locked
Virtualizzare SBS2011 si può? RRS feed

  • Domanda

  • Un saluto a tutti,
    spero di non essere fuori argomento forum. Vorrei virtualizzare l'SBS2011 aziendale. Chiedo se c'è un best practice collaudato per il passaggio P2V di questo particolare server. La virtualizzazione sarebbe in ambiente vmware. Ho già controllato in rete la documentazione a riguardo ma vorrei un vs parere, magari da qualcuno che ha già fatto questo passaggio. Poi mi farò aiutare anche da una collaborazione esterna ma prima di procedere ripeto vorrei un vs parere vista la delicatezza dell'argomento.

    Il server SBS2011 verrebbe poi fatto girare come VM sullo stesso server fisico attuale che diventerebbe quindi il suo host.
    Spero che questa condizione soddisfi il licensing del prodotto SBS2011 che fu preso in oem con questo stesso server fisico.

    Grazie per l'attenzione

    BOB

    venerdì 10 febbraio 2017 16:18

Risposte

  • Purtroppo questo forum non si occupa di licensing, quindi per avere una risposta ufficiale dovresti contattare direttamente il servizio commerciale Microsoft.
    In ogni caso dalla guida al licensing di SBS 2011:
    Virtualization
    If you have a server running Hyper-V (or other virtualization technology) which was purchased and licensed separately, you can run the SBS 2011 products as a VOSE on that host. This is supported both from a licensing and a technical perspective. You cannot use the SBS 2011 Essentials or SBS 2011 Standard server as a Hyper-V host or to run the RDS server role. You may use the Premium Add-on to run the Hyper-V server role and host VOSEs and run the RDS server roles and all its role services, e.g., RD Session Host.
    Quindi, se utilizzi per la virtualizzazione lo stesso hardware legato alla licenza OEM, a mio parere non dovresti avere problemi.
    venerdì 10 febbraio 2017 16:54
    Moderatore

Tutte le risposte

  • Purtroppo questo forum non si occupa di licensing, quindi per avere una risposta ufficiale dovresti contattare direttamente il servizio commerciale Microsoft.
    In ogni caso dalla guida al licensing di SBS 2011:
    Virtualization
    If you have a server running Hyper-V (or other virtualization technology) which was purchased and licensed separately, you can run the SBS 2011 products as a VOSE on that host. This is supported both from a licensing and a technical perspective. You cannot use the SBS 2011 Essentials or SBS 2011 Standard server as a Hyper-V host or to run the RDS server role. You may use the Premium Add-on to run the Hyper-V server role and host VOSEs and run the RDS server roles and all its role services, e.g., RD Session Host.
    Quindi, se utilizzi per la virtualizzazione lo stesso hardware legato alla licenza OEM, a mio parere non dovresti avere problemi.
    venerdì 10 febbraio 2017 16:54
    Moderatore
  • Ciao,
    la discussione che ho aperto era per avere consigli sulla conversione P2V di un SBS2011, il discorso licensing era secondario ma temo sia diventato l'argomento principale.
    Ho dato il voto alla tua risposta, ma aprirò un altro thread più mirato al P2V del SBS che è la cosa che mi interessa. Intanto ho raccolto qualche idea in più sul tema conversione SBS e mi vorrei concentrare solo su questo argomento (anche perchè il tempo stringe e vorrei fare il passaggio entro fine febbraio).

    Grazie ancora per il prezioso supporto.

    BOB

    domenica 12 febbraio 2017 09:22
  • La conversione P2V di un SBS 2011 non è diversa da quella di un comune Windows Server: questa versione è in pratica un Windows Server 2008 R2 Standard con l'aggiunta di GUI e servizi che facilitano la gestione. Nel tuo caso per eseguire l'operazione puoi utilizzare il classico VMWare vCenter Converter.
    domenica 12 febbraio 2017 09:32
    Moderatore
  • SBS2011 non è proprio un normale server windows: è il DC unico della rete ed è un tutt'uno con Exchange / DNS / DHCP /Sharepoint etc.. che sono particolarmente tutti integrati. Da quello che rilevo in rete è super sconsigliato una conversione a caldo a meno di non fermare tutti i servizi possibili (ma quali puoi fermare senza creare problemi...?)  Insomma vedo una situazione con notevoli rischi, anche con il vCenter Converter.

    Per questo volevo chiedere cosa ne pensavi se invece uso acronis (con il disco o la chiavetta di boot live) per fare prima un backup (con server spento) e poi un restore in una VM.

    Questa di usare acronis (per il backup e poi il restore in una VM) l'ho già provata e funziona ma su SBS sono un po' intimorito a causa del cambiamento hardware che si ha nella fase di restore, in particolare per la scheda di rete.

    Ho un server host vmware che uso come "muletto" e pensavo di trasferire lì SBS2011 virtualizzato in modo da avere il tempo di testare tutte le varie componenti usando un intero fine settimana per la conversione e per i test. Se tutto va bene il SBS virtualizzato potrebbe rimanere in produzione per una settimana e poi nel fine settimana successivo passarlo definitivamente sull'host finale (che poi è l'attuale server su cui gira SBS) in modo da rispettare anche il licensing.

    Quindi chiedo se una mossa del genere qualcuno l'ha già fatta: backup di un SBS2011 con acronis quindi restore sempre con acronis su una VM in un host esxi vmware, funzionerà?

    Grazie



    • Modificato Bob245 domenica 12 febbraio 2017 17:00
    domenica 12 febbraio 2017 14:19
  • ciao, mi inserisco solamente per portare il mio contributo. ho virtualizzato con Vmware converter nel corso del tempo praticamente di tutto compresi degli sbs senza problemi di sorta. basta stoppare i servizi sql e exchange e poi chiaramente quelli dei vari raid controller proprietari ecc. per HP c'è un tool che disinstalla tutto il parco applicativi/driver post p2v. Sinceramente il fatto che abbia su tutti i ruoli non è un problema, quante volte ho visto normali server fatti diventare degli SBS da tecnici improvvisati per mancanza di risorse? hanno sempre funzionato. Chiaro che se vuoi avere prestazioni decenti per la p2v devi avere almeno un paio di schede di rete in team per la trasmissione/ricezione della vm ma per il resto se lo fai nel WE non dovresti avere problemi. 

    ps tutti i client spenti naturalmente. 

    ciao!

    A.

    domenica 12 febbraio 2017 17:57
  • SBS2011 non è proprio un normale server windows: è il DC unico della rete ed è un tutt'uno con Exchange / DNS / DHCP /Sharepoint etc.. che sono particolarmente tutti integrati. Da quello che rilevo in rete è super sconsigliato una conversione a caldo a meno di non fermare tutti i servizi possibili (ma quali puoi fermare senza creare problemi...?)  Insomma vedo una situazione con notevoli rischi, anche con il vCenter Converter.

    Come dice anche Alessandro non vedo grossi problemi (ovviamente interrompendo i servizi e non eseguendo l'operazione in orario lavorativo), poi una volta convertito puoi sempre testarlo in un ambiente separato prima di metterlo in produzione. Il fatto è che se vogliamo fare una cosa conforme alle best practices dovresti installare un nuovo SBS in virtuale e poi eseguire una migrazione, ma secondo me fai prima a provare con una conversione.
    In ogni caso non vedo vantaggi ad utilizzare Acronis, anzi, secondo me se il server fisico utilizza controller particolari potrebbe anche non essere poi possibile avviare la VM.
    domenica 12 febbraio 2017 18:08
    Moderatore
  • Anche chi ci seguirebbe nel passaggio userebbero il converter (si ferma tutto il possibile in un momento non operativo). In effetti il converter direi fa qualcosa in più che la semplice conversione, cioè mette a posto i driver del nuovo hardware virtuale. Quindi con Acronis al riavvio della VM convetita potrei avere delle sorprese. Poi sicuramente farò prima delle prove dei test .... Se può interessare farò sapere come è andata. Indicativamente entro febbraio.
    Grazie per il supporto e per la condivisione delle vs esperienze a presto.

    BOB

    martedì 14 febbraio 2017 18:04
  • Acronis lo conosco molto bene, lo uso da una vita. La conversione la fa anche bene a parte fare un passaggio in più perchè devi fare un restore da un backup, ma non devi usare la macchina completa perchè quella non funziona mai correttamente, devi usare solamente il vmdk che ti crea ed agganciarlo ad una nuova vm che creerai in vmware da zero per poi dirgli al passaggio del disco "usa disco esistente" allora funzionerà, ma se puoi usare il Vcenter Standalone converter non ha senso usare Acronis, lo usi solo se ha macchine provienienti da altre tecnologie, che ne so, hyper-v, server fisici ecc.. Ciao. A.
    martedì 14 febbraio 2017 19:13
  • Userò Vcenter Standalone Converter, però quello che indichi tu mi sembra molto interessante e vorrei capirlo bene perchè non si sa mai...Vediamo se ho capito.
    Dispongo del disco boot live di acronis e quindi farei il backup dell'intera macchina fisica ottenendo il file TIB. Sempre con il disco acronis farei il recover usando una macchina virtuale vuota con boot da cd. Finito il recover non avvio la VM ma userò il file vmdk facendo un'altra VM che usa come disco un vmdk esistente (che è quello ottenuto con il recover). E' questo che intendevi come procedura? Ti ringrazio
    BOB

    mercoledì 15 febbraio 2017 17:41