none
Virtualizzare Office 2010 con App-V 4.6 RRS feed

  • Discussione generale

  • Introduzione
    In questo articolo vedremo come sia possibile virtualizzare Microsoft Office 2010 utilizzando
    Application Virtualization 4.6 contenuto nel Microsoft Desktop Optimization Pack e in Microsoft Application Virtualization for Terminal Services.

    Prima di cominciare voglio puntualizzare che la versione di Office 2010 che è possibile virtualizzare deve essere di tipo Volume License. Dovete quindi procurarvi questo tipo di versione con il relativo seriale, perché la versione disponibile attraverso il sito Technet o MSDN non va bene.

    Inoltre il particolare metodo di controllo delle licenze implementato in Office 2010 (uguale a quello utilizzato per il controllo di Windows Vista e Windows 7) richiede che venga installato il Microsoft Office 2010 Deployment Kit for App-V.
    Il Kit (disponibile sia a 32 che a 64 bit) permette di utilizzare il servizio per il controllo delle licenze ed anche una serie di proxy che permettono all’Office 2010 virtualizzato di interagire col sistema operativo.

    I proxy consentono la funzione di ricerca rapida di Outlook, l’integrazione con SharePoint (apertura, modifica di documenti), l’integrazione col sistema operativo ed il menù contestuale ed altre funzionalità.

    Prerequisiti per l’installazione
    Prima di procedere con l’installazione è necessario preparare il nostro Application Virtualization Sequencer. Dopo aver scaricato ed installato il
    Microsoft Office 2010 Deployment Kit for App-V, lo installiamo (come mostrato in figura 1) utilizzando le seguenti opzioni:

    per la versione a 32 bit:
    msiexec /i OffVirt.msi PIDKEYS=xxxxx-xxxxx-xxxxx-xxxxx-xxxxx USEROPERATIONS=1 ADDLOCAL=Click2runMapi,Click2runOWSSupp,Click2runWDS,OSpp,OSpp_Core

    per la versione a 64-bit:
    msiexec /i OffVirt.msi PIDKEYS= xxxxx-xxxxx-xxxxx-xxxxx-xxxxx USEROPERATIONS=1 ADDLOCAL=Click2runMapi,Click2runOWSSupp,Click2runWDS,OSpp,OSpp_Core,OSppWoW64

    Figura 1: Installazione del Microsoft Office 2010 Deployment Kit for App-V

    Per ulteriori dettagli sulle opzioni del Kit vi rimando alla seguente KB 983462 http://support.microsoft.com/kb/983462.

    Vi ricordo che è necessario inserire un seriale di tipo Volume License. Trovate ulteriori informazioni nell’articolo sull' Office 2010 volume activation sul blog Technet di Office 2010.

    E’ inoltre necessario modificare alcune chiavi di registro sull’ Application Virtualization Sequencer, aggiungendo il valore multi-string VSL alla chiave:

    per la versione a 32 bit:
    HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\SoftGrid\4.5\Sequencer\SxSAppExtensions

    per la versione a 64 bit:
    HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Wow6432Node\Microsoft\SoftGrid\4.5\Sequencer\SxSAppExtensions

     

    Installazione Sequencing di Office 2010
    Prima di utilizzare Application Virtualization 4.6 Sequencer (Microsoft Office 2010 non è supportato in App-V 4.5) , vi consiglio di leggere le
    Best Practices for the Application Virtualization Sequencer.

    Lanciamo il nostro Sequencer e creiamo un nuovo package. Nella schermata che ci appare andiamo ad inserire il nome del package, come mostrato in figura 2: 

    Figura 2: Creazione di un nuovo package

    Nella schermata successiva scegliamo in quale cartella verrà installato Office 2010. Ho scelto di installare in un disco Q: presente sulla mia macchina e in una sottocartella che ho chiamato off2010.x86 (rispettando la convenzione dei nomi 8.3) come mostrato in figura 3:

    Figura 3: Scelta della cartella di installazione, utilizzando la convenzione 8.3

    Clicchiamo su Begin monitoring e appena verrà caricato il System Guard potremo lanciare il setup di Office 2010. Trattandosi di una Volume License non ci verrà chiesto il seriale, che in ogni caso verrà “fornito” dal Microsoft Office 2010 Deployment Kit for App-V che abbiamo precedentemente installato. Scegliamo quali componenti e programmi di Office installare (come mostrato in figura 4) e nella scheda File Location  ricordiamoci di mettere il percorso di installazione, che nel mio caso sarà Q:\off2010.x86\Microsoft Office, come mostrato in figura 5:

    Figura 4: Scelta dei programmi di Office 2010 da installare e relativi componenti

     

    Figura 5: Scelta del percorso d’installazione. Prestare attenzione a inserire il percorso virtuale

    A questo punto inizia l’installazione di Office, che poi procedere regolarmente, come mostrato in figura 6:

    Figura 6: Installazione di Office 2010

    Terminata l’installazione è consigliabile lanciare i vari programmi di Office, mentre siete ancora in Monitoring, per settare alcune configurazioni iniziali che generalmente vengono richieste al primo avvio, come ad esempio la scelta della configurazione degli aggiornamenti automatici.

    Ricordatevi di lanciare direttamente gli eseguibili dalla cartella d’installazione Q:\off2010.x86\Microsoft Office e configurate le opzioni che preferite, come mostrato in figura 7:

    Figura 7: Lancio degli eseguibili dei programmi dalla directory di installazione Q:\off2010.x86\Microsoft Office

    NON è consigliabile avviare OneNote, Outlook e SharePoint a causa delle impostazioni di personalizzazione che possono essere memorizzate e che poi verranno distribuite agli utenti.

    Per la corretta installazione dei proxy è necessario che durante la fase di Monitoring siano create le seguenti chiavi del Registro di sistema virtuale e in seguito eliminate in modo che il Sequencer monitorizzi l'eliminazione delle chiavi appena aggiunte:

    per la versione a 32 bit
    :
    HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\{9203C2CB-1DC1-482d-967E-597AFF270F0D}\TreatAs
    HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\{BDEADEF5-C265-11D0-BCED-00A0C90AB50F}\TreatAs

    per la versione a 64 bit:
    HKEY_CLASSES_ROOT\Wow6432Node\CLSID\{9203C2CB-1DC1-482d-967E-597AFF270F0D}\TreatAs
    HKEY_CLASSES_ROOT\Wow6432Node\CLSID\{BDEADEF5-C265-11D0-BCED-00A0C90AB50F}\TreatAs


    A questo punto potete terminare anche la fase di Monitoring cliccando sul pulsante del wizard del Sequencer. Il Sequencer comincia a collezionare tutte le modifiche che sono state apportate al file system, ai servizi e alle varie chiavi di registro, come mostrato in figura 8:

     

    Figura 8: Memorizzazione delle modifiche apportate durante la fase di installazione di Office

    Terminata la fase di memorizzare delle modifiche si passa allo step successivo, dove vengono visualizzati i collegamenti ai vari programmi che sono stati installati. In questa fase potete rimuovere tutti i collegamenti che non volete visualizzare (ad esempio vi verrà mostrato un collegamento al Blocco Note piuttosto che a Internet Explorer). Poiché si tratta di collegamenti, la rimozione degli stessi non inficerà sulla corretta esecuzione dei vari programmi che avete deciso di installare.

     

     

    L'articolo continua su WindowServer.it

    http://www.windowserver.it/Articoli/Soluzioni/Virtualization/AppVVirtualizzareOffice2010conAppV46/tabid/347/Default.aspx

    • Spostato Anca Popa martedì 22 febbraio 2011 10:33 consolidazione forum (Da:Prodotti e tecnologie per la virtualizzazione)
    lunedì 15 novembre 2010 18:17