none
Server DNS1 e DNS2 RRS feed

  • Întrebare

  • In una struttura di rete con 15 client e 1 PDC ho un problema di questo tipo e volevo capire come configurare correttamente la scheda di rete.

    In tutte le schede di rete dei client ho impostato come DNS1 l'IP del DC, mentre nel DNS2 ho impostato l'IP del router/Google
    Ho avuto un problema di DC down e tutti i PC non navigavano su internet, ma non dovrebbe intervenire il DNS2 e quindi il DNS alternativo? Perchè i client non navigavano?

    La mia è una semplice curiosità e volevo chiedere se la configurazione DNS sui client fosse giusta come scritto all'inizio.

    Grazie


    Fausto De Stilo

    joi, 22 august 2019 12:58

Răspunsuri

  • La motivazione specifica non so dartela però è così, succede anche ai miei clienti ma non ho mai approfondito la motivazione.

    Questo non è un comportamento normale, il secondo dns (se funzionante) deve essere interrogato e risolvere i nomi!
    Il "però è così,succede anche ai miei clienti " significa che, i tuoi clienti NON sono connfigurati correttamente e devi capire ASSOLUTAMENTE APPROFONDIRE come mai succede ciò.

    Comunque non è buona pratica mischiare DNS interni e pubblici,

    Corretto. Avendo chiaro il funzionamento della risoluzione dei nomi si possono usare delle configurazioni non standard (Microsoft consiglia di usare solo DNS interni, ma lo fa solo per evitare che i suoi clienti evitino errori) es. con un solo DC aggiungere un secondo dns esterno può, in caso di down del DC, permettere di continuare a lavorare con il mondo esterno...  se si hanno situazioni più strutturate con più DC se succede qualcosa alla risoluzione dei nomi, c'è da correre, "probabilmente" l'azienda è ferma

    perché quando un client poi si "appoggia" al DNS alternativo prima che torni a ricontattare il DNS principale (il DC) c'è un tempo di time-out, il che si traduce nella probabilità di non poter utilizzare il servizi del server (nel frattempo riavviato), tipo Active Directory, ad esempio.

    Non mi avventurerei in spiegazioni approssimative, confuse o sbagliate,  prima cercherei di capire come funzionano realmente!


    un po' datato, ma sempre valido, questo link Configuring IP Addressing and Name Resolution spiega i quatto modi per risoluzione dei nomi usati da windows, a complicare le cose, oggi, Microsoft ha aggiunto ne l suo mondo Azure una risoluzione dei nomi "proprietaria" (non compresa nei dns-standards-documents) eccola:  Risoluzione dei nomi fornita da Azure



    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere

    • Marcat ca răspuns de Effedi vineri, 23 august 2019 19:15
    vineri, 23 august 2019 10:31

Toate mesajele

  • La motivazione specifica non so dartela però è così, succede anche ai miei clienti ma non ho mai approfondito la motivazione.

    Comunque non è buona pratica mischiare DNS interni e pubblici, perché quando un client poi si "appoggia" al DNS alternativo prima che torni a ricontattare il DNS principale (il DC) c'è un tempo di time-out, il che si traduce nella probabilità di non poter utilizzare il servizi del server (nel frattempo riavviato), tipo Active Directory, ad esempio.




    joi, 22 august 2019 20:29
  • La motivazione specifica non so dartela però è così, succede anche ai miei clienti ma non ho mai approfondito la motivazione.

    Questo non è un comportamento normale, il secondo dns (se funzionante) deve essere interrogato e risolvere i nomi!
    Il "però è così,succede anche ai miei clienti " significa che, i tuoi clienti NON sono connfigurati correttamente e devi capire ASSOLUTAMENTE APPROFONDIRE come mai succede ciò.

    Comunque non è buona pratica mischiare DNS interni e pubblici,

    Corretto. Avendo chiaro il funzionamento della risoluzione dei nomi si possono usare delle configurazioni non standard (Microsoft consiglia di usare solo DNS interni, ma lo fa solo per evitare che i suoi clienti evitino errori) es. con un solo DC aggiungere un secondo dns esterno può, in caso di down del DC, permettere di continuare a lavorare con il mondo esterno...  se si hanno situazioni più strutturate con più DC se succede qualcosa alla risoluzione dei nomi, c'è da correre, "probabilmente" l'azienda è ferma

    perché quando un client poi si "appoggia" al DNS alternativo prima che torni a ricontattare il DNS principale (il DC) c'è un tempo di time-out, il che si traduce nella probabilità di non poter utilizzare il servizi del server (nel frattempo riavviato), tipo Active Directory, ad esempio.

    Non mi avventurerei in spiegazioni approssimative, confuse o sbagliate,  prima cercherei di capire come funzionano realmente!


    un po' datato, ma sempre valido, questo link Configuring IP Addressing and Name Resolution spiega i quatto modi per risoluzione dei nomi usati da windows, a complicare le cose, oggi, Microsoft ha aggiunto ne l suo mondo Azure una risoluzione dei nomi "proprietaria" (non compresa nei dns-standards-documents) eccola:  Risoluzione dei nomi fornita da Azure



    Gastone Canali >http://www.armadillo.it


    Se alcuni post rispondono al tuo quesito(non necessariamente i miei), ricorda di contrassegnarli come risposta e non dimenticare di contrassegnare anche i post utili. GRAZIE! Ricorda di dare un occhio ai link Click Here andHere

    • Marcat ca răspuns de Effedi vineri, 23 august 2019 19:15
    vineri, 23 august 2019 10:31
  • Grazie per tutte le spiegazioni molto utili e i link che mi hai fornito.

    E' una struttura piccola, quindi l'impiego di un secodno DC non è fattibile. Al secondo DNS sulla scheda di rete come ho scritto ho assegnato l'IP del router, quindi un IP interno e non pubblico, l'uso del DNS di Google era solo una prova (ovviamente inutile da quanto ho letto e chiarito le idee).
    Con il DNS alternetivo del router avrei dovuto navigare visto che la connessione funzionava ed io ero collegato al client in remoto.

    Provando poi a impostare il DNS1 con 8.8.8.8, si navigava regolarmente, ma ho dovuto metterlo come DNS primario, ecco perchè la mia domanda e curiosità sul DNS 2 e alla sua utilità

    Grazie


    Fausto De Stilo

    vineri, 23 august 2019 19:19