locked
Esplorare le risorse in una cartella condivisa su un server Linux può riservare qualche sorpresa... RRS feed

  • Discussione generale

  • Ciao a tutti.

    Ho una situazione un pò particolare da un cliente. Questo cliente è una web-house che usa sia macchina Mac, Linux e Windows per lavorare.
    Ho un server linux dove è stato installato Ubuntu e php server, su questa macchina loro fanno dei test dell'e-commerce.
    Questo server linux di fatto dovrebbe simulare un server web remoto condiviso, i classici spazi web...
    A questa macchina linux loro accedono con il "putty" e lavorano da teminale, per sfogliare le cartelle si spostano con "cd.." e "vi" etc...
    Questo metodo di lavoro a me non piace molto, mi sembra che possa rallentare e che sia poco intuitivo.
    Vorrei che loro potessero sfogliare le cartelle con esplora risorse di windows per raggiungere i files dove devono lavorare; accedervi con il tasto destro del mouse e aprirli con con il "VIM". Così facendo sarebbe (dico io) molto più immediata la cosa e a portata di tutti.

    Il problema è questo: windows sembra interpretare a suo modo alcuni caratteri nelle cartelle del server Linux.
    Ad esempio Linux accetta dei caratteri come ":" nella sintassi dei files, windows non accetta questi caratteri e li trasforma in "%" sballando tutto.
    Ci è capitato anche aprendo dei DB di SQL che il contenuto fosse cambiato.

    Siccome non vorrei rinunciare al confort di Windows mi piacerebbe trovare una soluzione a questo problema. Se i programmatori potessero sfogliare le risorse di rete del server linux e aprire con il tasto destro del mouse i files utilizzando il "VIM" e contemporaneamente aprire I.Explorer e aggiornare la pagina Web con F5 per vedere in tempo reale le modifiche effettuate, sarebbe il massimo!!

    Dovrei trovare un programma come il Norton Commander per windows, che mi permetta di vedere il contenuto della macchina linux senza cambiarmi i caratteri o l'interpretazione del contenuto.

    Faccio un appello alla comunità per risolvere questo probelma che per me fino ad ora è un vero rompicapo...

    Grazie mille a volesse condividere la sua idea con me!!

    venerdì 14 settembre 2012 15:11

Tutte le risposte

  • ciao, la vedo più come una domanda da forum MSDN, li secondo me qualche "programmatore pazzo" ti può dare una dritta migliore che su un forum sistemistico. io la posterei la soprattutto.

    A.

    sabato 15 settembre 2012 16:47
    Moderatore
  • Ciao, premetto che non ho capito esattamente per quale operazioni viene utilizzata la connessione SSH con putty (lavorano solo sui file del sito web di test?), però credo che potresti condividere le cartelle su un FTP/FTPS in modo da non avere quel genere di problemi, la visualizzazione "grafica" delle cartelle la ottieni direttamente attraverso il client FTP. Alla fine è la soluzione più semplice per gestire siti web su web-server linux da diverse piattaforme.

    domenica 16 settembre 2012 13:30
    Moderatore
  • Ciao Fabrizio... i programmatori usano il Putty per collegarsi al server linux e modificare i vari files dell'e-commerce. Il server linux ospita 4 o 5 siti web non pubblicati in internet ma solo ad uso interno (per test).
    Il problema è questo: la macchina Linux che tiene su i servizi come quello web server e php server, non l'ho installata io e non saprei neanche fargli assistenza. Per ovviare a questo problema ho preso un NAS della Qnap che ospita tutti i servizi che servono per gestire 30 siti web ed è anche piuttosto semplice. Stò cercando di far si che i ragazzi possano lavorare su questa nuova macchina e possano utilizzare direttamente windows per velocizzare le operazioni.
    Terrò in coniderazione la possibilità dell'FTP, grazie.

    lunedì 17 settembre 2012 07:58
  • Credo che tu abbia ragione. Cercherò il forum MSDN, grazie.
    lunedì 17 settembre 2012 07:59
  • Deve essere una web agency alle prime armi se utilizza vi per scrivere pagine php (ma spero di aver capito male), solitamente gli editor html (meglio ide) evoluti gestiscono progetti e la loro pubblicazione utilizzando ftp/sftp/webdav (probabilmente anche scp..), la gestione e siti multipli, syntax highlight, dom inspector, css edit, autocomplete e intellisense, linguaggi diversi (php/javascript/python...), debug del codice ...  etc.

    Io uso regolarmente putty vi, cd, ls, find etc. ma principalmente per attività sistemistiche e non ne potrei fare a meno!

    Tornando al problema, per sfogliare le cartelle linux da esplora risorse  (solitamente) si utilizza samba  http://www.samba.org, se hai un dominio windows c'è anche la possibilità di aggiungere il server al dominio ed eplorare le risorse in maniera trasparente (nessuna richiesta pwd). In samba è anche possibile gestire il mangling dei files per migliorare la compatibilità fra i due sistemi operativi(http://oreilly.com/openbook/samba/book/ch05_04.html), anche se l'esempio da te riportato, sembra legato ad un'altra problematica  l'url encoding fatto dal browser (per esempio il carattere : viene codificato come %3A

    Con samba potresti far lavorare tutti sul file system linux e con CTRL+F5 vedere le modifiche in tempo reale (F5 non basta per il completo refresh della pagina) ma questo era come si lavorava 10 anni fa, ciò non toglie che samba sia utilissimo, ma per lo sviluppo web consiglio un ide es: http://www.activestate.com/komodo-edit/compare-with-komodo-ide

    Ciao

       


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it

    Se alcuni post rispondono al tuo quesito (non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili . GRAZIE!





    Gastone Canali >http://www.armadillo.it

    Se alcuni post rispondono al tuo quesito (non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili . GRAZIE!

    lunedì 17 settembre 2012 14:02
    Moderatore
  • Ciao Gastone, solo ora ti rispondo perchè ho approfondito la cosa. Da subito non capivo le tue critiche ma ho avuto modo di provare WebMatrix e Visual Studio 2012, stò provando la piattaforma di Windows Azure.

    Io non faccio parte della web agency descritta e non ne conosco tutti i meccanismi. Credo che loro usino software come Dreamweaver e la suite CS di Adobe...

    Il vecchio E-commerce viene seguito con delle modifiche dei programmatori direttamente con il vi.

    Secondo me si può fare di meglio sicuramente, comunque i software come Visual Studio 2012 costano parecchio...

    Cercherò di capirci ancora di più, tant'è che ho già comprato qualche libro in merito.

    Grazie per i Vs consigli.

    Ps.
    L'idea del FTP non è male per gestire il nostro e-commerce su dierse piattaforme, devo provare.

    giovedì 25 ottobre 2012 21:18
  • C'è tutto un mondo e ogni piattaforma si lega al tipo di tecnologia utilizzata  asp/asp.net/silverlight  inutile usare eclipse :); se usano Adobe e Dreamweaver hai già la risposta... visual studio non mi sembra un prodotto adatto a loro, manco utile per sostituire il vi del commercio elettronico...

    Per l'e-commerce gestito via vi, è un po' e dico solo un po' anacronistico... un minimo di versioning  per gestire le modifiche, sarebbe utile http://alexking.org/blog/2005/04/12/svn-as-a-web-site-maintenence-too 

    Riguardo WebMatrix, se è quello di microsoft, è solo un surrogato elettronico del sistemista in carne e ossa, utile per provare senza impazzire tanto, ma una volta decisa la strada, meglio il sistemista in carne ed ossa, che installa, configura e fa il tuning ... 

    Prova a dare un occhio anche qui, ma ormai siamo ormai fuori thread, lontanissimi dalla "cartella condivisa" ...: 

    https://www.microsoft.com/italy/products/expression/

    http://www.aptana.com/

    http://www.eclipse.org/


    Gastone Canali >http://www.armadillo.it

    Se alcuni post rispondono al tuo quesito (non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili . GRAZIE!

    giovedì 25 ottobre 2012 22:57
    Moderatore