none
contatti di posta exchange 2010 non correttamente visualizzati RRS feed

  • Domanda

  • exchange 2010 sp1, ho notato che se creo dei contatti di posta esterni sul server vengono correttamente visualizzati nella lista globale ma se ricevo messaggi provenienti da uno di questi   mi compare l'indirizzo di posta e non il nome visualizzato del contatto (esempio ho creato il contatto "Mario Rossi" con l'indirizzo email m.rossi@libero.it , quando spedisco un messaggio vedo nella lista globale "Mario Rossi" , mentre quando ricevo un email da lui sul mittente dell'email non ho "Mario Rossi" ma m.rossi@libero.it
    mercoledì 13 febbraio 2013 13:24

Risposte

  • "Mario Rossi" sarebbe il display name dell'utente che hai in AD "per esempio". Quando ricevi la posta nonostante ci sia il contatto con quell'indirizzo exchange lo lavora come se fosse un normale indirizzo esterno.

    Peppacci - MVP - Microsoft Exchange Server Microsoft MCP - MCTS - MCITP - MCSE http://blogs.sysadmin.it/peppacci/Default.aspx

    giovedì 14 febbraio 2013 13:08
    Moderatore
  • Ciao matte,

    Aggiungo solo una cosa a quanto risposto sopra da Peppacci: per ragioni di sicurezza, questo comportamento sarebbe da progettazione.

    Bharat Suneja ha trattato l'argomento nell'articolo qui sotto:

    A Late New Year’s Resolution: Do Not Resolve Anonymous Senders

    "By default, when an internal/authenticated user sends you a message, you see the user’s display name (for example Joe Adams) in Outlook/<acronym title="Outlook Web Access">OWA</acronym> and other email clients. Messages from unauthenticated senders, including those from Internet senders, show up with their <acronym title="Simple Mail Transfer Protocol">SMTP</acronym> address – e.g. jadams@somedomain.com. Exchange/Outlook users have been used to seeing this."

    Solo come riferimento, ti giro anche un po' di documentazione:

    Understanding Receive Connectors -> Configuring the Receive Connector as Externally Secured

    "The disadvantage of this strategy is that the remote IP addresses are considered completely trustworthy. The permissions that are granted to the remote IP addresses allow the remote messaging server to submit messages as if they originated from internal senders within your Exchange organization."

    Saluti,


    Anca Popa Follow ForumTechNetIt on Twitter

    Microsoft offre questo servizio gratuitamente, per aiutare gli utenti e aumentare il database dei prodotti e delle tecnologie. Il contenuto viene fornito “così come è” e non comporta alcuna responsabilità da parte dell'azienda. 

    giovedì 14 febbraio 2013 15:53

Tutte le risposte

  • "Mario Rossi" sarebbe il display name dell'utente che hai in AD "per esempio". Quando ricevi la posta nonostante ci sia il contatto con quell'indirizzo exchange lo lavora come se fosse un normale indirizzo esterno.

    Peppacci - MVP - Microsoft Exchange Server Microsoft MCP - MCTS - MCITP - MCSE http://blogs.sysadmin.it/peppacci/Default.aspx

    giovedì 14 febbraio 2013 13:08
    Moderatore
  • Ciao matte,

    Aggiungo solo una cosa a quanto risposto sopra da Peppacci: per ragioni di sicurezza, questo comportamento sarebbe da progettazione.

    Bharat Suneja ha trattato l'argomento nell'articolo qui sotto:

    A Late New Year’s Resolution: Do Not Resolve Anonymous Senders

    "By default, when an internal/authenticated user sends you a message, you see the user’s display name (for example Joe Adams) in Outlook/<acronym title="Outlook Web Access">OWA</acronym> and other email clients. Messages from unauthenticated senders, including those from Internet senders, show up with their <acronym title="Simple Mail Transfer Protocol">SMTP</acronym> address – e.g. jadams@somedomain.com. Exchange/Outlook users have been used to seeing this."

    Solo come riferimento, ti giro anche un po' di documentazione:

    Understanding Receive Connectors -> Configuring the Receive Connector as Externally Secured

    "The disadvantage of this strategy is that the remote IP addresses are considered completely trustworthy. The permissions that are granted to the remote IP addresses allow the remote messaging server to submit messages as if they originated from internal senders within your Exchange organization."

    Saluti,


    Anca Popa Follow ForumTechNetIt on Twitter

    Microsoft offre questo servizio gratuitamente, per aiutare gli utenti e aumentare il database dei prodotti e delle tecnologie. Il contenuto viene fornito “così come è” e non comporta alcuna responsabilità da parte dell'azienda. 

    giovedì 14 febbraio 2013 15:53