none
Nuova implementazione di rete windows server 2008 R2 RRS feed

  • Domanda

  • Ciao

    Ho creato una nuova rete composta sostanzialmente da due Server, una San, uno Storage per il backup ed una serie di Switch. In questa nuova struttura ho al momento quattro macchine virtualizzate che brevemente indico:

    • Prima macchina Windows 2008 R2 quale PDC
    • Seconda macchina Windows 2008 Webserver Edition per Web Server
    • Terza macchina Linux per Mail Server
    • Quarta macchina Windows 2008 R2 per File Server

    Non mi dilungo ulteriormente nel dettaglio di installazione; è sufficiente sapere che al test della struttura tutto funziona senza problemi.

    Vengo al problema. Nella vecchia precedente struttura di rete, che verrà sostituita da quella nuova, esiste una macchina con Windows 2008 R2 per i programmi di contabilità e tesoreria. I DB installati su questa macchina sono SQL Server e Paradox.

    Ora, non si capisce per quale motivo, chi ha gestito la vecchia rete ha creato questa macchina come PDC quando nella stessa struttura il ruolo era demandato ad un ISA Server. In sostanza nella vecchia struttura esistono due macchine PDC.

    Dovrei inserire il Server della contabilità nella nuova struttura e quì nascono le mie paure: cosa succede se abbasso di livello questa macchina, facendola diventare un membro del nuovo dominio ? Mi funziona ancora tutto o, invece, come temo tutto va a carte quarantotto ?

    Una futura soluzione sarebbe quella di creare una quinta macchina virtuale e fare una installazione ex novo per i vari applicativi; ma al momento, poichè parliamo di un centinaio di utenti, potrebbe diventare un bagno di sangue. Quindi dovrei tenere in piedi il vecchio Server.

    Spero che qualcuno mi sappia dare dei consigli sulla questione.

    Ringrazio anticipatamente.

    Gaetano


    Gaetano

    mercoledì 2 ottobre 2013 05:31

Risposte

  • Ciao Gaetano, dalla descrizione che hai dato dell'infrastruttura, personalmente, non ho capito se la "nuova" è legata alla "vecchia" ovvero il dominio dell'infrastruttura virtuale è lo stesso di quella fisica? Il dubbio nasce dalla tua affermazione sul numero degli utenti in quanto se i due domini sono distinti e separati in ogni caso li devi migrare.

    Per quanto riguarda l'accesso al db dovresti verificare come viene gestito l'avvio dei servizi e come vengono gestiti gli accessi (autenticazione integrata). Se i lavori sono stati fatti a dovere, teoricamente, non dovresti avere problemi.

    Non sottovalutare la presenza di PDC ridondanti, avere la possibilità di distribuire i carichi di lavoro (GC/DNS) e di avere un fault tolerance è sicuramente una delle cosa da tenere in considerazione.

    Saluti
    Nino


    ...esistono i motori di ricerca, facci un salto e troverai molte delle risposte che ti darò io.

    mercoledì 2 ottobre 2013 06:17
    Moderatore
  • come ti è stato già detto il demote non provocherà problemi, al massimo dovrai reimpostare gli account con cui si avviano i servizi e i criteri di autenticazione ai servizi stessi.

    ciao.


    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Directory Services
    edo[at]mvps[dot]org

    • Contrassegnato come risposta Anca Popa martedì 8 ottobre 2013 10:14
    giovedì 3 ottobre 2013 08:35
    Moderatore

Tutte le risposte

  • Ciao Gaetano, dalla descrizione che hai dato dell'infrastruttura, personalmente, non ho capito se la "nuova" è legata alla "vecchia" ovvero il dominio dell'infrastruttura virtuale è lo stesso di quella fisica? Il dubbio nasce dalla tua affermazione sul numero degli utenti in quanto se i due domini sono distinti e separati in ogni caso li devi migrare.

    Per quanto riguarda l'accesso al db dovresti verificare come viene gestito l'avvio dei servizi e come vengono gestiti gli accessi (autenticazione integrata). Se i lavori sono stati fatti a dovere, teoricamente, non dovresti avere problemi.

    Non sottovalutare la presenza di PDC ridondanti, avere la possibilità di distribuire i carichi di lavoro (GC/DNS) e di avere un fault tolerance è sicuramente una delle cosa da tenere in considerazione.

    Saluti
    Nino


    ...esistono i motori di ricerca, facci un salto e troverai molte delle risposte che ti darò io.

    mercoledì 2 ottobre 2013 06:17
    Moderatore

  • Non sottovalutare la presenza di PDC ridondanti, 

    PDC ridondanti ??? forse volevi dire solo DC

    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Directory Services
    edo[at]mvps[dot]org

    mercoledì 2 ottobre 2013 15:29
    Moderatore

  • Non sottovalutare la presenza di PDC ridondanti, 

    PDC ridondanti ??? forse volevi dire solo DC

    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Directory Services
    edo[at]mvps[dot]org


    +1 :)

    ...esistono i motori di ricerca, facci un salto e troverai molte delle risposte che ti darò io.

    mercoledì 2 ottobre 2013 15:31
    Moderatore
  • non ho capito se la "nuova" è legata alla "vecchia" ovvero il dominio dell'infrastruttura virtuale è lo stesso di quella fisica?


    Il dominio della nuova struttura è diverso da quello della vecchia. Ovviamente gli utenti verranno migrati.

    La questione da me posta è relativa al Server di contabilità, che attualmente è nel vecchio dominio; dovrebbe diventare membro del nuovo. La mia preoccupazione è legata al fatto che, come spiegato, stranamente era anch'esso un DC. Se elimino il DC e lo rendo membro del nuovo dominio, cosa succede ? Avrò problemi? Funzionerà tutto ?

    Sono un pò in imbarazzo e per questo faccio appello all'esperienza di altri.

    Ciao e grazie ancora

    Gaetano


    Gaetano

    giovedì 3 ottobre 2013 08:11
  • come ti è stato già detto il demote non provocherà problemi, al massimo dovrai reimpostare gli account con cui si avviano i servizi e i criteri di autenticazione ai servizi stessi.

    ciao.


    Edoardo Benussi
    Microsoft MVP - Directory Services
    edo[at]mvps[dot]org

    • Contrassegnato come risposta Anca Popa martedì 8 ottobre 2013 10:14
    giovedì 3 ottobre 2013 08:35
    Moderatore
  • Ciao Gaetano,

    Evidenzio i consigli sopra, in attesa delle tue notizie (potrebbero tornare utili per gli altri membri del forum che riescono cosi' ad individuare la soluzione piu' velocemente).

    Saluti,


    Anca Popa Follow ForumTechNetIt on Twitter

    Microsoft offre questo servizio gratuitamente, per aiutare gli utenti e aumentare il database dei prodotti e delle tecnologie. Il contenuto viene fornito “così come è” e non comporta alcuna responsabilità da parte dell'azienda.

    martedì 8 ottobre 2013 10:16
  • Non ho ancora pubblicato i risultati, perchè l'operazione è slittata a novembre.

    In ogni caso, in accordo con il fornitore del software gestionale, ho deciso per prudenza di creare un nuovo server temporaneo sul quale reinstallare Win 2008 R2 come membro di dominio, SQL Server 2008 R2 e lo stesso gestionale con  il backup degli archivi. In questo modo possiamo staccare quello originale e garantire mentre facciamo l'operazione di demote i servizi agli utenti.

    Se tutto va bene, dopo il demote, ricollegheremo il Server originale.

    Vi terrò informati del risultato.

    Gaetano


    Gaetano

    lunedì 14 ottobre 2013 06:50