none
Exchange 2007 - Filtro contenuto e posta indesiderata RRS feed

  • Domanda

  • Ciao a tutti e grazie in anticipo per le eventuali risposte,
    vorrei capire se è possibile impostare il filtro contenuto dell'antispam su Exchange 2007
    in modo tale che anziché rifiutare o eliminare le mail filtrate le sposti nella cartella
    "Posta indesiderata" sull'Outlook dei singoli utenti.
    E' possibile?
    Grazie, ciao...

    Marco B.

    lunedì 23 gennaio 2012 10:14

Risposte

  • Hola Marco_182,
     
    si, devi usare il seguente comando per impostare il limite da te scelto:
     
    Set-OrganizationConfig -SCLJunkThreshold 5
     Saluti
     
     

    Mitch
    Microsoft Exchange MVP | MCSE | MCTS | MCITP | MCT
    http://blogs.dotnethell.it/mitch
    http://www.windowserver.it
    http://www.windowservers.es

    • Proposto come risposta Andreagx sabato 28 gennaio 2012 17:07
    • Contrassegnato come risposta Anca Popa lunedì 30 gennaio 2012 09:40
    lunedì 23 gennaio 2012 14:01
  • ok, ti ringrazio, stò leggendo i vari documenti e li trovo molto utili
    comunque la mia domanda era piuttosto banale:
    è possibile fare in modo che il content filter di exchange si interfacci
    con la cartella "posta indesiderata" dei singoli client Outlook?
    Risposta: SI / NO

    Se NO amen, se SI continuerò a farmi una cultura sulla gestione dello
    spamming da parte di exchange e cercherò la soluzione al mio problema


    La risposta è SI :) e se leggessi i links che ho inserito nel penultimo messaggio lo capiresti da solo; di base, quello che ti serve è attivare le voci relative ad "SCL Junk E-Mail Folder threshold" ed a "SCL Reject threshold" lasciando disattivate quelle relative a "quarantine" e "delete"; fatto questo dovrai impostare i due valori in modo da stabilire i livelli di soglia; per capirci; supponiamo di avere impostato i valori come segue

    SCL Junk = 5

    SCL Reject = 7

    a questo punto, un dato messaggio email che abbia uno "score" (SCL) inferiore a 5 verrà consegnato nella inbox dell'utente; un messaggio con score tra 5 e 7 verrà piazzato nel "junk email folder" (alias cartella posta indesiderata) ed un messaggio con score superiore a 7 verrà rifiutato da exchange con un errore SMTP 5xx

    Ovvio che quanto sopra funzioerà solo se hai configurato correttamente i vari filtri presenti in exchange (es. DNS blacklists, senderID etc..) in caso contrario... l'effetto del solo "content filter" sarà piuttosto ridotto e comunque, sottoporrai in tuo exchange a parecchio lavoro inutile :)

     

    • Contrassegnato come risposta Marco_182 lunedì 30 gennaio 2012 10:24
    martedì 24 gennaio 2012 14:16
  •  
    solo devi abilitare il content filter e nel tab delle azioni non configuri
    nulla.
     
     

    Mitch
    Microsoft Exchange MVP | MCSE | MCTS | MCITP | MCT
    http://blogs.dotnethell.it/mitch
    http://www.windowserver.it
    http://www.windowservers.es

    • Proposto come risposta ObiWan martedì 24 gennaio 2012 12:05
    • Contrassegnato come risposta Anca Popa lunedì 30 gennaio 2012 09:40
    lunedì 23 gennaio 2012 16:17
  • Elimina messaggi con livello SCL superiore o uguale a:
    Rifiuta messaggi con livello SCL superiore o uguale a:
    Metti in quarantena messaggi con livello SCL superiore o uguale a:

    Leggi questo e questo credo/spero ti permetteranno di chiarirti le idee :)

     


    • Modificato ObiWan martedì 24 gennaio 2012 12:04
    • Contrassegnato come risposta Marco_182 lunedì 30 gennaio 2012 10:24
    martedì 24 gennaio 2012 11:58
  •  

    Dimenticavo, scusami, credo che anche questo potrebbe essere di aiuto; anzi, visto che si parla di SCL credo che leggere questo thread potrebbe essere opportuno; non per altro ma visto che di impostazioni SCL si è già parlato in passato "in questi lidi" :) non credo sia opportuno ripetere il tutto, basta... leggere quanto già scritto :D

    ciao

     

    • Contrassegnato come risposta Marco_182 lunedì 30 gennaio 2012 10:24
    martedì 24 gennaio 2012 13:53
  • Ovvio che quanto sopra funzioerà solo se hai configurato correttamente i vari filtri presenti in exchange (es. DNS blacklists, senderID etc..) in caso contrario... l'effetto del solo "content filter" sarà piuttosto ridotto e comunque, sottoporrai in tuo exchange a parecchio lavoro inutile :)


    Giusto come nota; sarebbe opportuno configurare (al minimo) i filtri relativi ai DNS allow lists providers (DNSWL - DNS whitelists) e quelli relativi ai DNS block lists providers (DNSBL - DNS blacklists), oltre al filtraggio SenderID (alias SPF); per quanto riguarda i primi due ti consiglio di impostare le seguenti liste


    * Allow list providers

    Nome Regola nome DNSWL
    SWL swl.spamhaus.org
    ISIPP iadb.isipp.com
    BondedSender query.bondedsender.org

    * Block list providers

    Nome Regola nome DNSBL
    ZEN zen.spamhaus.org
    BBRBL bb.barracudacentral.org
    NiXspam ix.dnsbl.manitu.net
    SpamCop bl.spamcop.net
    NJABL combined.njabl.org
    Bogon v4.fullbogons.cymru.com


    per quanto poi riguarda le "block lists", sarà opportuno impostare il messaggio di reject di ciascuna lista come segue

    Message refused (rule={1}): your IP {0} is listed by {2} (see http://multirbl.valli.org/lookup/{0}.html for details).
    

    in tal modo, considerando che le "macro" di cui sopra hanno il seguente significato

    {0}: Indirizzo IP del server mittente
    {1}: Nome della regola di filtraggio
    {2}: Nome del provider DNSBL

    e supponendo che l'IP mittente sia 192.0.2.11 e che la regola che ha causato il reject sia quella chiamata "ZEN", corrispondente alla DNSBL "zen.spamhaus.org" il messaggio di reject sarà il seguente

    Message refused (rule=ZEN): your IP 192.0.2.11 is listed by zen.spamhaus.org (see http://multirbl.valli.org/lookup/192.0.2.11.html for details).
    

    e permetterà al mittente di capire il motivo del reject e, possibilmente di risolvere il problema; per quanto invece riguarda SenderID/SPF, usa questo wizard per creare un record per il tuo dominio facendo però attenzione al fatto che il wizard usa per default il meccanismo "~all" (softfail) mentre sarebbe opportuno usare il meccanismo "-all" (fail) per rendere veramente efficiente il record in questione (vedi qui per dettagli); per cui, in fase di creazione del record, assicurati di selezionare l'opzione "No; this domain sends mail only from the..."; ad ogni modo, una volta creato il record assicurati di inserirlo sia nei DNS pubblici per il tuo dominio sia nei DNS usati da exchange :)

    Fatto quanto sopra dovresti già essere a buon punto e potrai poi procedere configurando (se desiderato) le altre opzioni di filtraggio e poi "tarando" i valori SCL come già visto in precedenza

    ciao

     







    • Modificato ObiWan martedì 24 gennaio 2012 16:39
    • Contrassegnato come risposta Marco_182 lunedì 30 gennaio 2012 10:25
    martedì 24 gennaio 2012 16:10

Tutte le risposte

  • Hola Marco_182,
     
    si, devi usare il seguente comando per impostare il limite da te scelto:
     
    Set-OrganizationConfig -SCLJunkThreshold 5
     Saluti
     
     

    Mitch
    Microsoft Exchange MVP | MCSE | MCTS | MCITP | MCT
    http://blogs.dotnethell.it/mitch
    http://www.windowserver.it
    http://www.windowservers.es

    • Proposto come risposta Andreagx sabato 28 gennaio 2012 17:07
    • Contrassegnato come risposta Anca Popa lunedì 30 gennaio 2012 09:40
    lunedì 23 gennaio 2012 14:01
  • Come impostare il limite del content filter lo so, voglio capire se c'è modo di integrare il content filter
    con la cartella "posta indesiderata" presente sugli outlook nei vari clients

     

     

    lunedì 23 gennaio 2012 14:47
  •  
    solo devi abilitare il content filter e nel tab delle azioni non configuri
    nulla.
     
     

    Mitch
    Microsoft Exchange MVP | MCSE | MCTS | MCITP | MCT
    http://blogs.dotnethell.it/mitch
    http://www.windowserver.it
    http://www.windowservers.es

    • Proposto come risposta ObiWan martedì 24 gennaio 2012 12:05
    • Contrassegnato come risposta Anca Popa lunedì 30 gennaio 2012 09:40
    lunedì 23 gennaio 2012 16:17
  • ahhhh, interessante, dunque content filter abilitato, nella tab "OPERAZIONI" ci sono tre spunte:

    Elimina messaggi con livello SCL superiore o uguale a:
    Rifiuta messaggi con livello SCL superiore o uguale a:
    Metti in quarantena messaggi con livello SCL superiore o uguale a:

    attualmente ho spuntato
    Rifiuta messaggi con livello SCL superiore o uguale a: 5

    Dunque in teoria tolgo questa spunta e il content filter rimane abilitato e i messaggi di spam
    verranno gestiti dall'Outlook?


    martedì 24 gennaio 2012 09:39
  • Elimina messaggi con livello SCL superiore o uguale a:
    Rifiuta messaggi con livello SCL superiore o uguale a:
    Metti in quarantena messaggi con livello SCL superiore o uguale a:

    Leggi questo e questo credo/spero ti permetteranno di chiarirti le idee :)

     


    • Modificato ObiWan martedì 24 gennaio 2012 12:04
    • Contrassegnato come risposta Marco_182 lunedì 30 gennaio 2012 10:24
    martedì 24 gennaio 2012 11:58
  •  

    Dimenticavo, scusami, credo che anche questo potrebbe essere di aiuto; anzi, visto che si parla di SCL credo che leggere questo thread potrebbe essere opportuno; non per altro ma visto che di impostazioni SCL si è già parlato in passato "in questi lidi" :) non credo sia opportuno ripetere il tutto, basta... leggere quanto già scritto :D

    ciao

     

    • Contrassegnato come risposta Marco_182 lunedì 30 gennaio 2012 10:24
    martedì 24 gennaio 2012 13:53
  • ok, ti ringrazio, stò leggendo i vari documenti e li trovo molto utili
    comunque la mia domanda era piuttosto banale:
    è possibile fare in modo che il content filter di exchange si interfacci
    con la cartella "posta indesiderata" dei singoli client Outlook?
    Risposta: SI / NO

    Se NO amen, se SI continuerò a farmi una cultura sulla gestione dello
    spamming da parte di exchange e cercherò la soluzione al mio problema

    martedì 24 gennaio 2012 13:58
  • ok, ti ringrazio, stò leggendo i vari documenti e li trovo molto utili
    comunque la mia domanda era piuttosto banale:
    è possibile fare in modo che il content filter di exchange si interfacci
    con la cartella "posta indesiderata" dei singoli client Outlook?
    Risposta: SI / NO

    Se NO amen, se SI continuerò a farmi una cultura sulla gestione dello
    spamming da parte di exchange e cercherò la soluzione al mio problema


    La risposta è SI :) e se leggessi i links che ho inserito nel penultimo messaggio lo capiresti da solo; di base, quello che ti serve è attivare le voci relative ad "SCL Junk E-Mail Folder threshold" ed a "SCL Reject threshold" lasciando disattivate quelle relative a "quarantine" e "delete"; fatto questo dovrai impostare i due valori in modo da stabilire i livelli di soglia; per capirci; supponiamo di avere impostato i valori come segue

    SCL Junk = 5

    SCL Reject = 7

    a questo punto, un dato messaggio email che abbia uno "score" (SCL) inferiore a 5 verrà consegnato nella inbox dell'utente; un messaggio con score tra 5 e 7 verrà piazzato nel "junk email folder" (alias cartella posta indesiderata) ed un messaggio con score superiore a 7 verrà rifiutato da exchange con un errore SMTP 5xx

    Ovvio che quanto sopra funzioerà solo se hai configurato correttamente i vari filtri presenti in exchange (es. DNS blacklists, senderID etc..) in caso contrario... l'effetto del solo "content filter" sarà piuttosto ridotto e comunque, sottoporrai in tuo exchange a parecchio lavoro inutile :)

     

    • Contrassegnato come risposta Marco_182 lunedì 30 gennaio 2012 10:24
    martedì 24 gennaio 2012 14:16
  • eh si ma non ho ancora letto tutto :)
    grazie mille comunque per le info, vado avanti nella lettura!
    martedì 24 gennaio 2012 14:20
  • Ovvio che quanto sopra funzioerà solo se hai configurato correttamente i vari filtri presenti in exchange (es. DNS blacklists, senderID etc..) in caso contrario... l'effetto del solo "content filter" sarà piuttosto ridotto e comunque, sottoporrai in tuo exchange a parecchio lavoro inutile :)


    Giusto come nota; sarebbe opportuno configurare (al minimo) i filtri relativi ai DNS allow lists providers (DNSWL - DNS whitelists) e quelli relativi ai DNS block lists providers (DNSBL - DNS blacklists), oltre al filtraggio SenderID (alias SPF); per quanto riguarda i primi due ti consiglio di impostare le seguenti liste


    * Allow list providers

    Nome Regola nome DNSWL
    SWL swl.spamhaus.org
    ISIPP iadb.isipp.com
    BondedSender query.bondedsender.org

    * Block list providers

    Nome Regola nome DNSBL
    ZEN zen.spamhaus.org
    BBRBL bb.barracudacentral.org
    NiXspam ix.dnsbl.manitu.net
    SpamCop bl.spamcop.net
    NJABL combined.njabl.org
    Bogon v4.fullbogons.cymru.com


    per quanto poi riguarda le "block lists", sarà opportuno impostare il messaggio di reject di ciascuna lista come segue

    Message refused (rule={1}): your IP {0} is listed by {2} (see http://multirbl.valli.org/lookup/{0}.html for details).
    

    in tal modo, considerando che le "macro" di cui sopra hanno il seguente significato

    {0}: Indirizzo IP del server mittente
    {1}: Nome della regola di filtraggio
    {2}: Nome del provider DNSBL

    e supponendo che l'IP mittente sia 192.0.2.11 e che la regola che ha causato il reject sia quella chiamata "ZEN", corrispondente alla DNSBL "zen.spamhaus.org" il messaggio di reject sarà il seguente

    Message refused (rule=ZEN): your IP 192.0.2.11 is listed by zen.spamhaus.org (see http://multirbl.valli.org/lookup/192.0.2.11.html for details).
    

    e permetterà al mittente di capire il motivo del reject e, possibilmente di risolvere il problema; per quanto invece riguarda SenderID/SPF, usa questo wizard per creare un record per il tuo dominio facendo però attenzione al fatto che il wizard usa per default il meccanismo "~all" (softfail) mentre sarebbe opportuno usare il meccanismo "-all" (fail) per rendere veramente efficiente il record in questione (vedi qui per dettagli); per cui, in fase di creazione del record, assicurati di selezionare l'opzione "No; this domain sends mail only from the..."; ad ogni modo, una volta creato il record assicurati di inserirlo sia nei DNS pubblici per il tuo dominio sia nei DNS usati da exchange :)

    Fatto quanto sopra dovresti già essere a buon punto e potrai poi procedere configurando (se desiderato) le altre opzioni di filtraggio e poi "tarando" i valori SCL come già visto in precedenza

    ciao

     







    • Modificato ObiWan martedì 24 gennaio 2012 16:39
    • Contrassegnato come risposta Marco_182 lunedì 30 gennaio 2012 10:25
    martedì 24 gennaio 2012 16:10
  • Hola Marco_182,
     
    esatto.
     
     

    Mitch
    Microsoft Exchange MVP | MCSE | MCTS | MCITP | MCT
    http://blogs.dotnethell.it/mitch
    http://www.windowserver.it
    http://www.windowservers.es

    martedì 24 gennaio 2012 19:39
  • Ciao Marco,

    La tua richiesta nel Forum di Exchange Server è ancora aperta.

    Ricorda di cliccare su "Segna come Risposta" per i post che ti hanno aiutato a risolvere, per ringraziare i partecipanti nella discussione e per aiutare gli altri utenti che leggeranno il thread a trovare la soluzione.

    Grazie a tutti della partecipazione nel forum,


    Anca Popa Follow ForumTechNetIt on Twitter

    Versioni di valutazione gratuite dei software Microsoft

    Microsoft offre questo servizio gratuitamente, per aiutare gli utenti e aumentare il database dei prodotti e delle tecnologie. Il contenuto viene fornito “così come è” e non comporta alcuna responsabilità da parte dell'azienda. 

    • Contrassegnato come risposta Marco_182 lunedì 30 gennaio 2012 10:24
    • Contrassegno come risposta annullato Anca Popa lunedì 30 gennaio 2012 10:53
    venerdì 27 gennaio 2012 08:36
  • Ok, è tutto chiaro, il punto è che nel mio content filter, all'interno della tab "Operazione"
    trovo soltanto tre opzioni:

    - Elimina messaggi con livello SCL superiore o uguale a:
    - Rifiuta messaggi con livello SCL superiore o uguale a:
    - Metti in quarantena messaggi con livello SCL superiore o uguale a:

    ...niente che abbia a che fare con "junk"
    devo forse abilitare qualcosa?

    lunedì 30 gennaio 2012 10:48
  • Ok, è tutto chiaro, il punto è che nel mio content filter, all'interno della tab "Operazione"
    trovo soltanto tre opzioni:

    - Elimina messaggi con livello SCL superiore o uguale a:
    - Rifiuta messaggi con livello SCL superiore o uguale a:
    - Metti in quarantena messaggi con livello SCL superiore o uguale a:

    ...niente che abbia a che fare con "junk"
    devo forse abilitare qualcosa?


    Ok, vediamo se riesco a darti una mano; prova a leggere qui e qui (e fai anche attenzione ai vari links presenti) - anzi, visto che parliamo di exchange 2007, vedi anche questo; in breve, in exchange imposterai il livello SCL di "reject" in modo che i messaggi "sicuramente spam" verranno rifiutati da exchange con un errore SMTP 5xx; poi, a livello di mailboxes imposterai i livelli relativi al "junk mail folder" in modo che i messaggi al di sotto del livello "ham" arrivino nella inbox mentre gli altri finiranno nel "junk folder"

     


    • Modificato ObiWan lunedì 30 gennaio 2012 11:31
    lunedì 30 gennaio 2012 11:23
  • Dunque mi pare di capire che bisogna abilitare il "junk email filter" per le mailbox,
    per 2003/2007 bisogna farlo tramite script OWA mentre per 2010 c'è un cmdlet apposito(?)

    lunedì 30 gennaio 2012 11:42
  • Dunque mi pare di capire che bisogna abilitare il "junk email filter" per le mailbox,
    per 2003/2007 bisogna farlo tramite script OWA mentre per 2010 c'è un cmdlet apposito(?)


    Esatto; ai links che ho postato troverai comunque degli scripts che ti permetteranno di abilitare il junkmail globalmente; per chiarire, il meccanismo funziona su due "stadi"; il primo, gestito da exchange, entra in funzione durante la sessione SMTP, in questo caso sarà exchange che, in base all'analisi del messaggio (DNS blacklists/whitelists, SenderID/SPF, contenuti....) assegnerà allo stesso un SCL procedendo poi a rifiutare i messaggi con SCL superiore al livello di soglia impostato (errore SMTP 5xx) o ad accettare quelli al di sotto di tale livello; il secondo stadio è rappresentato dal filtro "lato client" che, analizzando i messaggi lasciati passare da exchange, assegnerà un secondo valore SCL agli stessi e procederà poi a consegnarli nella inbox o nel "junk email" folder; questo permetterà all'utente di rivedere i messaggi "scartati" e recuperare quelli incorrettamente classificati; poi ovviamente ci sarebbe anche da parlare dei meccanismi di whitelisting "lato client" ed altro ma... credo che quanto sopra sia già abbastanza chiaro e che tu abbia abbastanza informazioni per poter procedere con la configurazione; se poi questo non fosse il caso ... i forums sono qui :D

    ciao

     

    • Modificato ObiWan martedì 31 gennaio 2012 09:36
    martedì 31 gennaio 2012 09:28
  • Ok, è tutto molto chiaro, adesso sono fisicamente dal cliente e sto facendo delle prove.
    Ho ancora un dubbio, negli articoli che mi hai linkato si discute di come abilitare la Junk-Email Folder per gli Outlook WebAccess delle varie versioni di Exchange.
    Su 2003/2007 è un procedura  che si esegue via script mentre su 2010 via cmdlet.
    ...e fin qui è tutto chiaro...

    Ma se sul mio client Microsoft Outlook ho già le opzioni di posta indesiderata abilitate non significa che automaticamente
    stanno funzionando?
    Dunque se imposto il content filter di exchange in modo che sia molto tollerante non posso successivamente impostare
    sul singolo client Outlook come gestire lo spamming?

    Dunque, è necessario abilitare sull'OWA la cartella di antispam?

    martedì 7 febbraio 2012 11:49
  • Ok, rettifico, sono giunto a nuove conclusioni:

    Mi pare di avere capito che esiste fondamentalmente una differenza tra il filtro antispam abilitato
    sul client Outlook e quello abilitato su OWA, a questo punto mi sorge un altro dubbio:

    Premesso che il filtro su Outlook posso disabilitarlo tramite GPO e mantenere abilitato solo il filtro
    su OWA (tramite cmdlet su Exchange 2010 o script su Exchange 2003/2007), come funziona
    quest'ultimo filtro?

    Io vorrei ottenere che il content filter di Exchange passa tutto indistintamente alla singola mailbox
    e successivamente il filtro su OWA decida se spostare su INBOX o su JUNK E-MAIL

    ...se abilito il content filter su Exchange e non metto nessuna spunta nella tab "OPERAZIONI" il filtro
    su OWA dovrebbe decidere in base ai livelli SCL dove mettere la mail ricevuta ...ma dove imposto
    l'azione a seconda del livello SCL per il filtro su OWA?

    (spero di essere stato chiaro nell'esprimere la richiesta...)

    martedì 7 febbraio 2012 12:48
  • Io vorrei ottenere che il content filter di Exchange passI tutto indistintamente alla singola mailbox e successivamente il filtro su OWA decida se spostare su INBOX o su JUNK E-MAIL

    Considerando quanto hai scritto sopra, credo che tu NON abbia presente quanto hai chiesto; vedi, l'approccio corretto è quello di far filtrare il MAGGIOR numero di messaggi "sicuramente spam" al mail server, rifiutandoli con errori SMTP 5xx (in modo che il MITTENTE ABBIA UN FEEDBACK - e NO, NON significa generare NDR) e lasciar passare verso le mailboxes solo quelli "buoni" o quelli "dubbi" facendo in modo che questi ultimi arrivino alla junkmail folder e permettendo così all'utente finale di decidere come gestirli; da quanto hai scritto, ho l'impressione che tu non abbia ben presenti le problematiche alla base della gestione "spam" e, se questo è il caso (non è un delitto, ci mancherebbe !), ti consiglio di documentarti meglio in merito.

    martedì 7 febbraio 2012 14:15
  • Guarda io concordo pienamente con te e credo di avere presenti un po' gli aspetti delle problematiche della gestione dello spam ...il punto è che tutto questo è una richiesta specifica del cliente ...e vai a fargli capire che è folle...

    Comunque in generale ho trovato la risposta al mio quesito:
    il livello SCL per la junk email folder (non essendo a livello di trasporto) si imposta a livello di organizzazione con il cmdlet set-OrganizationConfig -SCLJunkThreshold <level>

    martedì 7 febbraio 2012 14:25
  • A parte questo, filosofeggiando un pò, sono pienamente d'accordo con te riguardo il tipo di approccio, il punto è che per quello che vedo in giro il concetto di fare "filtrare la maggior parte dei messaggi considerati sicuramente spam" a Exchange mi ha sempre causato notevoli problemi, ho sempre avuto utenti che lamentavano di non ricevere mail importanti, ecc... e da parte del mittente errori SMTP 5xx nonostante le loro mail fossero attendibili (falsi positivi)

    Dunque la conclusione di questo mio cliente specifico è stata: "Fammi arrivare tutto nella posta indesiderata e poi ci penso io" ...e come dargli torto...

    martedì 7 febbraio 2012 14:30
  • A parte questo, filosofeggiando un pò, sono pienamente d'accordo con te riguardo il tipo di approccio, il punto è che per quello che vedo in giro il concetto di fare "filtrare la maggior parte dei messaggi considerati sicuramente spam" a Exchange mi ha sempre causato notevoli problemi, ho sempre avuto utenti che lamentavano di non ricevere mail importanti, ecc... e da parte del mittente errori SMTP 5xx nonostante le loro mail fossero attendibili (falsi positivi)

    Dunque la conclusione di questo mio cliente specifico è stata: "Fammi arrivare tutto nella posta indesiderata e poi ci penso io" ...e come dargli torto...

    Quello che scrivi è qualcosa che, a suo tempo, ho vissuto anche io; si tratta di un fenomeno chiamato "deprivazione da spam"; in pratica, gli utenti, abituati a ricevere tonnellate di robaccia nella inbox, nel momento in cui si trovano invece con una mailbox pulita vanno nel panico e, la prima cosa che fanno, è quella di chiedere all'admin "Ma la posta funziona ? No sai perchè oggi non mi è arrivato nulla" (e per "nulla" intendono "nessuna immondizia") a quel punto capita spesso di fare l'errore di dire "si, abbiamo implementato dei nuovi filtri... etc..." e qui succede il disastro dato che da quel momento (e per parecchio tempo) l'utente inizierà a lamentarsi di fantomatiche "emails bloccate" (sempre "importanti", ci mancherebbe :P !) o di strani "errori" o altro ancora; la soluzione in questi casi (a parte il NON DIRE all'utente "c'è il filtro" o almeno non farlo per un certo tempo :D) è quella di dirgli "ok, ho rimosso il filtro -per te- :D e poi lasciar passare il tempo... e dopo un certo periodo di "acclimatamento" spiegargli come può "personalizzare" il filtraggio; nel 99.99% dei casi a quel punto l'utenza avrà CAPITO l'utilità (e soprattutto l'AFFIDABILITA') dei filtri e non "brontolerà" più :)

    [edit]

    Considera comunque che l'approccio usato da Exchange + Outlook, ossia filtraggio e reject al "gateway" + livelli SCL e junkmail è, secondo me, una buona soluzione; in pratica l'idea è quella di usare SPF/SenderID + DNSBL/DNSWL + altri meccanismi per rigettare messaggi palesemente "spam" o comunque provenienti da hosts con cattiva reputazione (ne riparliamo più sotto) lasciando d'altro canto all'utente finale l'opzione di rivedere i messaggi "dubbi" ed eventualmente riclassificare gli stessi in base alle proprie preferenze

    Per quanto riguarda la "bad reputation"; se un "messaggio importante" viene inviato da un idrocefalo che invece di usare il server aziendale usa un qualsiasi account "free email" o se proviene da un mailserver il cui IP è finito in blacklist causa invio massivo di "immondizia", non credo sia una buona idea "creare un'eccezione" ed al contempo mettere A RISCHIO la sicurezza dell'infrastuttura ricevente; considerando che il mittente RICEVERA' un errore, sarà lo stesso a dover contattare i propri responsabili IT onde risolvere il problema e NON tu a dover "inserire un'eccezione" lasciando poi passare immondizia di vario genere oltre al famoso "messaggio importante" (al 90% gli auguri di buon compleanno per qualcuno o fesserie del genere... lo so per esperienza diretta); lo "spam" (malware, phishing...) non si combatte a colpi di "eccezioni" ma SISTEMANDO i problemi; l'approccio "volemose bbene" in questo caso NON funziona :P anzi, già che ci siamo, prova a mettere sul piatto della bilancia i costi relativi al fatto che NON filtrando il mailserver si troverà a dover sprecare CPU, storage e banda per processare immondizia inutile e che inoltre, le email che arriveranno nelle mailboxes degli utenti potrebbero (anzi spesso lo sono) essere "malware" o "phishing" e, visto che gli utenti/utonti regolarmente "ci cascano" il risultato sarà un problema di sicurezza (furto di credenziali, malware che infetta la rete, worm che spara fuori spam...) ed il tutto ha dei COSTI non indifferenti

    ripensaci :) !

    • Modificato ObiWan martedì 7 febbraio 2012 16:25
    martedì 7 febbraio 2012 15:25