none
Hyper-V Win 2008R2 - Export/Import VM RRS feed

  • Domanda

  • Buongiorno,

    nel migrare alcune VM da un Cluster Hyper-V 2008R2 ad un Cluster Hyper-V 2012 Datacenter, ho eseguito i seguenti step:

     - Shutdown VM;

     - Set mac address statico per ogni scheda virtuale;

     - Copia della directory principale della VM sul nuovo Cluster 2012;

     - Import VM, configurazione LAN, CPU e RAM;

     - Start VM;

    Tutto ok.

    Mi domandavo quale fosse il vantaggio di fare Export sul Cluster Hyper-V 2008R2, copia folder e successivo IMPORT, come consigliato da alcune guide:

    https://blogs.technet.microsoft.com/uktechnet/2014/08/20/migrating-2008-r2-hyper-v-vms-to-2012/

    Grazie per il supporto

    giovedì 24 gennaio 2019 10:43

Risposte

  • Con l'esportazione vengono copiati automaticamente tutti i file necessari, indipendentemente dalla loro posizione. Ad esempio eseguendo l'operazione manualmente devi prestare attenzione ad eventuali file di snapshot (anche creati automaticamente da eventuali backup mediante VSS) o a catene parent-child.

    giovedì 24 gennaio 2019 10:51
    Moderatore

Tutte le risposte

  • Con l'esportazione vengono copiati automaticamente tutti i file necessari, indipendentemente dalla loro posizione. Ad esempio eseguendo l'operazione manualmente devi prestare attenzione ad eventuali file di snapshot (anche creati automaticamente da eventuali backup mediante VSS) o a catene parent-child.

    giovedì 24 gennaio 2019 10:51
    Moderatore
  • Buongiorno Fabrizio,

    grazie per la risposta; questo lo escludo.

    Nelle fasi sopra indicate ho omesso di elencare anche il fatto che le VM sono state "bonificate" da snap o altro collegato a backup o simili per poi copiare la folder al netto di tutto ciò.

    Quindi Fabrizio, a parte il dettaglio "....con l'esportazione vengono copiati automaticamente tutti i file necessari..", con l'export non ho altri benefici? Si può comunque ritenere valida la migrazione già improntata (copia e incolla)?

    Grazie ancora.

    giovedì 24 gennaio 2019 10:59
  • La cosa più importante è l'importazione (che va a modificare l'ID della VM), a mio parere è indifferente se l'esportazione viene eseguita manualmente o mediante la procedura.
    Ovviamente questo vale solo per 2008 R2 e successivi, alcune versioni precedenti per l'importazione richiedevano un'estensione file specifica creata dal processo di esportazione (NB: in questi casi l'importazione non veniva proprio eseguita).

    giovedì 24 gennaio 2019 11:07
    Moderatore
  • Ok, grazie ancora.

    Per l'import, poi, utilizzo l'opzione "Register the virtual machine in-place (use the existing unique ID)

    La VM si accende e funziona senza problemi.

    giovedì 24 gennaio 2019 11:29
  • Si, se hai copiato manualmente tutti i file della VM prima dell'importazione va bene.
    giovedì 24 gennaio 2019 12:01
    Moderatore
  • Perfetto, grazie.
    giovedì 24 gennaio 2019 13:40