7 Ultimate a 64 bit ho installato Visual Studio 2010 (solo 32 bit) e SQL Server 2008 R2 (di questo esiste la versione a 64 bit), oltre ad Office 2010 a 64 bit.
    Provo a vedere man mano, però l'occasione per fare il salto generazionale è ghiotta, e sarebbe il caso di continuare sui 64 bit, vada come vada.

    Luigi

    mercoledì 11 maggio 2011 18:47
  • Non ho capito cosa indica il "Bus/Core Ratio"

    rappresentato a questo link:

    http://ark.intel.com/Compare.aspx?ids=47663,49666, 

    Intel® Core™ i3-330M Processor (3M Cache, 2.13 GHz)

    Intel® Core™ i7-640M Processor (4M Cache, 2.80 GHz)

    Il primo ha 16, mentre il secondo 21, pur essendo entrambi processori a 64 bit.

    Luigi

     

     

    giovedì 12 maggio 2011 13:41
  • Si tratta del rapporto tra la velocità del core della CPU e quella del bus.
    Come probabilmente saprai, fin dai tempi dei processori Intel 486DX2, le CPU più potenti utilizzano frequenze di funzionamento decisamente più elevate al loro interno (grazie a degli appositi moltiplicatori), che differiscono notevolmente dalle frequenze dei bus: quanto meno distanti sono le frequenze (ovvero, quanto più basso è questo rapporto) tanto minore è la latenza per la CPU, ovvero il tempo che la CPU deve attendere per ricevere i dati dal bus.
    La situazione ideale, quindi, si avrebbe se i due componenti operassero alla stessa velocità; pur restando valido il fatto che una CPU più veloce offre migliori prestazioni (sempre a condizione che il codice da eseguire sia stato scritto in maniera tale da sfruttarla pienamente).

    Ciao.


    Luigi Bruno
    giovedì 12 maggio 2011 14:57
  • Ho Windows 7 Home premium ed ho provato ad installare Xp Mode su virtual PC e non ci sono riusciuto.

    indagando ho scoperto che  Windows 7 HP non supporta XP Mode (vedi articolo)

    http://www.microsoft.com/italy/pmi/comefare/tecnologia/windowsxpmode/article/article1.mspx
    giovedì 12 maggio 2011 15:38
  • Ma , se hai una regolare licenza di XP NON in uso e NON Oem , puoi ugualmente installare Virtual PC in Windows 7 HP e creare la macchina virtuale in cui installare XP.

    Ciao

     


    Franco Leuzzi - Microsoft ® MVP Windows Expert-IT Pro \System Administration
    giovedì 12 maggio 2011 15:40
    Moderatore
  • ho una regolare licenza di XP non Oem che poi ho installato regolarmente su vmware player.

    puo' darsi che non ricordi benissimo (ho fatto questa prova un po di tempo fa)

    ma dopo aver installato Virtual PC qundo tentavo di installare XP mode mi appariva un messaggio che diceva

    che questa versione del S.O. , e cioè Windows 7 HP non supporta XP Mode

    Ciao

    giovedì 12 maggio 2011 16:00
  • Come vedi dal link:

    http://www.microsoft.com/downloads/it-it/details.aspx?FamilyID=2b6d5c18-1441-47ea-8309-2545b08e11dd

    Windows Virtual PC supporta i seguenti sistemi operativi host e guest:

    • Host: Windows 7 Home Basic, Windows 7 Home Premium, Windows 7 Professional, Windows 7 Ultimate, Windows 7 Enterprise.
    • Guest: Windows XP Service Pack 3 (SP3) Professional, Windows Vista Enterprise Service Pack 1 (SP1), Windows Vista Ultimate Service Pack 1 (SP1), Windows Vista Business Service Pack 1 (SP1), Windows 7 Professional, Windows 7 Ultimate, Windows 7 Enterprise.

    Ciao

     


    Franco Leuzzi - Microsoft ® MVP Windows Expert-IT Pro \System Administration
    giovedì 12 maggio 2011 17:43
    Moderatore