none
Test procedura di disaster recovery RRS feed

  • Domanda

  • Ciao a tutti,

    Vorrei eseguire una simulazione di disaster recovery ma vorrei essere sicuro che il test sia "indolore".

    Lo scenario è il seguente: 4 server fisici vengono backuppati con symantec backup exec e ripristinati in ambiente virtuale esxi 4.1.

    I server sono: 1 win 2003 r2 64bit (DC), 1 win 2003 enterprise (applicativo sviluppato in .net), 1 win 2003 enterprise (databse sql)

    L'idea è di spegnere i server fisici in produzione e accedere quelli in virtuale per testare il funzionamento del dominio e delle applicazioni (dai client fisici). Vorrei essere sicuro che, ultimato il test e ripristinato l'ambiente reale non ci siano problemi...

    C'è qualche precauzione che mi consigliate di prendere? 

     

    lunedì 16 maggio 2011 12:12

Risposte

  • Come ti ha già detto Fabrizio Volpe non ci sono problemi di sorte se le due reti (produzione e virtuale) sono separate. Ovviamente non penso che eseguirete il test in orario lavorativo e quindi grossi problemi non ci sono. Al massimo se non hai esigenze particolari lascerei fuori le connessioni internet per evitare di avere problemi di aggiornamenti vari.

     

    Saluti

    Nino

    • Contrassegnato come risposta Anca Popa venerdì 20 maggio 2011 11:13
    lunedì 16 maggio 2011 19:54
    Moderatore
  • Per prudenza, io virtualizzerei anche un paio di client e farei le prove in una rete "isolata" visibile solo alle macchine virtuali.

    Non ci sono problemi specifici ma trattandosi di un test di disaster recovery, trovo sempre preferibile non mischiare la produzione.

    Ovviamnte IMHO


    Fabrizio Volpe
    MVP Directory Services
    MCSE (NT4)(2000)(2003) - MCSA (2003)
    MCTS (SQL 2005)(Exchange 2007)(Windows 2008)
    Fortinet Certified Network Security Professional (FCNSP)
    Fabrizio[_dot_]Volpe[_at_]GMX[_dot_]com
    • Proposto come risposta Fabrizio Volpe lunedì 16 maggio 2011 12:35
    • Contrassegnato come risposta Anca Popa venerdì 20 maggio 2011 11:12
    lunedì 16 maggio 2011 12:35

Tutte le risposte

  • Per prudenza, io virtualizzerei anche un paio di client e farei le prove in una rete "isolata" visibile solo alle macchine virtuali.

    Non ci sono problemi specifici ma trattandosi di un test di disaster recovery, trovo sempre preferibile non mischiare la produzione.

    Ovviamnte IMHO


    Fabrizio Volpe
    MVP Directory Services
    MCSE (NT4)(2000)(2003) - MCSA (2003)
    MCTS (SQL 2005)(Exchange 2007)(Windows 2008)
    Fortinet Certified Network Security Professional (FCNSP)
    Fabrizio[_dot_]Volpe[_at_]GMX[_dot_]com
    • Proposto come risposta Fabrizio Volpe lunedì 16 maggio 2011 12:35
    • Contrassegnato come risposta Anca Popa venerdì 20 maggio 2011 11:12
    lunedì 16 maggio 2011 12:35
  • Ciao,

    Purtroppo i client non sono solo pc ma ci sono anche dispositivi tipo "pistole laser" che interagiscono con i programmi e il cliente vorrebbe simulare la situazione reale.

    Vorrei almeno essere sicuro che a livello di dominio i client non diano problemi quando viene riacceso il dc in produzione (che dopo le prove sarà più "vecchio" di quello virtuale)

    lunedì 16 maggio 2011 13:23
  • Da punto di vista di Active Directory, purchè si eviti di avere simultaneamente accessi i server fisici e i cloni, non sussistono problemi.

    Chiaramente ogni modifica alle Active Directory fatta durante il test andrà persa.


    Fabrizio Volpe
    MVP Directory Services
    MCSE (NT4)(2000)(2003) - MCSA (2003)
    MCTS (SQL 2005)(Exchange 2007)(Windows 2008)
    Fortinet Certified Network Security Professional (FCNSP)
    Fabrizio[_dot_]Volpe[_at_]GMX[_dot_]com
    lunedì 16 maggio 2011 13:42
  • Come ti ha già detto Fabrizio Volpe non ci sono problemi di sorte se le due reti (produzione e virtuale) sono separate. Ovviamente non penso che eseguirete il test in orario lavorativo e quindi grossi problemi non ci sono. Al massimo se non hai esigenze particolari lascerei fuori le connessioni internet per evitare di avere problemi di aggiornamenti vari.

     

    Saluti

    Nino

    • Contrassegnato come risposta Anca Popa venerdì 20 maggio 2011 11:13
    lunedì 16 maggio 2011 19:54
    Moderatore