none
rendere un hard disk avviabile senza perdere i dati che ci sono sopra RRS feed

  • Domanda

  • Buongiorno a tutti, io ho una serie di PC in in ufficio che non vedono più l'hard disk interno.

    Ci lavoriamo ormai da mesi, e dopo centinaia di test e prove varie abbiamo concluso che c'è un problema nelle schede madri: essendo all-in-one l'alimentazione arriva dalla scheda madre tramite SATA, e non gli arriva più abbastanza corrente. 

    Abbiamo però visto che i pc si avviano regolarmente con chiavette live USB come quelle di Ubuntu o quella di ripristino di Windows.

    Quindi ora io dico: se comprassi un case per hard disk esterno da 3.5, alimentato, (una quindicina di euro su ebay) e collegassi l'hard disk del computer direttamente alla presa USB, dovrebbe funzionare, no?

    Per poterlo fare però l'hard disk dovrebbe essere avviabile.

    Ma esiste un modo per rendere un hard disk bootable senza perdere i dati che ci sono all'interno? Essendo che c'è installato windows 10, ho paura di perdere la licenza...

    lunedì 4 novembre 2019 09:53

Tutte le risposte

  • Ciao. C'è qualcosa di non chiaro nel tuo discorso. Se i dischi erano già all'interno del pc ed erano avviabili lo sono ancora. 

    Windows 10 ha un'ottima portabilità quindi potresti tirarli fuori e metterli su una usb e provare a farli avviare di lì.

    Sono perplesso sul tuo tipi di debug, la piastra difficilmente decide cosa alimentare, se vanno le usb e sono alimentate punterei magari sull'alimentatore piuttosto che sui canali sata, anche perchè hanno alimentazione diretta. Cambiando alimentatori risolvi il problema. Sempre che sia realmente quello.

    Per quanto riguarda la licenza è legata all'id della macchina, se non cambia quella non dovrebbero esserci problemi di sorta.

    In ogni caso, prima di "paciugare" con queste cose i dischi si tirano fuori e si fa un backup se il timore è quello di perdere dati.

    Siccome leggo poi che sono una serie e che sono mesi che ci provate personalmente una volta copiati i dati butterei via tutto e prenderei delle macchine nuove per rimettere i dati in posizione, il funzionamento di un sistema da una usb non è paragonabile ad un disco interno, in gergo è un "accrocchio" e basta.

    ciao.

    A.

    lunedì 4 novembre 2019 10:29
    Moderatore
  • Non essere perplesso sui miei metodi di debug, abbiamo già provato tutto e il contrario di tutto, e ci abbiamo lavorato in parecchi. Anche cambiare alimentatori. Ora sono rimasto l'unico a incaponirmi. Le macchine sono già state sostituite con altre nuove, la mia idea era di vedere se riesco a recuperare queste come muletti da usare in situazioni diciamo di emergenza.

    lunedì 4 novembre 2019 11:45
  • Non essere perplesso sui miei metodi di debug, abbiamo già provato tutto e il contrario di tutto, e ci abbiamo lavorato in parecchi. 

    Lo sono lo stesso :-) che ci vuoi fare. Faccio questo per campare da troppo tempo. Non ho mai trovato un hardware non riparabile.

    E' vero che se è una marca scrausa di AIO non trovi ricambi, ed allora butti via tutto, se invece è una marca blasonata alla fine dentro hanno solo delle schede notebook adattate, quindi si fa anche con delle compatibili. Quando mi dici che sono più di uno mi risulta strano. Sono solo difetti di fabbricazione a quel punto. Tipo le serie pavillion dell'HP con la dissipazione dei chipset. Anche lì con le debite modifiche si sistemavano.

    Ad ogni modo il tuo thread non era sull'hardware. Siamo OT. Per quanto riguarda la parte "sistema operativo" segui le indicazioni di cui sopra.

    ciao.

    A.

    lunedì 4 novembre 2019 13:53
    Moderatore