none
Windows 2008 R2 problema accesso utente RRS feed

  • Domanda

  • Salve a tutti.

    Premetto che mi occupo di una piccola rete in una associazione di volontariato (Croce Rossa) costituita da un server con Windows 2008 R2 e alcuni computer, sia con Windows 7 che Windows XP.

    Succede che un utente riesce ad accedere regolarmente e senza problemi ad un computer con Windows 7 (quello che usa principalmente), però lo stesso utente quando accede ad un altro computer (anche questo con Windows 7) con lo stesso nominativo ha dei problemi. Questi problemi consistono nel fatto che riesce aprire ad esempio Word (Office 2003) però non riesce a salvare o a stampare, non può aprire Adobe Reader e non ha accesso alle stampanti. Ho già provato a cancellare il profilo salvato in locale, ma tutte le volte che accede e recupera il profilo dal server si ripete lo stesso problema.

    La cosa strana è un altro utente, che usa solo questo computer, non ha problemi e accede a tutte le funzionalità. Altra particolarità è che dopo l'installazione di Windows 7, sul computer che dà problemi, ho fatto la migrazione, con l'apposita funzionalità di Windows, da un altro computer con Windows XP di tutte le impostazioni, ma non il profilo di questo utente.

    Come si può risolvere?

    Grazie in anticipo

    Giorgio


    mercoledì 5 febbraio 2014 21:10

Risposte

  • Non sono sicuro di aver capito esattamente la tua attuale configurazione: per "recupera il profilo dal server" intendi che stai utilizzando dei profili roaming? In tal caso questi potrebbero essere proprio la causa di tutti questi problemi. Questo tipo di profili non andrebbero utilizzati in ambienti "misti" (Windows 7/Windows XP), inoltre poiché vengono mantenute tutte le impostazioni potrebbero verificarsi problemi se la configurazione dei computer è diversa tra loro (anche se la versione di sistema operativo è la stessa). Un esempio è il caso in cui le installazioni non provengono dalla stessa immagine.

    Se possibile, il mio consiglio è quello di utilizzare il reindirizzamento cartelle in alternativa ai profili roaming e configurare le impostazioni richieste tramite Group policy. in questo modo ogni computer avrà un profilo locale che verrà configurato mediante policy, ma i file del desktop, documenti, ecc.. saranno comunque disponibili grazie al reindirizzamento. L'unico problema è che in questo modo non verranno mantenute le impostazioni dei software e di Windows, ma nel tuo caso a mio parere è un vantaggio. 

    • Proposto come risposta Anca Popa lunedì 10 febbraio 2014 20:30
    • Contrassegnato come risposta Anca Popa martedì 11 febbraio 2014 17:13
    giovedì 6 febbraio 2014 09:34
    Moderatore
  • Ovvero:

    - Spostare i soli dati dei profili in cartelle condivise sempre su server

    - Disabilitare i profili roaming

    - Configurare delle Group policy per reindirizzare le cartelle (documenti, desktop, cestino, ecc...) alle cartelle condivise contenenti i file. Per ulteriori informazioni: http://technet.microsoft.com/it-it/library/cc732275.aspx

    - Configurare altre Group policy per personalizzare i profili degli utenti quando eseguono l'accesso (ad esempio impostazioni di Outlook, di Internet Explorer, ecc...).

    In questo modo i profili veri e propri saranno locali ai computer, ma i dati saranno sempre visibili agli utenti tramite il reindirizzamento e le impostazioni fondamentali verranno configurate tramite policy. Ovviamente non è una soluzione che va bene in tutti i contesti, quindi valuta se può andare bene per le tue esigenze con un account di test. In ogni caso in questo modo avresti anche un abbassamento del traffico di rete e dei tempi di login/logout nei profili, senza contare il fatto che in caso di problemi puoi rimuovere direttamente il profilo locale senza alcuna perdita di dati o di tempo.


    sabato 8 febbraio 2014 20:17
    Moderatore

Tutte le risposte

  • Non sono sicuro di aver capito esattamente la tua attuale configurazione: per "recupera il profilo dal server" intendi che stai utilizzando dei profili roaming? In tal caso questi potrebbero essere proprio la causa di tutti questi problemi. Questo tipo di profili non andrebbero utilizzati in ambienti "misti" (Windows 7/Windows XP), inoltre poiché vengono mantenute tutte le impostazioni potrebbero verificarsi problemi se la configurazione dei computer è diversa tra loro (anche se la versione di sistema operativo è la stessa). Un esempio è il caso in cui le installazioni non provengono dalla stessa immagine.

    Se possibile, il mio consiglio è quello di utilizzare il reindirizzamento cartelle in alternativa ai profili roaming e configurare le impostazioni richieste tramite Group policy. in questo modo ogni computer avrà un profilo locale che verrà configurato mediante policy, ma i file del desktop, documenti, ecc.. saranno comunque disponibili grazie al reindirizzamento. L'unico problema è che in questo modo non verranno mantenute le impostazioni dei software e di Windows, ma nel tuo caso a mio parere è un vantaggio. 

    • Proposto come risposta Anca Popa lunedì 10 febbraio 2014 20:30
    • Contrassegnato come risposta Anca Popa martedì 11 febbraio 2014 17:13
    giovedì 6 febbraio 2014 09:34
    Moderatore
  • Grazie per la risposta.

    Esatto, i profili sono roaming, con salvataggio sul server.

    Effettivamente i  due computer in questione hanno entrambi come sistema operativo Windows 7, ma installato in tempi diversi e da due DVD diversi. I programmi installati sui due computer sono pressoché gli stessi.

    Ancora una domanda, visto che è da poco che mi occupo di server, come posso fare quello che suggerisci?

    "utilizzare il reindirizzamento cartelle in alternativa ai profili roaming e configurare le impostazioni richieste tramite Group policy."

    Grazie

    Giorgio

    sabato 8 febbraio 2014 12:39
  • Ovvero:

    - Spostare i soli dati dei profili in cartelle condivise sempre su server

    - Disabilitare i profili roaming

    - Configurare delle Group policy per reindirizzare le cartelle (documenti, desktop, cestino, ecc...) alle cartelle condivise contenenti i file. Per ulteriori informazioni: http://technet.microsoft.com/it-it/library/cc732275.aspx

    - Configurare altre Group policy per personalizzare i profili degli utenti quando eseguono l'accesso (ad esempio impostazioni di Outlook, di Internet Explorer, ecc...).

    In questo modo i profili veri e propri saranno locali ai computer, ma i dati saranno sempre visibili agli utenti tramite il reindirizzamento e le impostazioni fondamentali verranno configurate tramite policy. Ovviamente non è una soluzione che va bene in tutti i contesti, quindi valuta se può andare bene per le tue esigenze con un account di test. In ogni caso in questo modo avresti anche un abbassamento del traffico di rete e dei tempi di login/logout nei profili, senza contare il fatto che in caso di problemi puoi rimuovere direttamente il profilo locale senza alcuna perdita di dati o di tempo.


    sabato 8 febbraio 2014 20:17
    Moderatore
  • Ciao Giorgio,

    In attesa delle tue notizie, ho evidenziato i consigli di Fabrizio.

    Facci sapere com'e' andata, magari butta giù un buon consiglio dalla tua esperienza per gli altri utenti che sono qui con il tuo stesso scenario ;-)

    Saluti,


    Anca Popa Follow ForumTechNetIt on Twitter

    Microsoft offre questo servizio gratuitamente, per aiutare gli utenti e aumentare il database dei prodotti e delle tecnologie. Il contenuto viene fornito “così come è” e non comporta alcuna responsabilità da parte dell'azienda.

    martedì 11 febbraio 2014 17:14
  • Grazie,

    a tutti per le risposte.

    proverò appena possibile (non sempre sono in sede per gestire la rete) e farò sapere.

    Giorgio

    martedì 11 febbraio 2014 20:55
  • Grazie,

    a tutti per le risposte.

    proverò appena possibile (non sempre sono in sede per gestire la rete) e farò sapere.

    Giorgio

    martedì 11 febbraio 2014 20:56