none
Riavvio impossibile dopo aggiornamento RRS feed

  • Domanda

  • Salve.

    Ho un problema dopo l'aggiornamento di Win Server 2016.

    Al riavvio resta bloccato sul messaggio "Preparazione di Windows - Non spegnere il computer".

    Però si ferma per moltissimo tempo. 

    Non sapendo che fare con la rete inaccessibile, ho riavviato ed in effetti il server è ripartito, ma nessuno riusciva ad accedervi.

    Ho quindi fatto il riavvio e di nuovo "Preparazione di Windows - Non spegnere il computer".

    Ora è più di un'ora che è in attesa.

    Che cosa posso fare?

    Grazie

    giovedì 29 marzo 2018 15:23

Risposte

  • Vannini, se hai un solo server, perchè le condizioni aziendali impongono solo quello, che cosa vuoi testare? E anche se sai cosa fanno aggiornamenti tu hai la certezza che tutto andrà per il meglio?

    Chiudiamo qui, perchè la polemica non serve a nessuno.

    Dopo due ore è ripartito tutto senza nessuno intervento. 

    Mistero!





    venerdì 30 marzo 2018 08:08

Tutte le risposte

  • Ciao, di solito quando scrive così non si tocca. Ci sono aggiornamenti importanti che richiedono a volte anche 2-3 ore...non sapendo cosa ti ha buttato su è difficile dirlo.

    guarda qui ed eventualmente prova un boot repair.

    https://answers.microsoft.com/en-us/windows/forum/windows_10-performance-winpc/windows-server-2016-is-stuck-at-startup-logo/78383a3e-2100-4edf-9f13-37d3e92b646a?auth=1

    provato anche in provvisoria con supporto di rete eventualmente? Hai un backup del server vero? fisico o virtuale?

    ciao.

    A.

    giovedì 29 marzo 2018 15:46
    Moderatore
  • Dopo oltre 1 ora è mezza si è riavviato, ma gli utenti non possono più accedere alle risorse.

    Che cavolo di aggiornamenti rilascia Microsoft?

    giovedì 29 marzo 2018 15:53

  • Che cavolo di aggiornamenti rilascia Microsoft?

    Magutt, scusa ma l'errore è tuo: non si mettono su updates su piattaforme server senza sapere cosa fanno. E' così da quando è stata inventata la sistemistica e le patch e non solo di Microsoft. Lo ripetiamo fino allo sfinimento, ma non ci ascolta mai nessuno perchè "non c'è tempo per testare". Ora, tralasciando la polemica sulle updates. Prova ad accedere in \\localhost e vedere se almeno da se stesso il server vede le shares ed accede. E' anche un DC quel server per caso? 

    giovedì 29 marzo 2018 16:16
    Moderatore
  • Vannini, se hai un solo server, perchè le condizioni aziendali impongono solo quello, che cosa vuoi testare? E anche se sai cosa fanno aggiornamenti tu hai la certezza che tutto andrà per il meglio?

    Chiudiamo qui, perchè la polemica non serve a nessuno.

    Dopo due ore è ripartito tutto senza nessuno intervento. 

    Mistero!





    venerdì 30 marzo 2018 08:08
  • Guarda che non hai ragione, se vuoi te la do, ma nel 2018 a mettere su una VM con Virtualbox con un sistema uguale a quello aziendale ci vuole poco, non mi parlare di "risorse aziendali" per favore, ti basta il tuo pc. Certezze non ne ho, ma almeno mi salvo dalle update critiche non pianto l'azienda.

    Altrimenti qui noi moderatori siamo tutta gente che lavora per FCA? 

    Sono d'accordo di lasciare stare. Ma un altro collega ti avrebbe risposto esattamente nello stesso modo.

    Meglio se è ripartito da solo.

    Ciao.

    A.

    venerdì 30 marzo 2018 08:25
    Moderatore
  • Lancia MSCONFIG e guarda se, per caso, non è impostato per avviarsi sempre in modalità provvisoria. Mi era capitato qualcosa di analogo da un cliente poco tempo fa, su Server 2012, con aggiornamenti che non andavano a buon fine (lanciati a mano dopo, si erano installati correttamente)

    venerdì 30 marzo 2018 08:30
  • Skywalker, ho verificato e non sono previsti avvii in modalità provvisoria.

    Il realtà la lentezza si è verificata dopo l'installazione dell'aggiornamento nella fase di spegnimento che precede l'avvio conseguente. Probabilmente è come dici tu, un aggiornamento non andato a buon fine, oppure aveva proprio bisogno di fare ulteriori successivi aggiornamenti in quella fase. 

    Vannini, oggi è il venerdì santo. Ti ringrazierò sempre per l'aiuto che fornisci a me e agli altri qui. Sei preziosissimo. Tu probabilmente sei un sistemista fisso in un'azienda e fai solo quello. Io purtroppo no e non posso permettermi di fare solo il sistemista. Ho più di 50 anni e sono rimasto a piedi dopo che l'azienda per cui lavoravo da dipendente ha chiuso. Siamo in Italia e sono ripartito con la P.Iva, ma il mio target ora è quello delle piccolissime aziende con 10/12 postazioni al massimo quando va bene, e che distano da me parecchi km, alcune delle quali cerca di sopravvivere. Tu pensi di avere possibilità e tempo per installare virtualbox e testare tutti gli aggiornamenti per ogni server di ogni tuo cliente e soprattutto che ti paghino per tutto il tempo usato per i test? Se tu ci riesci, ti faccio in miei complimenti. Io non ne sono capace. Io mi aspetto, invece, che un'azienda che incassa miliardi di dollari rilasci aggiornamenti sempre affidabili e rapidi. Buona Pasqua!

    venerdì 30 marzo 2018 09:40
  • Skywalker, ho verificato e non sono previsti avvii in modalità provvisoria.

    Il realtà la lentezza si è verificata dopo l'installazione dell'aggiornamento nella fase di spegnimento che precede l'avvio conseguente. Probabilmente è come dici tu, un aggiornamento non andato a buon fine, oppure aveva proprio bisogno di fare ulteriori successivi aggiornamenti in quella fase. 


    Ma una volta ripartito, dici che i client non lo raggiungono, ma il server vede la rete/internet? Nel mio caso partiva proprio in mod.provvisoria e potevo entrare solo con l'account locale e, ovviamente, non andava da nessuna parte.

    Se va in internet, prova a fargli fare gli aggiornamenti a mano, uno alla volta

    venerdì 30 marzo 2018 09:49
  • Ho 110 aziende sotto contratto permanente. Amministro reti conto terzi. L'azienda è mia. Siamo in 5 sysadmin. Non passo il tempo a testare le updates come avrai intuito se dividi numero di aziende per amministratori sono comunque troppe, ma piuttosto come ti ho suggerito NON le eseguo. 

    Se dobbiamo basarci sulla fiducia di un'azienda che fattura miliardi nel fare il nostro lavoro è un terno al lotto ed io non amo giocare. Proprio perchè sei solo il mio consiglio è, se la struttura è stabile non toccarla. Poi se no ti trovi a gestire problemi tipo questo che ti bloccano il lavoro sugli altri clienti.

    Buona Pasqua anche a te.

    ciao!

    A. 

    venerdì 30 marzo 2018 10:07
    Moderatore
  • Skywalker, in effetti subito dopo il riavvio avevo quella situazione e alcuni servizi in errore. Ho riavviato una seconda volta, questa volta senza attese ed è tornato tutto regolare. 

    Non lascio che gli aggiornamenti vengano eseguiti in automatico, nemmeno sui pc. Cerco di non eseguirli via internet, perchè in caso di un blocco non ho possibilità di intervenire e devo recarmi presso l'azienda. 

    Grazie.

    venerdì 30 marzo 2018 10:24
  • Scusate se mi intrometto, ma io comprendo sia il tuo punto di vista (il più cauto) che quello dell'OP ma è Microsoft stessa a spingere sempre di più sull'obbligatorietà degli update. Oltretutto non è detto che se un aggiornamento va bene su una macchina di prova, poi vada bene anche in produzione. Da un lato ci sono quelli che spingono sugli aggiornamenti tempestivi perché altrimenti cadiamo in preda a crypto, 0-day e bestiacce simili, dall'altro ci sono quelli che li bloccano a tutti i costi (per quanto tempo?). Ad ogni versione di server, ci si avvicina sempre più all'impossibilità di controllare efficacemente COSA scaricare, in stile Windows10 (tra un po' toccherà mettere delle regole su firewall esterni per impedire a Windows di scaricarli)
    venerdì 30 marzo 2018 14:22
  • Ragazzi wait. Io penso che, anche se siamo su un forum ufficiale, possa esprimere il concetto che alla fine, gli artefici delle nostre strutture (ed i responsabili) siamo noi. Quindi tu puoi "spingere" dicendo che devo fare update e cercare ogni mezzo per farmele fare, ma se questo rischia di crearmi problemi non lo faccio nemmeno obbligato, non immediatamente, non allo sbaraglio.

    Qui siamo sul forum server. Parliamo di server. Non di cellulari Android o Apple oppure di sistemi client. Se mi si pianta un server ho l'azienda ferma. Se rischio che mi si pianti un server non lo aggiorno se non sono sicuro. Al massimo procastino l'update quando vedo che è stabile e non trovo thread di gente con server piantati. Se, come Magutt, sono da solo il problema è reale. La bilancia update VS stabilità pende pesantemente dal lato stabilità e, se devo scegliere, scelgo la vita (Trainspotting :-)).

    Poi che ci siano dei server compromessi che in fase di updates si piantino, c'è dalla notte dei tempi. Io ho risposto al suo commento "che cavolo di aggiornamenti rilascia Microsoft??" non è colpa di MS, come può testare ogni update su ogni macchina? Non può. Noi non abbiamo tempo per farlo. Quindi? vi siete già risposti da soli. O le fate e vi preparate ad un 5% di parco macchine con dei problemi oppure evitate. Poi per vivere io faccio test di penetrazione e sicurezza, vi assicuro che l'update non è quella che salva il server...è sempre l'uomo che ci sta in mezzo che salva il server ed il 70% delle volte è lui la causa del problema anche con tutte le patch di questo mondo.

    Tutto questo discorso comunque ragazzi si risolve a 15 minuti di fermo si e no se ho un backup od una suite di backup decente e lavoro in virtuale, che nel 2018 ormai dovrebbe essere d'obbligo. Faccio update e non parte più niente? ok REVERT. Change Block Tracking, 15 minuti ed il mio server è in piedi. Non devo testare prima, non devo impazzire, non inveisco e non ho bisogno di supporto per risolvere il problema..no?

    Buon Lavoro.

    A.

    venerdì 30 marzo 2018 14:56
    Moderatore