none
Mail inviata da exchange 2010 vista come spam RRS feed

  • Domanda

  • Salve a tutti, ho questo problema: 

    Fino a qualche settimana fa un cliente inviava la mail dalla sua azienda senza alcun problema, poi alcuni clienti di questa azienda hanno incominciato incominciato a segnalare le mail ricevuto da questo cliente come spam segnalando che non viene riconosciuto il server d'invio. In effetti analizzando il messaggio di rifiuto i sistemi vedono l'indirizzo interno del server exchange e segnalano la mail come spam.

    Spero di essere stato chiaro.

    Grazie

    venerdì 10 novembre 2017 16:59

Risposte

  • L'indirizzo interno del server del mittente è visibile negli header se l'amministratore non lo ha opportunamente "nascosti", ma questo non basta a classificare come spam le mail originate.

    Ti suggerisco prima di tutto di fare un check della reputazione del dominio e del mail server del mittente usando questo tool:

    http://mxtoolbox.com/

    Roberto


    Roberto Ferazzi
    Microsoft® MVP Office Server & Services (Exchange Server)
    Moderator in the Microsoft TechNet Italy Forums
    My MVP Profile

    MSExchange.Community

    venerdì 10 novembre 2017 17:07
    Moderatore
  • Ciao, ultimamente è successa la stessa cosa su alcuni server di clienti esterni, il motivo era la mancata o errata configurazione del record spf. Oltre naturalmente a quello che ti ha suggerito Roberto dai un occhio se il tuo server ha l'spf ed eventualmente se è corretto. Per esserlo deve contenere l'indirizzo ip pubblico del server da cui escono le mail, se usi uno smarthost deve contenere sia l'ip pubblico del server in azienda sia quello dell'smtp da cui il provider fa partire le mail. 

    https://mxtoolbox.com/spf.aspx

    questo come controllo "veloce" se ti manca quasi sicuramente il problema è quello li.

    ciao!

    A.

    sabato 11 novembre 2017 07:56
    Moderatore
  • Concordo con Roberto, che l'inidirizzo interno non basta per "rendere" spam le mail, se potessi inviare il messaggio di "rifiuto" esattamente come lo hanno ricevuto, ti potremmo dare qualche indicazione in più.

    Intanto potresti aggiungere il record spf, una chiave dkim e dmark queste potrebbero migliorare la reputazione del tuo server di mail, anche se mi sembra di capire dalla tua mail che il problema sia che il server  che cataloga alcune mail come spam (poca attendibilità del server di mail del cliente) "poi alcuni clienti di questa azienda hanno incominciato incominciato a segnalare le mail ricevuto da questo cliente come spam"

    Un consiglio NON METTERE l'ip dello smart host nel record SPF!!

    Se fai ciò autorizzi chiunque usa lo smarthost esterno ad essere legittimato come possibile "sender" di mail con il tuo dominio,  è una possibiltà remota che succeda, ma è meglio prevenire che curare,  al massimo registra nel dns smarhost.tuodominio.it -> ip dello smarthost esterno  e aggiungi nel record spf il nome smarhost.tuodominio.it

    ciao Gas


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere

    sabato 11 novembre 2017 10:45
    Moderatore
  • Alessandro, non devi complicarti la vita così, è tutto molto più semplice (ip qualsiasi, nessun smtp server, no dns poisoning), es: se pippo.com valida lo smarthost con un record spf e pluto.com ha lo stesso smarthost (es. smtpmail.vodafone.it / out.alice.it sono i primi che ho trovato su internet, io non li uso, men che meno li metto nei record SPF ) pluto.com invia una mail mettendo come indirizzo del sender (da outlook è semplicissimo;) info@pippo.com. Fine.

    Concludendo no smarthost e nemmeno record spf per lo smarthost!

    Ciao


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere


    sabato 11 novembre 2017 14:04
    Moderatore
  • sei un po fuori dal giro degli smarthost..Alice e Vodafone non li usi su exchange, dopo poco smettono di andare...gli unici smarhost che vanno in modo continuativo sono quelli con smtp autenticato su dominio con user e pwd dedicati, se spedisci con un vodafone.it ed hai un dominio pippo.com il reverse control ti manda in spam l’indirizzo in un secondo netto perchè i nomi non corrispondono (ma chi è che usa out.alice.it su un exchange????) Quindi, tornando a noi, l’unico modo che hai di prenderti l’ip di uno smathost degno di essere chiamato tale e la mia risposta di cui sopra, e la vedo complessina come cosa. 

    chiudo.

    sabato 11 novembre 2017 17:10
    Moderatore

  • Un consiglio NON METTERE l'ip dello smart host nel record SPF!!

    Se fai ciò autorizzi chiunque usa lo smarthost esterno ad essere legittimato come possibile "sender" di mail con il tuo dominio,  è una possibiltà remota che succeda, ma è meglio prevenire che curare,  al massimo registra nel dns smarhost.tuodominio.it -> ip dello smarthost esterno  e aggiungi nel record spf il nome smarhost.tuodominio.it


    Uno dovrebbe quindi registrarsi sullo stesso provider (perchè l'ip è di sua proprietà), sperando di ottenere uno smarthost con lo stesso ip del tuo, (perchè si sa, non hanno dei pool, hanno 1 ip per spedire Nmila domini) per poi mettersi su un smtp server e spedire col tuo dominio. Di questo naturalmente nessuno si accorgerebbe di nulla. Tra questo e fare DNS poisoning bucando il pannello di gestione del dominio in questione siamo li, io guarderei meno films sugli Hackers. Ma il dns name è sicuramente più sicuro. Come le è non avere uno smarthost. 

    A.

    sabato 11 novembre 2017 11:37
    Moderatore

Tutte le risposte

  • L'indirizzo interno del server del mittente è visibile negli header se l'amministratore non lo ha opportunamente "nascosti", ma questo non basta a classificare come spam le mail originate.

    Ti suggerisco prima di tutto di fare un check della reputazione del dominio e del mail server del mittente usando questo tool:

    http://mxtoolbox.com/

    Roberto


    Roberto Ferazzi
    Microsoft® MVP Office Server & Services (Exchange Server)
    Moderator in the Microsoft TechNet Italy Forums
    My MVP Profile

    MSExchange.Community

    venerdì 10 novembre 2017 17:07
    Moderatore
  • Ciao, ultimamente è successa la stessa cosa su alcuni server di clienti esterni, il motivo era la mancata o errata configurazione del record spf. Oltre naturalmente a quello che ti ha suggerito Roberto dai un occhio se il tuo server ha l'spf ed eventualmente se è corretto. Per esserlo deve contenere l'indirizzo ip pubblico del server da cui escono le mail, se usi uno smarthost deve contenere sia l'ip pubblico del server in azienda sia quello dell'smtp da cui il provider fa partire le mail. 

    https://mxtoolbox.com/spf.aspx

    questo come controllo "veloce" se ti manca quasi sicuramente il problema è quello li.

    ciao!

    A.

    sabato 11 novembre 2017 07:56
    Moderatore
  • Concordo con Roberto, che l'inidirizzo interno non basta per "rendere" spam le mail, se potessi inviare il messaggio di "rifiuto" esattamente come lo hanno ricevuto, ti potremmo dare qualche indicazione in più.

    Intanto potresti aggiungere il record spf, una chiave dkim e dmark queste potrebbero migliorare la reputazione del tuo server di mail, anche se mi sembra di capire dalla tua mail che il problema sia che il server  che cataloga alcune mail come spam (poca attendibilità del server di mail del cliente) "poi alcuni clienti di questa azienda hanno incominciato incominciato a segnalare le mail ricevuto da questo cliente come spam"

    Un consiglio NON METTERE l'ip dello smart host nel record SPF!!

    Se fai ciò autorizzi chiunque usa lo smarthost esterno ad essere legittimato come possibile "sender" di mail con il tuo dominio,  è una possibiltà remota che succeda, ma è meglio prevenire che curare,  al massimo registra nel dns smarhost.tuodominio.it -> ip dello smarthost esterno  e aggiungi nel record spf il nome smarhost.tuodominio.it

    ciao Gas


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere

    sabato 11 novembre 2017 10:45
    Moderatore

  • Un consiglio NON METTERE l'ip dello smart host nel record SPF!!

    Se fai ciò autorizzi chiunque usa lo smarthost esterno ad essere legittimato come possibile "sender" di mail con il tuo dominio,  è una possibiltà remota che succeda, ma è meglio prevenire che curare,  al massimo registra nel dns smarhost.tuodominio.it -> ip dello smarthost esterno  e aggiungi nel record spf il nome smarhost.tuodominio.it


    Uno dovrebbe quindi registrarsi sullo stesso provider (perchè l'ip è di sua proprietà), sperando di ottenere uno smarthost con lo stesso ip del tuo, (perchè si sa, non hanno dei pool, hanno 1 ip per spedire Nmila domini) per poi mettersi su un smtp server e spedire col tuo dominio. Di questo naturalmente nessuno si accorgerebbe di nulla. Tra questo e fare DNS poisoning bucando il pannello di gestione del dominio in questione siamo li, io guarderei meno films sugli Hackers. Ma il dns name è sicuramente più sicuro. Come le è non avere uno smarthost. 

    A.

    sabato 11 novembre 2017 11:37
    Moderatore
  • Alessandro, non devi complicarti la vita così, è tutto molto più semplice (ip qualsiasi, nessun smtp server, no dns poisoning), es: se pippo.com valida lo smarthost con un record spf e pluto.com ha lo stesso smarthost (es. smtpmail.vodafone.it / out.alice.it sono i primi che ho trovato su internet, io non li uso, men che meno li metto nei record SPF ) pluto.com invia una mail mettendo come indirizzo del sender (da outlook è semplicissimo;) info@pippo.com. Fine.

    Concludendo no smarthost e nemmeno record spf per lo smarthost!

    Ciao


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere


    sabato 11 novembre 2017 14:04
    Moderatore
  • sei un po fuori dal giro degli smarthost..Alice e Vodafone non li usi su exchange, dopo poco smettono di andare...gli unici smarhost che vanno in modo continuativo sono quelli con smtp autenticato su dominio con user e pwd dedicati, se spedisci con un vodafone.it ed hai un dominio pippo.com il reverse control ti manda in spam l’indirizzo in un secondo netto perchè i nomi non corrispondono (ma chi è che usa out.alice.it su un exchange????) Quindi, tornando a noi, l’unico modo che hai di prenderti l’ip di uno smathost degno di essere chiamato tale e la mia risposta di cui sopra, e la vedo complessina come cosa. 

    chiudo.

    sabato 11 novembre 2017 17:10
    Moderatore