none
Impossibile aprire un file di Office da un repository WebDav RRS feed

  • Domanda

  • Abbiamo implementato il servizio WebDav su IIS7.5 (2008 R2) con connessione SSL ed autenticazione Basic: funziona bene, gli utenti utilizzano correttamente le loro credenziali AD ed i diritti NTFS sul file system risultano correttamente rispettati.

    Il problema si pone quando l'utente cerca di aprire (direttamente) un PDF od un file di Office.

    Nel caso dei files PDF all'atto dell'apertura viene nuovamente richiesto di immettere le credenziali utente di accesso, poi il file si apre regolarmente; nel caso di files XLSX o DOCX, viene anche in questo caso richiesto di reinserire le credenziali di accesso, ma l'utente non viene riconosciuto e dopo 1/2/3 tentativi l'applicazione (Word o Excel 2010) va in crash con il messaggio "Microsoft Word (o Excel) ha smesso di funzionare ..."

    Ho visto nei tempi addietro che in rete l'argomento è alquanto trattato e sostanzialmente non esiste un workaround per evitare che appaia la finestra di richiesta delle credenziali ad ogni apertura di un file, ma nel nostro caso è addirittura Office ad andare in crash e questo è un problema forse un po' diverso ?

    ALex.

    martedì 24 novembre 2015 17:16

Risposte

  • News di oggi,

    con l'ultimo pack di aggiornamenti MS di stamattina il problema del blocco delle applicazioni Office con WebDAV è finalmente scomparso; sono certo che il problema è stato risolto in occasione di tali aggiornamenti perchè tutte le macchine che lo hanno eseguito non presentano più il problema.

    Sinceramente non saprei dire quale delle KB applicate abbiano sortito l'effetto, allego quindi l'elenco degli aggiornamenti installati stamattina, tra questi c'è sicuramente quello che ci interessa.

    ALex.

    P.S.
    La patch al link postato da Edoardo sul mio PC (Windows 7 32) non parte ...

    • Contrassegnato come risposta Maria Atanassova mercoledì 9 dicembre 2015 14:59
    mercoledì 9 dicembre 2015 14:46

Tutte le risposte

  • Ciao, penso che il problema possa essere lo stesso che però ti manda in crash l'office che magari è di una versione diversa. Secondo me magari con un office di ultima generazione (2013-2016) la problematica non ci sarebbe..se però posso dare un'opinione, webdav ed ftp oramai sono superate come tecnologie...io mi orienterei su soluzione Azure o Onedrive for business...senza nulla togliere a Webdav....però come soluzione per condividere i files ad oggi la vedo un po obsoleta...imho.

    Ciao.

    A.

    martedì 24 novembre 2015 17:49
    Moderatore
  • Ciao, penso che il problema possa essere lo stesso che però ti manda in crash l'office che magari è di una versione diversa. Secondo me magari con un office di ultima generazione (2013-2016) la problematica non ci sarebbe..se però posso dare un'opinione, webdav ed ftp oramai sono superate come tecnologie...io mi orienterei su soluzione Azure o Onedrive for business...senza nulla togliere a Webdav....però come soluzione per condividere i files ad oggi la vedo un po obsoleta...imho.

    Ciao.

    A.

    Si ma OneDrive ed Azure se non vado errato sono applicazioni on cloud, nel nostro caso la soluzione dovrebbe dare accesso a files e cartelle presenti sul filesystem aziendale.

    Esistono implementazoni di codeste due soluzioni anche on premise ?

    ALex.

    mercoledì 25 novembre 2015 07:16
  • non on premise nel senso stretto della parola, ma nessuno impedisce di condividere localmente le cartelle, almeno però se peschi da fuori o anche internamente hai tutto aggiornato e senza problemi di sovrascrittura...penso che tu usi il discorso webdav per l'esterno..internamente che senso ha?

    mercoledì 25 novembre 2015 10:37
    Moderatore
  • non on premise nel senso stretto della parola, ma nessuno impedisce di condividere localmente le cartelle, almeno però se peschi da fuori o anche internamente hai tutto aggiornato e senza problemi di sovrascrittura...penso che tu usi il discorso webdav per l'esterno..internamente che senso ha?

    Certo l'accesso che vogliamo permettere è esterno.

    La funzionalità che dobbiamo garantire è che gli utenti possano accedere alle cartelle di progetto anche dall'esterno, coi medesimi diritti NFS che hanno dal loro desktop quando si trovano in azienda (ovviamente non tutti possono fare tutto su files e cartelle e questo viene impostato a livello di autorizzazioni dei gruppi di Dominio).

    Non so, ma non credo che per ottenere questo tipo di prestazioni ci siano alternative percorribili a quella del servizi WebDav su di un server aziendale a Dominio, a meno di non voler replicare gruppi e diritti su altre piattaforme in cloud, però può darsi che mi sbagli.

    ALex.


    • Modificato Alex_B_ mercoledì 25 novembre 2015 12:15
    mercoledì 25 novembre 2015 11:46
  • no a questo livello no. E' comunque strano che ti chieda le credenziali ogni volta che apri un documento, non dovrebbe una volta entrato sul server. Ma il sito è inserito tra i trusted site? hai provato con una versione office diversa dalla 2010? la 2010 a che SP sta?

    mercoledì 25 novembre 2015 14:26
    Moderatore
  • Ciao Alex,

    Il tuo thread nel Forum di TechNet è ancora aperto per noi.
    Se i consigli ricevuti ti sono stati utili, ricorda di evidenziare la soluzione cliccando su "Segna come Risposta". Aggiungo che il tuo riscontro tornerà sicuramente utile per chi si dovesse trovare nella medesima situazione, così è molto gradito dai membri della community se puoi condividere una soluzione tua.
    Grazie della collaborazione.


    Il contenuto viene fornito “così come è” e non comporta alcuna responsabilità da parte dell'azienda.

    lunedì 30 novembre 2015 09:01
  • prova a leggere qui

    http://blogs.technet.com/b/office_integration__sharepoint/archive/2014/02/24/users-are-prompted-for-username-and-password-when-opening-an-office-file-from-a-web-server.aspx


    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Enterprise Mobility
    edo[at]mvps[dot]org


    Grazie Edoardo,

    ricapitolo.

    Mappando la risorsa di rete Webdav direttamente con Esplora Risorse, l'apertura di files con Office purtroppo prevede la richiesta di autenticazione.

    Mappando la risorsa Webdav con client di terze parti (es NetDrive2) questo non accade e l'apertura del file avviene senza ulteriori richieste.

    Con Office 2010 esiste il problema aggiuntivo del crash sistematico dell'applicazione (che sia Word o Excel, ecc ...): il problema è documentato in varie parti e sembra legato alla istallazione di un paio di KB realtive all'ggiornamento di Office (https://community.spiceworks.com/topic/1236093-kb3055034-breaks-opening-office-files-directly-from-sharepoint).

    Io ho proceduto alla disinstallazione di dette KM, ma il problema è rimasto.

    Naturalmente anche in questo caso il crash avviene solo con risorse WebDav mappate utilizzando le risorse di Windows, con client di terze parti questo non accade.

    ALex.


    • Modificato Alex_B_ lunedì 30 novembre 2015 10:46
    lunedì 30 novembre 2015 10:43
  • l link qui sotto l'hai già visto ?

    https://support.microsoft.com/en-us/kb/943280


    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Enterprise Mobility
    edo[at]mvps[dot]org


    lunedì 30 novembre 2015 15:43
    Moderatore
  • Ciao Alex_B_,

    Potresti aggiornare il Thread?

    Grazie.


    Il contenuto viene fornito “così come è” e non comporta alcuna responsabilità da parte dell'azienda.

    lunedì 7 dicembre 2015 09:17
  • News di oggi,

    con l'ultimo pack di aggiornamenti MS di stamattina il problema del blocco delle applicazioni Office con WebDAV è finalmente scomparso; sono certo che il problema è stato risolto in occasione di tali aggiornamenti perchè tutte le macchine che lo hanno eseguito non presentano più il problema.

    Sinceramente non saprei dire quale delle KB applicate abbiano sortito l'effetto, allego quindi l'elenco degli aggiornamenti installati stamattina, tra questi c'è sicuramente quello che ci interessa.

    ALex.

    P.S.
    La patch al link postato da Edoardo sul mio PC (Windows 7 32) non parte ...

    • Contrassegnato come risposta Maria Atanassova mercoledì 9 dicembre 2015 14:59
    mercoledì 9 dicembre 2015 14:46
  • Grazie per averci fatto sapere, sarà sicuramente utile se qualcun'altro riscontra lo stesso scenario.

    Il contenuto viene fornito “così come è” e non comporta alcuna responsabilità da parte dell'azienda.

    mercoledì 9 dicembre 2015 14:58