locked
Pianificare spegnimento e accensione a orari prestabiliti RRS feed

  • Discussione generale

  • Salve.

    Avrei necessità di pianificare l'accensione e lo spegnimento del server su cui è installato Windopws server 2011, ogni ogni giorno a orari che voglio impostare.

    Non sono riuscito a trovare il modo con lo strumento di pianificazione di Windows Server. Come posso risolvere?

    Grazie,

    Giuseppe


    Giuseppe Giuliano

    giovedì 29 gennaio 2015 14:26

Tutte le risposte

  • Ciao Giuseppe, di nativo non mi risulta ci sia niente. Dai una lettura all'articolo Add-ins for Windows Home Server. Tra i vari add-in trovi Lights-Out che dovrebbe fare proprio quello che chiedi.

    Saluti
    Nino


    ...esistono i motori di ricerca, facci un salto e troverai molte delle risposte che ti darò io.

    giovedì 29 gennaio 2015 14:53
    Moderatore
  • Ciao Nino.

    Grazie della tua risposta. Avevo fatto una ricerca ma non avevo trovato qualcosa che potesse farmi pianificare sia lo spegnimento che l'accensione. Mi pare che neanche Lights-Out  permette ti pianificare l'accensione ma solo lo spegnimento.

    Giuseppe


    Giuseppe Giuliano

    giovedì 29 gennaio 2015 15:09
  • Prova a postare il quesito direttamente sul forum del produttore.

    Saluti
    Nino


    ...esistono i motori di ricerca, facci un salto e troverai molte delle risposte che ti darò io.

    giovedì 29 gennaio 2015 17:23
    Moderatore
  • Per quale motivo vorresti fare una cosa del genere? Mi sembra un po' troppo rischiosa, soprattutto perché su SBS hai solitamente servizi anche un po' "delicati" come Exchange. Per esempio io su un server così critico non lascerei nemmeno gli aggiornamenti automatici a causa dei riavvi....

    Comunque per l'accensione ti serve una pianificazione da BIOS (se lo prevede), altrimenti devi far inviare un pacchetto WOL da un altro dispositivo (anche un UPS o un altro computer).


    giovedì 29 gennaio 2015 17:50
    Moderatore
  • Buongiorno Fabrizio.

    Grazie della risposta e delle considerazioni che fai.

    Effettivamente io ce l'ho acceso 24 ore su 24, 7 giorni su 7. E non ho l'opzione aggiornamenti automatici che, per le ragioni da te esposte, faccio manualmente periodicamente.

    Il mio server è un 8TB LaCie 4big Rack Office con Windows Server 2011. Sfortunatamente con molta frequenza si danneggia un HD (4 volte in un anno e mezzo) e non si capisce quale sia la ragione. La stessa Lacie che mi sostituisce gli HD in garanzia non riesce a darmi spiegazioni.

    Per cui volevo provare a tenere la macchina spenta nei periodi che non lavora. tipo fine settimana. Voleva essere un tentativo, il mio.

    Tu che suggerimenti mi puoi dare?

    Grazie,

    Giuseppe


    Giuseppe Giuliano

    venerdì 30 gennaio 2015 08:28
  • Dico anche la mia.

    I server devono vivere accesi sempre, sono nati per questo. Esistono delle schede particolari che ti permettono di fare accensione remota come la Insight Ligh Out di HP o ILO che dir si voglia ma serve solamente a scopi di emergenza tipo devo spegnere la macchina e non sono in sede perchè mi staccano la luce e poi devo riaccenderla dopo il blackout. Si può fare anche da cellulare con un APP. Detto questo una riaccensione automatica di un server fa parte delle "cose da non fare", magari ricade la corrente mentre sta startando e si corrompe il sistema.

    Concludendo SE ogni tanto di salta un disco è un problema di HW che devi risolvere col costruttore, capita anche nelle marche blasonate che alcune serie hanno difetti congeniti, a volte è meglio cambiarle. Se posso permettermi un consiglio stai su marche valide, HP, IBM, FUJITSU,DELL...lascia stare Lacie o similari...fanno server da troppo poco tempo e sono troppo economici per dare una sicurezza reale...

    Ciao!

    A.

    venerdì 30 gennaio 2015 08:47
  • Sono della stessa opinione, non è spegnendo il server che secondo me risolvi un problema molto probabilmente hardware. Ho lo stesso modello di NAS e sinceramente non ho mai riscontrato problemi simili. E' vero che montano hard disk decisamente consumer (se no ricordo male sono dei classici Seagate per computer desktop) ma danneggiamenti così frequenti non sono normali.

    Bisognerebbe intanto capire anche il tipo di danneggiamento subito dal disco, ma secondo me devi indagare sull'alimentazione e sul controller. Alcuni Lacie montavano ad esempio delle schede RAID SATA della Silicon Image che si danneggiavano molto frequentemente creando una marea di problemi, mentre l'alimentatore è una versione "modificata appositamente da Lacie" di un FSP220-60LE.

     
    venerdì 30 gennaio 2015 10:10
    Moderatore
  • Grazie di questi preziosi e generosi contributi.

    Non credo sia un problema di alimentazione perché è alimentato da UPS come tutta la gestione della rete e tutti i PC.

    Credo che abbiate ragione sulla qualità del prodotto e sul fatto che lo storage deve essere affidato a macchine di di sicura affidabilità. E' una materia molto delicata quella della conservazione dei dati.

    Per fortuna io non ho perso finora mai nulla perché sto sempre attento allo stato dei dischi e il sistema RAID 5 mi salva in tempo. Ma è inaccettabile che un hard disk abbia tali problemi di durata in quel tipo di macchina, quando su un volgare PC passano comunque anni prima che abbia problemi.

    Il fatto che mi sorprende è anche che alla LACIE non abbiano saputo darmi delle spiegazioni e tutto passa come se nulla fosse. Vedersi tornare per riparazione lo stesso prodotto così tante volte dovrebbe averli allarmati, a meno che non sia una cosa abbastanza frequente con le loro macchine.

    Grazie ancora,

    Giuseppe


    Giuseppe Giuliano

    venerdì 30 gennaio 2015 11:52
  • Come ti dicevo secondo me comunque non rientri nella normalità, potevo capire se ti accadeva dopo 1-2 anni ma una media di 4 mesi mi sembra veramente eccessiva anche per un prodotto "consumer" (nonostante sia sempre acceso). Per alimentazione intendevo proprio l'alimentatore: anche quello si danneggia spesso su quella serie, alcune volte fornisce addirittura alimentazione ma non è sufficiente ad alimentare correttamente i componenti.

    Comunque verifica bene i dischi danneggiati prima di portarlo in riparazione e vedi se è un problema di controller o meccanico. Anche il raffreddamento ricopre un ruolo importante, il Lacie ha 4 ventole tipo server rack ma se la stanza non è sufficientemente climatizzata secondo me non sono sufficienti.

    venerdì 30 gennaio 2015 12:34
    Moderatore
  • Dall'anno scorso sono diventato una società di recupero dati anche, posso dirvi che il discorso degli 1-2 anni non regge. Avendo a che fare ogni giorno pesantemente con dischi saltati e vedendo cosa c'è dietro la facciata posso asserire senza paura di essere smentito che ci sono serie di dischi fissi di determinate marche che hanno una mortalità altissima...tanto per non citare la marca che flagga i dischi come red,gree,blue,black ed ora purple all'interno i dischi sono tutti identici ed adottano lo stesso fw, cambia solo l'etichetta esterna ed il prezzo. La marca che monta questo nas poi a parte essere la più venduta è quella con la mortalità più alta in assoluto. Quindi..se volete un consiglio...provate qualche Toshiba ogni tanto al posto dei blasonati e conosciuti...forse vi troverete meglio :-) 

    Ciao!

    A.

    venerdì 30 gennaio 2015 12:58
  •   + 1

    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Directory Services
    edo[at]mvps[dot]org

    venerdì 30 gennaio 2015 13:42
    Moderatore
  • Dall'anno scorso sono diventato una società di recupero dati anche, posso dirvi che il discorso degli 1-2 anni non regge. Avendo a che fare ogni giorno pesantemente con dischi saltati e vedendo cosa c'è dietro la facciata posso asserire senza paura di essere smentito che ci sono serie di dischi fissi di determinate marche che hanno una mortalità altissima...tanto per non citare la marca che flagga i dischi come red,gree,blue,black ed ora purple all'interno i dischi sono tutti identici ed adottano lo stesso fw, cambia solo l'etichetta esterna ed il prezzo. La marca che monta questo nas poi a parte essere la più venduta è quella con la mortalità più alta in assoluto. Quindi..se volete un consiglio...provate qualche Toshiba ogni tanto al posto dei blasonati e conosciuti...forse vi troverete meglio :-) 

    Ciao!

    A.


    Credimi che non ne ho solo uno di quei NAS Lacie e posso dire che se ha già cambiato così tanti dischi la situazione a mio parere è anomala.
    Poi per il discorso marche hai assolutamente ragione, ma una mortalità del genere va contro ogni statistica.
    venerdì 30 gennaio 2015 13:53
    Moderatore
  • sarà...ma la qualità dei dischi oggi è bassissima...mi capita di spostare fisicamente dei nas con delle batterie di WD Red ed alla riaccensione hanno 1 disco ko...e non hanno preso scossoni...sono stati solo spostati di 2 metri...diciamo che i SAS saltano meno dei SATA...ma comuque mortalità alta o no qui col sistema operativo e con MS non siamo legati..siamo molto OT in questo thread :-).

    Ciao!

    A.

    venerdì 30 gennaio 2015 15:09