none
Migrazione da SBS 2008 a Win2012R2 + Exchange 2013 RRS feed

  • Domanda

  • Ciao,

    dovrei fare una migrazione da SBS 2008 (quindi Win2008 + Exchange 2007) a Windows 2012R2 + Exchange 2013.

    Ho letto alcune guide anche rilasciate da Microsoft ma non ne trovo alcuna che contempli lo scenario da me proposto.

    L'idea è di installare fisicamente Windows 2012 R2 sul server, creare una VM di hyper-v con Win2012R2 + Exchange 2013.

    Vorrei mantenere il dominio locale (RETE.local) e dovrei quindi migrare utenti, documenti, condivisioni ecc.. mentre per le cassette postali non so se mi convenga esportare in PST e poi reimportare client per client oppure utilizzare procedure specifiche.

    Ciò che non mi è chiaro è l'iter da seguire.

    Installo Win2012R2 e creo la VM. Fin qui ok.

    Poi non capisco se nella VM installo subito Windows ed anche Exchange 2013 oppure devo seguire un'altra procedura. Quando migro gli utenti sarebbe meglio che Exchange ci fosse? Windows sulla VM dovrà essere il domain controller anche poiché non potrei crearne una seconda..

    Chiedo soprattutto a chi ha avuto un'esperienza simile allo scenario che dovrò affrontare e se può darmi dei consigli o link per affrontare questa pratica senza fare casini.

    Grazie! Lorenzo 

    P.S.: se questo non è il forum adatto a questa mia necessità chiedo cortesemente ai moderatori di spostare il post. Grazie.


    Lorenzo

    giovedì 4 dicembre 2014 12:13

Risposte

  • La prima domanda è: di quanti client parliamo? 

    Il discorso della nuova struttura: metti su il sistema base 2012 con l'hypervisor poi crei 2 macchine virtuali e non 1 perchè una sarà DC+dati, l'altra sarà solo Ex2013. Questo perchè finito sbs non è più supportato Exchange su un DC quindi se metti tutto su uno non sei poi supportabile in caso di problemi e ti tocca arrangiarti in soldoni. 

    Dovrai poi migrare prima la parte dati e poi exchange, quindi 2 step di migrazione e non vanno sempre perfetti..anzi...

    http://blogs.technet.com/b/infratalks/archive/2012/09/07/transition-from-small-business-server-to-standard-windows-server.aspx

    quindi la mia domanda iniziale ha un peso enorme perchè se vieni da un sbs e quindi pochi client in tanti casi è meglio fare una nuova struttura e spostare i client un po alla volta magari mettendo in trust le due AD piuttosto che "migrare", sono scelte, personalmente se posso non migro da un sbs ad uno std, rifaccio, però devi decidere tu, il "senza fare casini" purtroppo non lo decidi tu, decide come è messo l'sbs 2008 dopo 6 anni che gira...di li..trai le tue conclusioni!

    Ciao.

    A.

    • Proposto come risposta NinoRCTN venerdì 5 dicembre 2014 06:34
    • Contrassegnato come risposta Maria Atanassova venerdì 12 dicembre 2014 11:55
    giovedì 4 dicembre 2014 14:42
    Moderatore
  • Ciao Lorenzo, concordo in pieno con Alessandro.

    Ogni infrastruttura è un mondo a se, quindi non è facile capire quale strada seguire se non dopo aver risposto ad alcune semplici domande:

    • Numero di client
    • Pulizia del server (a livello eventi e problemi vari)
    • Mole dei dati e permessi vari
    • Policy da migrare etc.

    Potendo scegliere opterei per un dominio parallelo pulito ed allineato agli ultimi aggiornamenti, anche perché viste le domande finali in caso di problemi hai sempre un via di fuga (il server sbs funzionante)...

    Passi:

    • Installi l'host e lo aggiorni
    • Attivi il ruolo Hyper-V
    • Crei le due VM a livello workgroup e le aggiorni (utilizza esclusivamente IPv4)
    • Su una delle due VM attivi il dominio e crei uno/due utenti (magari associ un client al nuovo dominio)
    • Sulla seconda VM installi e configuri Exchange ed il relativo certificato. Crei le cassette postali degli utenti che hai creato precedentemente a livello dominio.
    • Esegui un test di invio/ricezione e di quello che ritieni opportuno controllare
    • Completi la migrazione dei client rimasti nel vecchio dominio

    Ovviamente i due domini insistono sulla stessa rete fisica, quindi devi optare per nomi differenti e/o network differenti e/o staccare momentaneamente il vecchio dominio.

    Saluti
    Nino


    ...esistono i motori di ricerca, facci un salto e troverai molte delle risposte che ti darò io.

    • Proposto come risposta NinoRCTN venerdì 5 dicembre 2014 06:51
    • Contrassegnato come risposta Maria Atanassova venerdì 12 dicembre 2014 11:55
    venerdì 5 dicembre 2014 06:50

Tutte le risposte

  • La prima domanda è: di quanti client parliamo? 

    Il discorso della nuova struttura: metti su il sistema base 2012 con l'hypervisor poi crei 2 macchine virtuali e non 1 perchè una sarà DC+dati, l'altra sarà solo Ex2013. Questo perchè finito sbs non è più supportato Exchange su un DC quindi se metti tutto su uno non sei poi supportabile in caso di problemi e ti tocca arrangiarti in soldoni. 

    Dovrai poi migrare prima la parte dati e poi exchange, quindi 2 step di migrazione e non vanno sempre perfetti..anzi...

    http://blogs.technet.com/b/infratalks/archive/2012/09/07/transition-from-small-business-server-to-standard-windows-server.aspx

    quindi la mia domanda iniziale ha un peso enorme perchè se vieni da un sbs e quindi pochi client in tanti casi è meglio fare una nuova struttura e spostare i client un po alla volta magari mettendo in trust le due AD piuttosto che "migrare", sono scelte, personalmente se posso non migro da un sbs ad uno std, rifaccio, però devi decidere tu, il "senza fare casini" purtroppo non lo decidi tu, decide come è messo l'sbs 2008 dopo 6 anni che gira...di li..trai le tue conclusioni!

    Ciao.

    A.

    • Proposto come risposta NinoRCTN venerdì 5 dicembre 2014 06:34
    • Contrassegnato come risposta Maria Atanassova venerdì 12 dicembre 2014 11:55
    giovedì 4 dicembre 2014 14:42
    Moderatore
  • Ciao Lorenzo, concordo in pieno con Alessandro.

    Ogni infrastruttura è un mondo a se, quindi non è facile capire quale strada seguire se non dopo aver risposto ad alcune semplici domande:

    • Numero di client
    • Pulizia del server (a livello eventi e problemi vari)
    • Mole dei dati e permessi vari
    • Policy da migrare etc.

    Potendo scegliere opterei per un dominio parallelo pulito ed allineato agli ultimi aggiornamenti, anche perché viste le domande finali in caso di problemi hai sempre un via di fuga (il server sbs funzionante)...

    Passi:

    • Installi l'host e lo aggiorni
    • Attivi il ruolo Hyper-V
    • Crei le due VM a livello workgroup e le aggiorni (utilizza esclusivamente IPv4)
    • Su una delle due VM attivi il dominio e crei uno/due utenti (magari associ un client al nuovo dominio)
    • Sulla seconda VM installi e configuri Exchange ed il relativo certificato. Crei le cassette postali degli utenti che hai creato precedentemente a livello dominio.
    • Esegui un test di invio/ricezione e di quello che ritieni opportuno controllare
    • Completi la migrazione dei client rimasti nel vecchio dominio

    Ovviamente i due domini insistono sulla stessa rete fisica, quindi devi optare per nomi differenti e/o network differenti e/o staccare momentaneamente il vecchio dominio.

    Saluti
    Nino


    ...esistono i motori di ricerca, facci un salto e troverai molte delle risposte che ti darò io.

    • Proposto come risposta NinoRCTN venerdì 5 dicembre 2014 06:51
    • Contrassegnato come risposta Maria Atanassova venerdì 12 dicembre 2014 11:55
    venerdì 5 dicembre 2014 06:50
  • Ciao,
    vi ringrazio intanto per le gentili risposte.

    Ecco la situazione:
    - numero client: 32 (mix XP e Windows 7)
    - il server SBS purtroppo da 2 settimane funziona male (e non sono riuscito a risolvere), i servizi di rete e exchange sono OK (gli utenti non hanno problemi) ma per l'avvio e l'accesso come utente amministratore ho problemi seri (irrisolvibili.. le ho provate tutte).
    - dati in cartelle condivise: circa 700GB
    - policy da migrare: ininfluente, le creo ex novo eventualmente...
    - dovrei virtualizzate anche un Windows 2008 + un altro server Windows 2008R2 (entrambi con MS SQL). Quindi totale 4 VM su Win2012 R2 standard.

    Non sapevo che exchange 2013 non si installa su DC. Grazie. Per exchange esporterò i PST in locale su ogni client e poi li importo nelle nuove caselle.. Faccio prima. Chiuderò la porta 25 sul firewall intanto finché non ho finito la reimportazione dei dati.

    Dominio:
    - posso tenere lo stesso dominio trasferendo i ruoli? Mi conviene? Sarebbe meglio visto che ho altri 2 server da virtualizzate..
    - Se mi sconsigliate di utilizzare lo stesso dominio e crearne uno parallelo (mai fatto! :-(  ), come trasferisco i profili dei client senza dover riconfigurare localmente le impostazioni di utenti?

    Inoltre: la VM exchange deve essere immagino inserita nel dominio come member server, giusto?

    Grazie.. ciao!

    Lorenzo

    P.S.: i motori di ricerca li conosco, sono 10 giorni che leggo articoli ma mi creano più dubbi di quanti me ne risolvano...


    Lorenzo

    venerdì 5 dicembre 2014 11:27
  • Aggiungo: a questo punto se potessi tenere il dominio (sarebbe fondamentale), dopo aver esportato tutti i PST delle caselle mail, disinstallo Exchange da SBS (non vorrei che AD si incarognasse nel trasferimento dei ruoli..) ripulendo lo schema di AD.

    Lorenzo

    venerdì 5 dicembre 2014 11:31
  • Ciao Lorenzo, non conoscendo i problemi seri irrisolvibili non saprei cosa consigliarti. nel senso che dovresti essere tu in grado di capire se questi problemi potrebbero essere trasferiti nella nuova infrastruttura. In tal caso saresti, a mio avviso, in una situazione peggiore di quella iniziale.

    Exchange si integra all'interno di Active Directory quindi la migrazione dovrebbe essere completa altrimenti il rischio di malfunzionamento è elevato. Personalmente partirei da una base stabile e funzionante... ovvero lascio l'attuale senza toccarlo.

    Certo i client non sono pochi ma si possono migrare utilizzando dei tool come User Profile Wizard (http://www.forensit.com/products.html).

    Per quanto riguarda SQL, a parte la questione dimensionamento server Host, devi verificare se il join al nuovo dominio non ti porta problemi. Se invece per virtualizzare intendi che li tiri su da zero il problema non si pone.

    Tieni presente che SQL ed Exchange vanno installati su server membri e mai sul server di dominio.

    Saluti
    Nino

    P.S.S.: Quella è la firma automatica, monito per gli utenti che pongono domande (quasi) ovvie. 


    ...esistono i motori di ricerca, facci un salto e troverai molte delle risposte che ti darò io.

    venerdì 5 dicembre 2014 11:47
  • Grazie Nino,

    il problema è che è la seconda volta che rifaccio il dominio e so che dovrei star rinchiuso 3 giorni dal cliente per finire tutto :-( 

    Se non ho capito male, tu dici che la struttura di AD (come mi hanno insegnato a suo tempo) viene modificata per accogliere i "campi" relativi ad Exchange. Credo che AD sia a posto, nel senso che posso gestirla tranquillamente adesso (dopo un'attesa di 1,5 ore ma ci riesco :-D )

    Grazie per il consiglio user profile wizard ma per 30 utenti vogliono 2.000 euro!

    Porta pazienza ma vi devo fare alcune domande:

    - se riesco a spostare i ruoli, dovrei avere tutta AD giusto? Devo fare un adprep sul vecchio server (sempre che funzioni..)?
    - a questo punto le condivisioni DFS vanno ricreate sul nuovo DC e modificate nei percorsi di condivisione (questo perchè gli utenti ora accedono alle risorse digitando, ad esempio, \\rete.local\dfs\dati perchè così posso gestire comodamente la location dei dati sui server senza che loro se ne accorgano. Corretto?
    - dopo lo spostamento dei ruoli, come procedo con DNS e DHCP sul vecchio SBS e sul nuovo Win2012R2? 

    Ora, dato che lavoro sul VM pensavo di:

    1) salvare tutti i dati degli su un disco esterno

    2) creare una snapshot della nuova VM appena terminati gli aggiornamenti windows update

    3) provare a spostare ruolim DNS e DHCP e testare 1/2 client e vedere come si comportano.

    4) in caso di problemi, ripristinare la snapshot ed arrendermi all'idea di rifare il dominio da zero..


    Lorenzo

    venerdì 5 dicembre 2014 12:37
  • Grazie per il consiglio user profile wizard ma per 30 utenti vogliono 2.000 euro!


    La versione free dovrebbe bastare per effettuare le attività di cui hai bisogno (almeno in parte). Capisco che non è bello lavorare in questa situazione ecco perché ti consigliamo di tenerti sempre una strada di ritorno.

    ...se riesco a spostare i ruoli, dovrei avere tutta AD giusto? Devo fare un adprep sul vecchio server (sempre che funzioni..)?
    - a questo punto le condivisioni DFS vanno ricreate sul nuovo DC e modificate nei percorsi di condivisione (questo perchè gli utenti ora accedono alle risorse digitando, ad esempio, \\rete.local\dfs\dati perchè così posso gestire comodamente la location dei dati sui server senza che loro se ne accorgano. Corretto?
    - dopo lo spostamento dei ruoli, come procedo con DNS e DHCP sul vecchio SBS e sul nuovo Win2012R2?/p>


    Trovi le risposte nel link che ha postato Alessandro. Nello specifico quando esegui il dcpromo del nuovo server installerai il DNS aggiuntivo e dopo che avrai dismesso l'SBS rimarrà l'unico ad essere presente nell'infrastruttura. Stessa cosa per il DHCP.

    Ora, dato che lavoro sul VM pensavo di:

    1) salvare tutti i dati degli su un disco esterno

    2) creare una snapshot della nuova VM appena terminati gli aggiornamenti windows update

    3) provare a spostare ruolim DNS e DHCP e testare 1/2 client e vedere come si comportano.

    4) in caso di problemi, ripristinare la snapshot ed arrendermi all'idea di rifare il dominio da zero..

    Non ti bastano solo DNS e DHCP, devi eseguire il dcpromo con tutto quello che ne consegue.

    Non trovo tracce di Exchange nella discussione... mentre tu fai tutto ricordati che lui continua a girare e  prima o poi dovrai migrare anche lui.

    Saluti
    Nino


    ...esistono i motori di ricerca, facci un salto e troverai molte delle risposte che ti darò io.

    venerdì 5 dicembre 2014 12:55
  • Quindi DCPROMO, spostamento ruoli master e setup DNS e DHCP. Poi test da uno dei client.

    Per exchange, una volta esportati i PST, fermo i servizi o lo disinstallo proprio, sempre che quest'ultimo sia possibile in SBS..

    Grazie intanto.

    Poichè le attività le eseguirò il prossimo weekend, terrei la discussione aperta anche per dare poi un feedback per altri che affronteranno la mia stessa migrazione.


    Lorenzo

    venerdì 5 dicembre 2014 13:34
  • Ho risolto i problemi sull'SBS!!!

    http://blogs.technet.com/b/askperf/archive/2009/04/13/wmi-rebuilding-the-wmi-repository.aspx#pi169128=1

    Il repository WMI era danneggiato e con lo script nei commenti di "bazanovv" ho risolto in 2 minuti..

    Domani mi ubriaco :-))

    Ora posso pensare al trasferimento del dominio esistente. Grazie ragazzi intanto, pensavo di virtualizzare SBS e testare la migrazione prima di fare errori. 

    Ciao

    Lorenzo


    Lorenzo

    venerdì 5 dicembre 2014 23:34
  • io ti rinnovo il consiglio di non migrare ma di fare da zero e spostare. 30 client con prowiz parliamo di 5 minuti netti a client. In caso di problemi vedrai come sale la quantità di gg in cui stai dal cliente :-) ma come in tutte le cose "chi è causa del suo mal" quindi la decisione è tua.

    Ciao.

    A.

    sabato 6 dicembre 2014 08:13
    Moderatore
  • Magari avresti potuto aprire un thread sul problema specifico...

    Saluti
    Nino


    ...esistono i motori di ricerca, facci un salto e troverai molte delle risposte che ti darò io.

    sabato 6 dicembre 2014 10:45
  • Alessandro, so che hai ragione ma ci sono un sacco di cose oltre agli utenti da migrare.

    DFS, tutte le multifunzione, applicativi gestionali che potrebbero non funzionare più.. Per questo sono titubante sul da farsi e vorrei fare dei test con VM (ho già virtualizzato SBS per il test) per vedere che succede. Se ci sono problemi dovrei vederli subito, con le snapshot poi posso fare un passo indietro e provare nuove strade per capire come procedere.

    Al tuo proverbio mi sento di rispondere con "tentar non nuoce", almeno in ambiente test.

    Ti ringrazio (come ringrazio Nino ovviamente!) per l'attenzione dimostratami.

    Se può essere interessante potrei alla fine creare un post ad hoc con consigli per chi dovrà affrontare la mia stessa situazione, che dite?


    Lorenzo


    • Modificato lorenzo77vr domenica 7 dicembre 2014 10:51
    domenica 7 dicembre 2014 10:49
  • Ciao, avrei potuto ma il link da me postato è molto ben documentato. L'utente che nei commenti ha messo lo script ha solo migliorato quanto riportato nell'articolo. Ho incrociato le dita e ha funzionato!

    Lorenzo

    domenica 7 dicembre 2014 10:49
  • l'ambiente di test è sempre consigliato certamente, però:

    - il dfs su un server solo? a cosa ti serve? boh..strano.

    - le multifunzione non è un gran problema e comunque non le migri...sono da rimettere anche sul nuovo perchè i driver 2008 rd che usa 2011 sono diversi da 2012 (esistono poi? va tenuto conto).

    - il gestionale pure è da rimettere su e non lo migri (lo rimetti su tu? a meno che non sia tu il partner è a pannaggio di chi lo fornisce e non sempre ti danno dritte perchè vogliono venire loro...).

    Per questo ti parlo di struttura nuova parallela. Considerato che se poi nei client restano strascichi che puntano al vecchio server li risolvi con un banale alias nel DNS nuovo col nomevecchio alias nomenuovo.

    Una domanda però per curiosità mia voglio fartela perchè se tu avessi una vecchia struttura capirei il problema di dismettere un 2011 ma che necessità hai di andare su 2012? Perchè sai che poi exchange 2013 viaggia solo a certificati e dovrai anche li investire tempo nella corretta generazione e configurazione...considerando che vanno solo client da outlook 2007 SP3 in poi...

    La nostra titubanza su questa operazione è che raramente si salta di 1 tecnologia solo, però è solo una curiosità. Sul post ad hoc, dovresti più che altro fare un wiki se proprio non un post (che sono per le problematiche) ma i passaggi per fare quello che vuoi sono già ad oggi ben chiari è che per esperienza mia e dei colleghi dove si può non migrare è sempre meglio evitare, se sei in situazioni enormi sei obbligato..ma se puoi evitare, meglio stare 3gg dentro dal cliente che piantarlo per due settimane...perchè ti assicuro che capita purtroppo.

    Comunque facci sapere!

    Ciao e buona domenica.

    A. 

    domenica 7 dicembre 2014 11:13
    Moderatore
  • Ciao,

    potrei anche valutare di installare Exchange 2010 anzichè 2013. Se mi semplifica la vita volentieri!

    Devo ancora ordinare le licenze per cui posso fare quello che voglio. Eventualmente sfrutto i diritti di downgrade da 2013 su open license.

    Il discorso era legato alla durata del supporto da parte di Microsoft. Prendendo il 2013 avrei avuto più tempo davanti.

    In effetti tanti PC hanno Outlook 2003, quindi niente supporto da Ex2013..

    Valuto a questo punto l'installazione di Ex2010 su Windows 2012R2. A meno che tu non abbia nulla da obbiettare in tal senso. Accetto tutti i consigli che hai la pazienza di darmi.. :-D

    Buona domenica anche a te.. ciao!

    P.S.: il DFS gestisce documenti sul server SBS e su un altro W2008. Posso gestire comodamente la locazione dei dati. L'ho introdotto anni fa perché i documenti di office (Word specialmente) vecchi si incarognavano se aperti da una condivisione diversa da quella in cui erano stati creati.. almeno fino alla versione 2003


    Lorenzo


    • Modificato lorenzo77vr domenica 7 dicembre 2014 11:45
    domenica 7 dicembre 2014 11:42
  • http://exchangeserverpro.com/exchange-server-2010-support-windows-server-2012-r2/

    Naturalmente non ho capito cosa significhi, io ho inteso che puoi installarlo solo su un 2012R2 domain controller..


    Lorenzo


    • Modificato lorenzo77vr domenica 7 dicembre 2014 12:00
    domenica 7 dicembre 2014 11:58
  • 2010 come 2013, sempre server separato. Nessun server exchange è supportato su un dc tranne che sia un sbs. Se non vuoi cambiare tutti i 2003 ti tocca usare 2010. Sul fine supporto parliamo del 2020 secondo me magari si cambia prima il server in altri 6 anni :) Io vaglierei anche quell'ipotesi quindi, sicuramente te la cavi meglio e conosci il prodotto, poi se lo configuri bene hai comunque la licenza del 2013 e tra 5 anni magari lo metti su. Ciao!
    domenica 7 dicembre 2014 14:55
    Moderatore
  • Ciao Lorenzo,

    Ad oggi il tuo quesito nel Forum di Exchange Server è ancora aperto per noi.

    Se i consigli ricevuti ti sono stati utili, ricorda di evidenziare la soluzione cliccando su "Segna come Risposta". Se invece hai trovato un'altra soluzione nel frattempo, ti saremmo grati di condividerla anche qui, a beneficio degli altri utenti che seguono il thread.

    Grazie.


    • Microsoft offre questo servizio gratuitamente, per aiutare gli utenti e aumentare il database dei prodotti e delle tecnologie. Il contenuto viene fornito “così come è e non comporta alcuna responsabilità da parte dell’azienda.

    giovedì 11 dicembre 2014 11:00
  • Ciao a tutti, alla fine ho pensato, valutato, rimuginato e ci ho dormito su.

    La soluzione ideale è quella suggerita di rifare il dominio e partire con una situazione pulita.

    Tuttavia non mi è possibile farlo ora, ho tempi stretti e l'azienda ha delle scadenze importanti. Meglio evitare blocchi.

    Pertanto ho deciso che consiglierò al cliente di acquistare un server con windows 2012 R2 e virtualizzare l'SBS 2008 e l'altro server esistenti.

    Quando i tempi saranno maturi allora procederò con le vostre preziose indicazioni e i suggerimenti.

    Grazie ancora, ciao!


    Lorenzo

    domenica 14 dicembre 2014 10:22
  • direi scelta ottima e molto sensata. Alla prox.

    ciao!

    A.

    domenica 14 dicembre 2014 18:58
    Moderatore